Il salentino Uccio Aloi­si e il garganico Antonio Piccininno al festival di Sanremo in quanto testimoni della cultura popolare italiana

Il salentino Uccio Aloi-si e il garganico Antonio Piccininno al festival di Sanremo in quanto testimoni della cultura popolare italiana Il 60° Festival della Canzone di Sanremo sdogana le canzoni in dialetto «Appartengono alla lingua italiana in quanto espressioni di cultura popolare» Finalmente il salentino Uccio Aloi-si e il garganico Antonio Piccininno al festival di Sanremo 2010.

14/nov/2009 14.53.00 Ufficio Stampa Antonio Piccëninnë Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Il 60° Festival della Canzone di Sanremo sdogana le canzoni in dialetto

«Appartengono alla lingua italiana in quanto espressioni di cultura popolare»

Finalmente il salentino Uccio Aloi­si e il garganico Antonio Piccininno al festival di Sanremo 2010.

Domani l'annuncio del direttore artisti­co Gianmarco Mazzi.

La con­duttrice Antonella Clerici ne è entusiasta: è’ da tempo che studio con attenzioni le loro tradizioni, il modo di parlare e di muoversi e questo mi diverte. Il Festival di Sanremo 2010 sarà una festa popolare. Siamo in tempo per portare la vera musica tradizionale italiana. Antonio Piccininno, Piccëninnë, nasce il 18 febbraio 1916 a Carpino, in provincia di Foggia. Pastore e contadino, con le sue novantaquattro primavere, rappresenta, oggi come oggi, una delle personalità più interessanti, autentiche e complesse della tradizione musicale dell'Italia.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl