SABA, DALLA FICTION A SCUOLA

SABA, DALLA FICTION A SCUOLA COMUNICATO STAMPA "Ho accettato con gioia l'incontro con le scuole di Avellino, so di poter dare loro qualche strumento in più per guardare l'integrazione razziale e la pace" SABA, L'ATTRICE MUSICISTA SOMALA CONOSCIUTA CON LA FICTION DI RAITRE "LA SQUADRA" INCONTRA GLI STUDENTI DI AVELLINO E CANTA PER E CON LORO Martedì 15 DICEMBRE H.11 Centro Congressi Don Alberto De Simone di Summonte, Ethnos per le scuole, il progetto educativo iniziato il 4 novembre, chiude il 2009 con il concerto dell'artista somala Saba, che a Summonte incontra gli studenti della Provincia di Avellino.

14/dic/2009 14.13.33 Contatti Adiluca Comunicazione Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

COMUNICATO STAMPA

 

“Ho accettato con gioia l’incontro con le scuole di Avellino, so di poter dare loro qualche strumento in più per guardare l’integrazione razziale e la pace”

 

SABA, L’ATTRICE MUSICISTA SOMALA CONOSCIUTA CON LA FICTION DI RAITRE

 “LA SQUADRA” INCONTRA GLI STUDENTI DI AVELLINO E CANTA PER E CON LORO

 

Martedì 15 DICEMBRE H.11

 Centro Congressi Don Alberto De Simone di Summonte,

 

 

 

Ethnos per le scuole, il progetto educativo iniziato il 4 novembre, chiude il 2009 con il concerto dell’artista somala Saba, che a Summonte incontra gli studenti della Provincia di Avellino.

EThnos per le scuole ha inteso mostrare l’altra faccia dell’Africa: colore e suono, ritmo e passione, etnie e lingue diverse  agli studenti che quotidianamente vedono una solo volto africano, quello extracomunitario. Educare all’integrazione attraverso la musica e la conoscenza dell’altro.  Da Novembre ad oggi 3500 ragazzi e docenti hanno partecipato ai primi 8 concerti di Ethnos per le Scuole, che hanno suscitato anche grande emozione.

 I Padri Comboniani al  concerto dei Tambours De Brazza (Congo) tenutosi al  cinema Bristol di  Castel Volturno si sono commossi insieme agli immigrati presenti quando i bambini: italiani e/o figli di immigrati sono saliti sul palco con i musicisti e hanno cantato e suonato i loro tamburi, tutti insieme. 
A Salerno Baba Sissoko ha incentrato il suo spettacolo sulla pace.
Ad Ercolano
Daby Toure
si è intrattenuto spiegando agli studenti cosa sono  i diritti umani

 

Martedì 15 dicembre  al Centro Congressi Don Alberto De Simone di Summonte, alle ore 11, l’artista Somala, Saba, canta per i ragazzi delle scuole fortunate ad aver aderito in tempo al progetto.

Saba è mezza etiope, mezza somala, mezza italiana, né africana né italiana, apolide, una figlia della diaspora. La sua musica è come una linea di confine che separa la worldmusic acustica dalle sonorità beat ed elettroniche mescolando con chitarre acustiche e strumenti tradizionali ritmi della tradizione percussiva Africana e suoni contemporanei. Ma non è solo la musica ad affascinare Saba, la sua ricerca artistica si estende anche al teatro e alla televisione partecipa come attrice a fiction come “La Squadra” e dice:  “L’identità non è qualcosa di acquisito dalla nascita o di indelebile. È qualcosa che si scopre giorno per giorno attraverso un percorso della memoria, ho accettato con gioia l’incontro con le scuole di Avellino, so di poter dare loro qualche strumento in più per guardare l’integrazione razziale e la pace”.  Un incontro speciale quello tra l’artista somala e i ragazzi delle scuole di Avellino, dove storia e musica s’incroceranno per arricchire e formare il futuro.

 Gli appuntamenti di Ethnos per le scuole riprenderanno il 26 gennaio con un importante momento di cultura, pace ed integrazione attraverso l’esibizione dei Klezroym, primo gruppo italiano del genere klezmer, la musica delle comunità ebraiche di tutta l'Europa orientale appena un giorno prima della Giornata della Memoria della Shoah.

 La rassegna è promossa dall’Assessorato all’Istruzione, Formazione e Lavoro della Regione Campania, per la direzione artistica di Gigi Di Luca ed il coordinamento de La Bazzarra nell’ambito di “Scuole Aperte”. 18 appuntamenti, da Novembre a Marzo, con artisti che giungono in Italia, in Campania, appositamente per “iniziare” bambini ed adolescenti alla  conoscenza delle culture musicali del mondo. Ethnos per le Scuole prevede tre concorsi : fotografia e musica rivolto ai ragazzi di scuole medie e pittura per quelli delle elementari. I colori dell’ Africa - pittura:  disegni a matita, acquarelli, fumetti, dipinti per raccontare i paesaggi e i colori del continente africano nell’immaginario dei bambini. MultiKulti - fotografia :ritratti, istantanee di luoghi, feste, vita quotidiana  per raccontare le  nuove identità multiculturali in rapporto alla vita ed alla gente che popola la città.  Mondo Mix - musica: suoni, note, melodie per raccontare la multiculturalità del mondo contemporaneo con un “mondomix " di suoni e linguaggi.

 

 un progetto della Regione Campania – Assessorato Lavoro, Istruzione e Formazione

Ethnos per le scuole 09/10

II edizione - da Novembre a Marzo

Nei comuni di NAPOLI, CASERTA, CASTELLAMMARE DI STABIA, ERCOLANO, BENEVENTO, OTTAVIANO, CASTEL VOLTURNO, SALERNO, SUMMONTE, POMPEI, SARNO, CERRETO SANNITA, TORRE DEL GRECO, AVELLINO, ACERRA, SANTA MARIA CAPUA VETERE E MARANO DI NAPOLI

direzione artistica: Gigi Di Luca coordinamento organizzativo: La Bazzarra

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl