UBU REX - il teatro che divora / CONSORZIO UBUSETTETE [6 aprile-1 maggio - ROMA Colosseo Nuovo Teatro]

02/apr/2010 14.41.14 Kataklisma Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
COMUNICATO STAMPA


amnesiA vivacE - OlivieriRavelli_Teatro - Kataklisma - Teatro Forsennato



UBU REX   

il teatro che divora


Consorzio Ubusettete


Colosseo Nuovo Teatro - Roma  - dal 6 aprile al 1 maggio 2010

dal martedì al sabato ore 21 - domenica ore 17.30


KATAKLISMA  - Ciao Bella  [dal 6 all'11 aprile]

OLIVIERIRAVELLI_TEATRO - Terzo Millennio  [dal 13 - al 18 aprile]

TEATRO FORSENNATO - Le voci di Fuori  [dal 20 al 25 aprile]

DANIELE TIMPANO/amnesiA vivacE - Ecce Robot! [27e 28 aprile] - Sì l'ammore no [29 e 30 aprile] - Dux in scatola [1 maggio]




Cercare strade autonome di azione e di pensiero per suggerire un cambiamento e un confronto fertile in un contesto difficile come quello del sistema teatrale italiano: è questo l'obiettivo del Consorzio Ubusettete composto attualmente da quattro compagnie che condividono una analoga visione etica del mondo e della pratica teatrale. Facendo tesoro dell'esperienza decennale di Ubusettete - che è stata rassegna, casa editrice, rivista di critica indipendente - il Consorzio fonda una originale strategia di progettazione, creazione e promozione che attinge alla pratica della nuova scena indipendente romana. Le nuove produzioni dei quattro gruppi offrono un panorama di linguaggi artistici diversi che, ciascuno a suo modo, riflettono in maniera stringente sulle contraddizioni della nostra società e del nostro tempo. 





UBU REX divora


dal 6 all'11 aprile

Elvira Frosini/Kataklisma 

Ciao Bella 

Istruzioni per un buon risveglio



di e con Elvira Frosini
disegno luci Ilaria Patamia e Marco Fumarola
voce registrata Marco Fumarola
foto Jacopo Quaranta
progetto grafico Dario Aggioli
produzione Kataklisma

si ringraziano:Centro di Documentazione Teatro Civile, Armunia,
Teatro Rebis di Macerata, Teatrombelico dell'Aquila, spazio Hangar Ancona, Daniele Timpano, Alessandra Di Lernia 


Una donna vestita di bianco e di rosso, sola in scena. Uno sguardo ironico, divertito e desolato sulla Bella Addormentata come metafora di questi tempi offuscati, patinati e narcolettici. Il titolo richiama il nome di una recente festa romana del partito democratico, ex festa dell'Unità, tragica inversione dei termini consueti di origine partigiana: Bella Ciao. Procedendo per accumulazione di linguaggi, slittamenti, associazioni, ellissi, il lavoro si muove tra la fiaba e Beatiful, tra slogan politici e jingle, consigli per gli acquisti e chat da rotocalco, sullo sfondo della fine della Storia.


UBU REX mastica

 

dal 13 all'18 aprile

OlivieriRavelli_Teatro 

Terzo Millennio



drammaturgia e regia Fabio M. Franceschelli  

con Claudio Di Loreto, Francesca Guercio, Alessandro Margari
scene e costumi OlivieriRavelli_Teatro

produzione amnesiA vivacE, Ass. Cult. Figli di Hamm


TERZO MILLENNIO, atto unico in due quadri. La pièce rappresenta un luogo surreale non specificato (potrebbe essere un’isola, un deserto, una città, una stanza) ove tre personaggi altrettanto surreali - la Donna, il Maiale, il Pescatore - si impegnano in un dialogo serrato, sincopato, carico contemporaneamente di aspetti drammatici e di forte umorismo. Il tutto è concepito come un crescendo di tensione e di attesa, che nei momenti finali raggiunge il parossismo sino ad esplodere per il sopraggiungere fulmineo di un EVENTO particolare, più volte annunciato nei dialoghi che lo precedono.

Immersi in un assurdo molto familiare, Maiale, Donna e Pescatore affrontano il mistero della loro esistenza, alla ricerca disperata di un senso che non si riduca al ridicolo che loro malgrado incarnano.


UBU REX ingoia

 

dal 20 al 25 aprile

Teatro Forsennato 

Le voci di Fuori 

7 Personaggi + 1 Attore + 2 Tecnici = Aurelio

20044_1321727117724_1067209163_969015_1040232_n.jpg


con Dario Aggioli 

scenografie Sergio Lo Gatto e Dario Aggioli 

puppets Sergio Lo Gatto 

sound designer Lucio Leoni 

software audio e luci Francesco (Franz) Rosati 

foto Jacopo Quaranta 

aiuto-regia Susan El Sawi 

ideato e diretto da Dario Aggioli 

in coproduzione conAssociazione OZ di Trento 

 

Selezione Premio Scenario 2009 

Spettacolo vincitore del Bando OFFX3 


Aurelio Fuori, un ventriloquo che, a causa del successo e della smania di perfezione, ha perso di vista i valori importanti della vita. La perdita di sé stesso lo fa naufragare agli angoli delle strade, in compagnia dei suoi oggetti più cari e dei suoi pupazzi. Nella messa in scena, Aurelio Fuori è rappresentato da un manichino, unico "attore" della performance. Il vero attore (visibile solo in parte) controlla le voci e i movimenti di tutti i pupazzi, cambiando le voci attraverso un software di campionamento e controllando 

musiche e luci con i piedi attraverso una pedaliera. La coincidenza tra interprete e tecnico ha una valenza estetica ma anche drammaturgica. 



UBU REX digerisce

 

27 e 28 aprile

Daniele Timpano/amnesiA vivacE 

ECCE ROBOT!

Cronaca di un'invasione

n57163708108_8492.jpg


drammaturgia, regia, interpretazione Daniele Timpano

ispirata liberamente all’opera di Go Nagai

musiche originali Michela Gentili e Natale Romolo 

ispirate liberamente all’originale colonna sonora di Michiaki Watanabe

disegno luci e voce narrante di Marco Fumarola

registrazioni audio effettuate presso Rialto Santambrogio di Roma

montaggio audio a cura di Lorenzo Letizia 

editing e missaggio a cura di Marzio Venuti Mazzi aiuto regia Valentina Cannizzaro e Marco Fumarola

Progetto grafico Alessandra D'Innella

foto di scena Antonella Travascio produzione amnesiA vivacE 

in collaborazione con Armunia Festival Costa degli Etruschi



"Ero bambino, tra gli anni ’70 e gli anni ’80, quando arrivarono in Italia i primi cartoni animati giapponesi. Era l'Italia delle stragi, del rapimento di Aldo Moro, delle Brigate Rosse e dell'ascesa di Silvio Berlusconi e delle sue televisioni, ma questo io non lo sapevo ancora. Ignaro di trovarmi nel bel mezzo degli anni di piombo, vivevo l'infanzia tra robot d'acciaio."

Ispirato liberamente all’opera di Go Nagai (Jeeg Robot, Goldrake, Mazinga) lo spettacolo è il divertito ed autocritico racconto di una generazione cresciuta davanti alla Tv.



29 e 30 aprile
Daniele Timpano/amnesiA vivacE e Elvira Frosini/Kataklisma

Sì l'ammore no

si-lammore-no.jpg


di e con Elvira Frosini e Daniele Timpano

disegno luci Dario Aggioli

registrazioni audio Marco Fumarola, Dario Aggioli, Lorenzo Letizia

foto di scena Jacopo Quaranta, Ulisse & Cannone

produzioneKataklisma, amnesiA vivacE, Consorzio Ubusettete

in collaborazione con Arti Vive Festival, Centro di documentazione Teatro Civile, Armunia



Finalista Premio Tuttoteatro.com alle arti sceniche Dante Cappelletti 2008

 

Le più belle storie d'amore sono quelle che finiscono quando uno dei due muore sul colpo. Un uomo e una donna. S' incontrano. Si amano. Si mangiano.
L’amore nell’immaginario collettivo, tra cliché, misoginia, pornografia, femminismo, sdolcinatezze e melensaggini. Daniele Timpano e Elvira Frosini attraversati e scossi dai più disparati materiali: da Faccetta nera a Little Tony, dalle canzoncine anni trenta a Frank Zappa e Celentano, da Goethe e Cavalcanti a Beautiful e Mahler, passando per gli Harmony e il Vangelo. La mamma è sempre la mamma? La donna è una madonna? E l’uomo è cacciatore?

"Noi facciamo l'amore così. In playback. Tutto il mondo lo fa."  [ EF + DT ]



1 maggio

Daniele Timpano/amnesiA vivacE

Dux in scatola
autobiografia d'oltretomba di Mussolini Benito

cartolina-dux-copia.jpg


drammaturgia, regia, interpretazione Daniele Timpano

collaborazione artistica Valentina Cannizzaro e Gabriele Linari
foto di scena Valerio Cruciani e Massimo Avenali 
progetto grafico Alessandra Dinnella

produzione amnesiA vivacE
in collaborazione con Rialto Santambrogio, Consorzio Ubusettete

 

Spettacolo finalista del Premio Scenario 2005


Un attore - solo in scena con l’unica compagnia di un baule che viene spacciato come contenente le spoglie mortali di "Mussolini Benito"- racconta in prima persona le rocambolesche vicende del corpo del duce, da Piazzale Loreto nel ’45 alla

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl