Nella rilettura di Ben Sidran Bob Dylan si trasforma in jazzman

19/apr/2010 20.23.43 S Pilato Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Libertà del jazz. Libertà di rileggere i successi di Bob Dylan spogliandoli delle sonorità folk-rock che li contraddistinguono e di regalare loro un nuovo abito decisamente jazz, a tratti swing, a tratti soul, a tratti funky, a tratti blues. Sempre elegante.

Libertà di suonare e cantare con un calice di vino rosso accanto ad un piede del pianoforte, di chiacchierare con il pubblico, di scegliere i brani della scaletta al momento, consultandosi con i compagni di palco.

Libertà di formare un quartetto ex novo a poche ore dal concerto e di riuscire a creare una sintonia perfetta sul palco, anche quando non c’è nemmeno il tempo di provare.

Tutto questo è accaduto al Joy Club di Modica con Ben Sidran, ospite di Note di Notte Winter insieme con Tom Warburton al contrabbasso, Leo Sidran alla batteria e il sassofonista catanese Cristiano Giardini che ha sostituito in corsa Bob Rockwell, bloccato in aeroporto dalla cenere islandese.

“Dylan Different” è  il nome del progetto presentato al pubblico ibleo che si è trovato di fronte ad un Dylan davvero differente.

Nessun arrangiamento ruffiano, nessuna tentazione in direzione delle cover, Sidran va oltre il tributo, la citazione, la sottolineatura e propone un omaggio personale, originale e sentito.

Le sue sembrano audaci riscritture che possono spiazzare i puristi, ma che di certo hanno conquistato gli amanti del jazz e i tanti estimatori del pianista di Chicago.

“Ho messo più di 40 anni per riuscire a pagare musicalmente il mio debito a Dylan. È qualcosa che avrei voluto fare da molto tempo – spiega Sidran - e sono molto contento di esserci finalmente riuscito. Avevo a disposizione cento canzoni, via via ne ho selezionate venticinque, alla fine sono arrivato a dodici”.

Penultimo appuntamento nel calendario di Note di Notte Winter, il concerto è stato preceduto da un drink a cura del Joy Club.

“Dylan Different” rientrava – unico evento modicano ed unico appuntamento musicale della provincia di Ragusa - tra le iniziative organizzate in occasione della XII Settimana della Cultura promossa dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

 

 

Modica 19 aprile 2010

 

Ufficio Stampa

Stefania Pilato 3382343355

stefaniapilato@gmail.com

Francesco Micalizzi 3392878013

fmicalizzi@hotmail.com

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl