Magia e suggestioni "baricchiane" protag oniste con la compagnia del Teatro Minimo.

09/mar/2010 08.52.32 CRISTINA BERGAMINI Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Magia e suggestioni “baricchiane” protagoniste con la compagnia del Teatro Minimo.


 

Sabato 4 settembre, alle ore 20.45, negli spazi della Piazza Moretto di Ardesio (BG) si terrà il reading teatrale di  Novecento, opera tra le più originali prodotte dal genio creativo di Alessandro Baricco.

A dar vita a questo monologo, la cui ricchezza è rappresentata dallo stile sobrio, ma assolutamente intenso della sua struttura, sarà la voce di Andrea Cereda, artista di Teatro Minimo. Una compagnia teatrale bergamasca di assoluto rilievo quest’ultima, da sempre attiva nella sperimentazione, in una ricerca tesa a unire la sobria oralità del teatro di narrazione ad un tessuto sonoro che si ispiri alla musica naturale della quotidianità, trasformandola, adattandola alla voce del racconto. Novecento, più volte definito come una sorta di fiaba, una leggenda senza tempo in grado di racchiudere tra le proprie pagine la magia dei “testi di una volta”, ha una trama assolutamente semplice. Come semplici e dirette sono le parole che ne animano le pagine. Parole che in modo naturale riescono a trasmettere tutto: emozioni, immagini, pensieri. Andrea Cereda, in un crescendo narrativo fatto di intensità poetica e di emozioni a volte struggenti, condurrà gli spettatori alla scoperta dell’incredibile storia di  Danny Boodman T.D. Lemon Novecento, il pianista più grande del mondo. Tutto accade su di una nave, il Virginian, che nei meravigliosi anni Venti, l’età del “jazz”, fa la spola dall'Europa alla tanto sognata America. Una nave che racchiude in sé tutte le storie del mondo. Ad accompagnare la voce di Cereda, ci sarà il Marm Quartet - quartetto jazz con Roberto Frassini Moneta al contrabbasso, Matteo Milesi alla batteria, Giuseppe Davino al pianoforte e Massimiliano Milesi al sax - che proporrà standard jazz degli anni Trenta e Quaranta.


L’evento è stato organizzato da “L’Araba Fenice”, neonata Associazione Culturale ardesiana che proporrà a partire dai prossimi mesi una serie di appuntamenti all’insegna di Arte&Cultura: eventi teatrali e musicali, corsi, visite guidate alla ri-scoperta del territorio e delle sue ricchezze, laboratori per bambini, incontri letterari. Tutto questo in collaborazione con il Museo Civico dell’Alta Valle Seriana che ha sede ad Ardesio e con la Biblioteca comunale. “Siamo nati con l’intento di promuovere sul nostro territorio tutto ciò che è Cultura” - ha affermato Gian Luigi Pezzoli, Presidente dell’Associazione - “cercando al tempo stesso di valorizzare il patrimonio culturale e storico che questo nostro territorio porta con sé. C’è tanta voglia di fare per e sul territorio e questo lo vediamo non solo all’interno della nostra associazione, ma anche in altre realtà da tempo attive nella promozione di iniziative volte ad animare il nostro paese. E’ proprio accanto e con queste realtà che “L’Araba Fenice” si propone di collaborare, così da offrire il proprio contributo alla valorizzazione culturale dei nostri territori.”


Per maggiori informazioni:
Cristina Bergamini: cristinabergamini@hotmail.com / 340-7787348

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl