PERCHE' SANREMO E' SANREMO

PERCHE' SANREMO E' SANREMO L'edizione 2011 del festival di Sanremo ha avuto inizio.

16/feb/2011 11.49.25 Momò Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

PERCHE’ SANREMO E’ SANREMO


L’edizione 2011 del festival di Sanremo ha avuto inizio.
Qualche canzoncina ha fatto pazientare il pubblico sino
all’apparizione piu’ attesa, quella delle vere protagoniste de
festival: Belen ed Elisabetta, avvenuta dopo qualche blocco
pubblicitario. Finalmente, intorno alle 22.00 le bellezze sono apparse
sul palco dell’Ariston e si sono concesse agli scatti ansiosi di
esperti fotografi che distribuiranno i propri capolavori a tutte le
riviste di Italia.
Non so quanti abbiano potuto apprezzare la poesia musicale  presentata
da Roberto Vecchioni, accecati dall’ansia trasmessa da improbabili
presentatori per l’arrivo delle stars indiscusse dello show piu’
famoso dello stivale. Io si.
Ho apprezzato la pungente dissonanza tra un testo esageratamente
intelligente ad amaro rispetto al mediocre contesto in cui con
raffinate note si vibrava. Poco mi importa se la bella e possibile di
turno ha nome Belen, Ruby, Raffaella, Noemi e se la mia amata Italia
riserva alla stessa copertine, denaro e fama, letti importanti di
uomini frustrati ed insoddisfatti.
Poco importa se in mezzo al ciarpume ho la possibilità di udire e
riconoscere note sublimi intrecciate a parole raffinate e scelte.
E’ tutta lì la mia soddisfazione.
Nel comprendere laddove la maggioranza si mischia nell’attendere.
Non sopporto che qualcuno lavori per pagare lo stipendio alla Minetti.
Non accetto che tutti ormai accettino il teatrino dei vecchietti
impotenti che comprano ogni merce con  soldi puzzolenti di putrido
potere.
Non giustifico genitori che vendono l’anima prima che il corpo di
figlie inconsistenti.
Non leggo giornali che attaccano o difendono per presa di posizione o
correnti di potere.
Non tollero chi sa solo proclamare “elezioni anticipate” contro il
governo del fare.
E combatto chi fa e si fa fare e pure intercettare.
E non taccio che mi ha rotto le scatole questo fatto che “Sanremo è Sanremo” .
Il finto perbenismo mi disgusta.
La giustificazione sempre di tutto mi fa vomitare.
L’attesa dell’arrivo sul palco di Belen ed Elisabetta mi fa tremare i polsi.
Roberto, professore, qui stiamo messi male!

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl