CESARE LANZA: "PERDE, MA E' SPLENDIDO, IL "SENSO" DI PAOLO BONOLIS IN PRIMA SERATA"

PERDE, MA E' SPLENDIDO, IL "SENSO" DI PAOLO BONOLIS IN PRIMA SERATA Il nuovo "Senso della vita" di Paolo Bonolis, finalmente in prima serata, come da lui e da molti desiderato, ha avuto uno spiacevole risultato, per lo meno in termini di audience.

28/mar/2011 13.26.42 STUDIO 254 Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

PERDE, MA E' SPLENDIDO, IL "SENSO"
DI PAOLO BONOLIS IN PRIMA SERATA



Il nuovo "Senso della vita" di Paolo Bonolis, finalmente in prima serata, come da lui e da molti desiderato, ha avuto uno spiacevole risultato, per lo meno in termini di audience. Ebbene, ne sono rattristato. Il programma è sempre splendido. Bene l'intervista con Christian De Sica, straordinario Ligabue, raramente visto con uguale disinvoltura e simpatia. E mi sono commosso, con Bonolis visibilmente emozionato e gli occhi lucidi, durante l'intervista alla madre che raccontava il dramma vissuto da e con le figlie. Non mi è piaciuto solo il pezzo con Laurenti, le classifiche, che peraltro sono un cult dell'umorismo, come certe gag di Walter Chiari ("Vieni avanti, cretino") o di Totò e Peppino De Filippo. La classifica era incentrata sui buoni motivi per farsi papa, ma a parte certe - poche - stralunate battute di Luca, non si rideva: a mio parere, perchè erano contorte, tirate per i capelli le motivazioni. Ma il programma nell'insieme mi è apparso bellissimo, complimenti a Bonolis e agli autori, miei colleghi per tanti anni e tanti successi. Merita un ottimo giudizio anche per il coraggio dell'innovazione. Insomma, Bonolis è un "unicum", in scena. Se gli fossi ancora vicino, spingerei lui e gli altri autori a scegliere temi e personaggi legati quanto più possibile all'attualità: è la mia fissazione di sempre. Ma il "Senso", il suo stile, le sue novità, vanno elogiati e sostenuti: il deludente risultato è uno schiaffo pesante non certo per chi lo ha messo in scena, con cura e passione, ma per il livello a cui è precipitata la nostra televisione. Se qualche lettore si stupisse, in relazione al rapporto tra me e Bonolis, aggiungo: la ferita dell'amicizia violata per me è ancora aperta (mi pesa, e sopporto, il grave difetto di credere nell'amicizia in modo, laicamente, sacrale), ma la delusione non mi fa velo... Sono fatto così. Nel bene e nel male, scrivo ciò che sento. E le valutazioni professionali non vanno mai contaminate, per quanto mi riguarda, dai rapporti personali.

Cesare Lanza


RISULTATI AUDITEL di ieri, 27 marzo 2011
PRIME TIME
Un medico in Famiglia. Su Rai 1 la nuova stagione della fiction prodotta da Publispei e interpretata da Giulio Scarpati, Margot Sikabonyi e Francesca Cavallin, ha registrato nel primo episodio dal titolo “Ricominciare“, 6.387.000 telespettatori, share 22,14% e nel secondo “La gita scolastica“, 5.947.000 26,24%. Su Canale 5 la prima puntata del talk show Il Senso della Vita, condotto da Paolo Bonolis con Luca Laurenti con ospiti tra gli altri Christian De Sica e Luciano Ligabue, ha intrattenuto una platea di 3.704.000 telespettatori, 16,56% di share.
Su Rai 2 l’ottava stagione in prima tv della serie NCIS ha totalizzato nell’episodio “Intrigo internazionale” 3.109.000 telespettatori, share 10,51% (%) e di seguito Hawaii Five-O con “L’evaso“, ha catturato 3.192.000 11,04% (%). Su Italia 1 il film in prima tv Tropic Thunder - Unisciti a loro con Ben Stiller e Robert Downey jr. ha riportato una media di 1.841.000 telespettatori, 6,81% di share (% su t.c.).
Su Rai 3 la prima puntata della nuova serie di Report condotta da Milena Gabanelli ha interessato 3.501.000 13,25% e su Retequattro la soap opera Tempesta d’amore, 1.992.000 7,33%. Su La7 il film western I magnifici sette è stato visto da 984.000 telespettatori, share 4,33%.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl