ven 15 aprile: Michele Campanella in Marescotti

04/nov/2011 13.29.26 Ufficio Stampa del DMS Dipartimento di Musica e Sp Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Gentilissimi,
allego comunicato stampa e foto  per prossimo EVENTO della rassegna LA SOFFITTA 2011:
venerdì 15 aprile ore 16 in Palazzo Marescotti, il pianista Michele Campanella presenta il suo libro su Franz Liszt, con esempi musicali dal vivo e
in dialogo con i musicologi Maurizio Giani e Paolo Valenti.
Ingresso libero fino esaurimento posti.
Grazie dell'attenzione!
a presto,
laura
 
_____________________________________
Laura Bernardini
responsabile ufficio stampa
Dipartimento di Musica e Spettacolo
Alma Mater Studiorum - Università di Bologna
via Barberia 4 - 40123 Bologna
Tel.diretto 051.2092053
Mob. 329.2158045
Skype: l.bernardini
l.bernardini@unibo.it
www.muspe.unibo.it/stampa
 
 

   Alma Mater Studiorum - Università di Bologna
DIPARTIMENTO DI MUSICA E SPETTACOLO
CENTRO LA SOFFITTA
 
presenta

nell’ambito della rassegna “LA SOFFITTA 2011”

progetto IL DISCORSO MUSICALE:

presentazioni di volumi insieme agli autori, con esecuzioni musicali dal vivo

 

IL MIO LISZT. CONSIDERAZIONI DI UN INTERPRETE

Presentazione del libro del pianista Michele Campanella

con Maurizio Giani, Paolo Valenti e l’autore

 

 

venerdì 15 aprile ore 16

Salone di Palazzo Marescotti, via Barberia 4 - Bologna

 

Ingresso libero

 

Nell’anno del bicentenario della nascita del compositore ungherese Franz Liszt, il noto pianista Michele Campanella sarà ospite del Centro La Soffitta - Dipartimento di Musica e spettacolo dell’Università di Bologna per presentare il suo volume “Il mio Liszt. Considerazioni di un interprete” (Bompiani, 2011) insieme ai musicologi Maurizio Giani e Paolo Valenti. Il programma include alcune esecuzioni dal vivo dello stesso Campanella, al pianoforte.

 

Venerdì 15 aprile ore 16 nel Salone di Palazzo Marescotti, via Barberia 4 - Bo:

IL MIO LISZT. CONSIDERAZIONI DI UN INTERPRETE presentazione del libro di MICHELE CAMPANELLA (Bompiani editore, 2011) con l’autore, Maurizio Giani e Paolo Valenti.

 

Figura controversa, a fronte di un’indiscussa fama come eccezionale virtuoso del pianoforte, per il suo talento compositivo Franz Liszt manca ancora oggi di una definitiva collocazione nella storia della musica. Michele Campanella, fra gli interpreti lisztiani più noti a livello internazionale, ne delinea un ritratto complesso e “vissuto”, che parte dalla sua personale esperienza di concertista. Dall’esposizione del “caso” Liszt, attraverso un discorso metodologico sugli aspetti tecnici necessari a un’adeguata interpretazione dei testi, si sviluppa un percorso musicale che è anche un racconto biografico, sino alla definizione di una nuova immagine del compositore ungherese. Trionfante virtuoso e frequentatore dell’alta società, Liszt termina i suoi anni chiuso nella riservatezza dell’asceta e nella sperimentazione di nuovi linguaggi musicali. Una storia da riscoprire.

 

MICHELE CAMPANELLA considerato internazionalmente uno dei maggiori virtuosi e interpreti lisztiani, ha affrontato in oltre 45 anni di attività molte tra le principali pagine della letteratura pianistica. La Società “Franz Liszt” di Budapest gli ha conferito il Gran Prix du Disque nel 1976, nel 1977 e nel 1998, mentre l’American Liszt Society, nel 2002, la medaglia ai “meriti lisztiani”. Ha suonato con le principali orchestre europee e statunitensi, collaborando con direttori quali Claudio Abbado, Gianluigi Gelmetti, Zubin Mehta, Riccardo Muti, Georges Prêtre, Esa-Pekka Salonen, Wolfgang Sawallisch, Thomas Schippers, Christian Thielemann. Dal 2008 è Presidente della Società Liszt, chapter italiano dell’American Liszt Society.

 

Per informazioni: Centro La Soffitta del DMS tel.051.2092400 - www.muspe.unibo.it

 
 
 
 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl