13 maggio :: GIORNALISMO ONLINE - Presentazione del volume Penne Digitali 2.0 @ Feltrinelli Libri e Musica (Bari)

Allegati

05/dic/2011 11.25.01 Debaser.Ent Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

COMUNICATO STAMPA
CON RICHIESTA DI MASSIMA DIFFUSIONE E PUBBLICAZIONE


VENERDI’ 13 MAGGIO
ORE 18.30 @ Feltrinelli Libri e Musica (Bari)
GIORNALISMO ONLINE
Presentazione del volume Penne Digitali 2.0



Venerdì 13 maggio – alle ore 18.30 nei locali della Feltrinelli di Bari – il mondo dei mass media sarà al centro dell’incontro sul giornalismo online e sulla mutazione delle sue forme contemporanee. Punto di partenza sarà Penne Digitali 2.0, il volume edito dal Centro di Documentazione Giornalistica in cui vengono analizzati gli strumenti, gli stili e le nuove frontiere dell’informazione del nostro tempo. Interverranno Roberto Zarriello (autore del libro), Pino Bruno (scrittore, giornalista scientifico e blogger) e Michele Casella (giornalista).

In un mondo in cui l’interazione sociale sta radicalmente cambiando le sue dinamiche quotidiane, il lavoro del giornalista si trova ad affrontare una vera rivoluzione, sia dal punto di vista formale che sostanziale. Il web, attraverso sue forme partecipative, ha ribaltato le dinamiche dell’informazione e dato vita a nuove categorie professionali come quelle del “Content Creator" e del "Virtual Community Manager". Dal blog ai social media, dalla scrittura ipertestuale alla circolazione di contenuti multimediali, il contesto di riferimento per i giornalisti si trova a confrontarsi con un fondamentale ribaltamento della fruizione. Le notizie raggiungono gli utenti attraverso nuove circuitazioni, seguendo percorsi imprevedibili e mischiandosi ai contenuti di una rete perennemente in divenire. ’Mash-up’ e ‘condivisione’ diventano parole-chiave per la comprensione delle dinamiche contemporanee ed allo stesso tempo la figura dei web editor diviene riferimento principale per l’utente nella selezione e diffusione delle informazioni.
Il libro Penne Digitali 2.0 realizza un excursus attraverso i recenti mutamenti della professione di giornalista e li inserisce nel moderno panorama professionale, spaziando dai principi generali alla scrittura su web, dal contesto della blogosfera alla comunicazione pubblica. Tutti temi che oggi occupano una grande rilevanza e che sono anche alla base del primo master post-laurea sulla professione di web editor che partirà a Bari dal prossimo settembre (http://bit.ly/iNiWfK). Un incontro sui cambiamenti dell’editoria e sui riverberi nel campo imprenditoriale, in un momento in cui le nuove frontiere del marketing e della comunicazione passano necessariamente dalla rete globale.


IL VOLUMEPenne Digitali 2.0 - Fare informazione online nell'era dei blog e del giornalismo diffuso
“Un giornalismo più moderno, che sfrutta la tecnologia, ma per abbattere i muri e non per creare cortili virtuali per iniziati. Che mantiene le sue sacre regole. Che non viene usurpato dal contenuto generato dagli utenti: lo accoglie, lo valuta, lo utilizza. Che riscopre il dovere di dare un servizio (...). Che grazie al web arriva fra i monaci birmani, con i dissidenti cinesi, sul blog di un assassino, sulla pagina MySpace di una futura rockstar, sul ghiacciaio che scompare, fra la gente che manda le foto dei rifiuti sottocasa”. Così Giuseppe Smorto, responsabile di Repubblica.it, descrive il fare giornalismo su Internet nella certezza che questo medium rappresenti un'occasione e non una minaccia per l'informazione. Penne Digitali 2.0 è un manuale completo di teoria e tecniche che il giornalista deve possedere per cogliere al meglio le opportunità che il world wide web offre alla sua professione.”

ROBERTO ZARRIELLO è laureato in Scienze Politiche presso l’università di Bari con una tesi sulla comunicazione politica. È docente di Scrittura multimediale nel Master in Nuovi Media e Formazione delle Università degli Studi di Lecce e Foggia e collabora con la cattedra di Uffici Stampa e Urp presso la Facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università La Sapienza di Roma. Esperto di cultura digitale, scrive per Repubblica Bari, Espresso, Affari Italiani e collabora con alcune televisioni locali. È presidente per il Sud Italia dell’Associazione GSA che rappresenta giornalisti specializzati nel settore Internet e tecnologie.

PINO BRUNO scrive per passione e per dovere, giornalista alla Rai e autore di libri di divulgazione digitale per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer. Per la sua lunga frequentazione balcanica, si occupa della rubrica settimanale EstOvest (già Levante), che va in onda la domenica alle 11.00 su RaiTre. È iscritto all’UGIS, l’Unione dei giornalisti scientifici italiani. Dal 1995 al 2010 è stato consigliere regionale e nazionale dell’Ordine dei giornalisti. Il mondo digitale lo ha sempre appassionato. Come tanti ha cominciato con un vecchio Commodore e, da allora, non ha mai smesso di picchiare sulla tastiera. Ha frequentato le BBS con il suo primo modem a 2400 e poi, rubacchiando account agli amici accademici, ha scoperto la Rete. Ha dato una mano agli autori del cd-rom “Bari Medievale e Moderna”, edito da Laterza, uno dei primi prodotti multimediali in commercio e ha scritto alcune sezioni dei CD-Rom “La via Francigena in Puglia” e “Paesaggio mediterraneo” di Araba Fenice Edizioni Multimediali. Per Mondadori Informatica ha pubblicato “Le parole della Rete” (I Miti, 2001), “Il cittadino digitale” (I Miti, 2002) , e – con Marco de Salvo – “Dal DVD al CD con un clic” (marzo 2003) “Windows XP alla massima potenza” (ottobre 2003), “Windows XP con Service Pack 2” (ottobre 2004), “DivX guida pratica” (I Miti, 2005), “Mouse? No grazie” (2006). Per Sperling&Kupfer ha scritto “Dolce Stil Web” (2009). E' tra gli autori del volume “La professione del giornalista” (Collana “Studiare da giornalista” a cura di Michele Partipilo e Stefano Natoli, volume III, edito dal Centro di Documentazione Giornalistica, 2009).

MICHELE CASELLA è giornalista ed esperto di comunicazione. Suoi articoli sono apparsi su XL, Alias, Il Manifesto, Il Corriere del Mezzogiorno, Pulp Libri, Rockerilla, Europuglia, Prima Fila, Ali Del Levante, Freak Out, Neural e Freequency. Dal 2007 è inoltre direttore responsabile di Pool, progetto multimediale che ha dato vita ad una rivista, una trasmissione radiofonica, un sito internet, eventi di cultura, spettacolo e molto altro. Nel 2007 è stato curatore dell’antologia a fumetti “Gli Intrusi” (pubblicata da Coconino Press, prefazione di Goffredo Fofi). Dal 2008 è art director editoriale della Imood sas, società di comunicazione attiva nel mondo della cultura, del web, della moda e dell'editoria. Dal 2001 al 2008 è ideatore e curatore di una serie di programmi radiofonici per l’emittente Controradio Popolare network, fra cui la trasmissione quotidiana Glider dedicata a sonorità indipendenti e d’avanguardia. Dal 2009 passa a Radio Città Futura, dove cura il programma quotidiano Pool insieme alla redazione della testata giornalistica. A ciò affianca un’intensa attività di ufficio stampa e di organizzatore di eventi.


13 maggio
GIORNALISMO ONLINE
Presentazione del volume Penne Digitali 2.0
@ Feltrinelli Libri e Musica
Via Melo, 119 (Bari)

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl