cs Bmotion

cs Bmotion. comunicato stampa con preghiera di pubblicazione Dal 23 agosto al 3 settembre 2011 TORNA B.MOTION: NUOVI SEGNI CONTEMPORANEI INVADONO LA CITTÀ DI BASSANO DEL GRAPPA Dal 23 agosto e fino al 3 settembre torna a Bassano B.Motion, vero e proprio festival nel festival, con i suoi progetti dedicati ai linguaggi più contemporanei nel teatro e nella danza.

Persone Chico Matijevic, Matteo Latino, Maurizio Lupinelli, Oliver Bray, Rachel Krische, Yasmeen Godder, Iris Erez, Alessandro Sciarroni, Francesca Foscarini, Eva Recacha, Riccardo Buscarini, Rodrigo Sobarzo, Alma Soderberg, Daniel Abreu
Luoghi Regno Unito, Ebla
Argomenti teatro, arte, spettacolo, letteratura

09/ago/2011 14.22.51 Operaestate Festival Veneto Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 
comunicato stampa con preghiera di pubblicazione
 
Dal 23 agosto  al 3 settembre 2011
TORNA B.MOTION: NUOVI SEGNI CONTEMPORANEI INVADONO LA CITTA' DI BASSANO DEL GRAPPA

 

Dal 23 agosto e fino al 3 settembre torna a Bassano B.Motion, vero e proprio festival nel festival, con i suoi progetti dedicati ai linguaggi più contemporanei nel teatro e nella danza. Il programma 2011 consolida l'impegno e la vocazione internazionale di Operaestate, la sua attenzione ai giovani artisti e alle loro creazioni attraverso coproduzioni, residenze ed altre forme di sostegno.

 

In tutto saranno 34 gli appuntamenti, concentrati in 2 settimane, 14 prime nazionali, 11 coproduzioni. E poi incontri, workshop, laboratori di critica teatrale, per promuovere il dialogo tra artisti, operatori, critici, ricercatori e pubblico.

 

Tante le proposte di B.motion DANZA inevitabilmente diverse tra loro. Ironia, denuncia, vuoto emotivo, intimità, astrazione, e soprattutto corpi.

 Apertura con il coreografo spagnolo Daniel Abreu che osserva l’universo femminile, è un corpo che diventa cassa di risonanza quello di Alma Soderberg ma anche di Rodrigo Sobarzo. Entrambi presentano progetti capaci di aprire immaginari complessi attraverso gesti e azioni elementari.

Per la prima volta il festival ospita integralmente i finalisti di The Place Prize, uno dei più prestigiosi riconoscimenti internazionali dedicati alla danza contemporanea, osservatorio privilegiato per le nuove tendenze coreografiche made in UK. Profondamente diverse le forme e i contenuti dei quattro progetti selezionati. Dalle atmosfere noir di Buscarini/Camiloti/De la fe all’humor nero di Eva Recacha, dalle tensioni di coppia di Requardt e Opoku Addaie, nella complessità che separa fiducia e difficoltà di comunicazione, all’ironia dei vincitori, Lost Dog, che affrontano il rapporto a due nella scalcinata atmosfera di un circo che non c’è più.

Nutrito il gruppo degli italiani rappresentato da Francesca Foscarini, Alessandro Sciarroni e Riccardo Buscarini, italiano residente in UK, a dimostrazione della vitalità della scena nazionale. Grande attesa per il ritorno al festival di due artiste israeliane come Iris Erez e Yasmeen Godder, entrambe con dei lavori di grande potenza espressiva in linea con la loro rigorosa ricerca artistica.

Ancora ironia ed estremo controllo delle possibilità offerte da un corpo in movimento, nei progetti di  Rachel Krische e Oliver Bray e la presenza di Public in Private. 

 

Esagerazione e misura, parole e silenzi, potenza dell’immagine e piacere dell’ascolto. Sono solo alcuni dei tanti stimoli che si potranno rintracciare in questa edizione di B.motion TEATROche ospita nuovi talenti tutti da scoprire e nomi affermati della scena contemporanea italiana ed internazionale.

Tra i protagonisti indiscussi del teatro di ultima generazione tornano al festival Babilonia Teatri, con la versione definitiva di “The end”. Ad aprire il festival insieme a loro Nerval Teatro, compagnia guidata da Maurizio Lupinelli, artista storico della ricerca italiana.

Sarà poi la volta di due gruppi che si sono imposti sulla scena con il loro linguaggio estremo e a tratti disturbante. Si tratta di Ricci I Forte, compagnia esplosa attraverso i mezzi di comunicazione virtuale e che oggi vanta estimatori appassionati su tutta la penisola. Con loro Fibre Parallele, che debuttano al festival con il loro nuovo lavoro dai sapori violenti e selvaggi. Sul versante nuova drammaturgia completano il quadro i veneti del Collectivo TBT con uno splendido testo che parla di disagio e marginalità.

Ma anche in questa edizione ci sarà spazio per il teatro più fortemente performativo dove è l'immagine a farla da padrona. Tornano gli Anagoor, con “Fortuny”, e poi Città di Ebla e Teatro Persona, gruppi tra i più affermati a livello nazionale che portano a B.motion due lavori dal tratto fotografico e pittorico di grande potenza visiva.

Novità assolute quelle proposte invece dal Premio Scenario, che il festival ospita quest’anno per la prima volta con tutti e quattro i progetti della Generazione 2011 (Matteo Latino, Foscarini-Nardin-D'agostin, Respirale Teatro, Il Castello di Sancio Panza) e con i segnalati In quanto Teatro. Ma l’attività di scouting del festival non si ferma qui e prende il rischio di sostenere progetti in divenire come quelli di Dolores-Graziosi, Vilardo-Bersani e Ailuros. Infine sul versante internazionale chiusura spiazzante con l’originalità performativa di Chico Matijevic, singolari portavoce di memorie collettive ipertestuali.

 

Card e biglietti in vendita presso la biglietteria del Festival in Via Vendramini a Bassano tel. 0424.524.214 - 0424.217811 Numero Verde 800 99 11 06 www.operaestate.it

 

allego il programma e delle immegini

 

Alessia Zanchetta
OperaEstate Festival Veneto
Comunicazione
tel. 0424 217804
 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl