Con Gavin Christopher, Tony Patler e Roby Edwards è stata scritta una pagina di storia della musica in provincia di Ragusa

Con Gavin Christopher, Tony Patler e Roby Edwards è stata scritta una pagina di storia della musica in provincia di Ragusa.

Persone Innocenzo Pluchino, Otis Redding, James Brown, Joe Cocker, Antonio Modica, Michael Jackson, Carlos Santana, Roby Edwards, Tony Patler, Roby Edwards, Tony Patler, Christopher
Luoghi Italia, Marina di Modica, provincia di Ragusa
Organizzazioni Monoresort Beach Club, Facebook Inc.
Argomenti musica

22/ago/2011 18.02.17 S Pilato Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Per due sere Marina di Modica si è trasformata in un palcoscenico internazionale di straordinario prestigio grazie alla presenza di tre stelle di prima grandezza della musica d’Oltreoceano.

Mostri sacri del Soul, del R&B più in generale, e del Pop-rock d’autore, Gavin Christopher, Tony Patler e Roby Edwards, grazie all’invito di Monoresort Beach Club, hanno regalato al pubblico siciliano due serate in esclusiva nazionale che resteranno nella memoria della provincia di Ragusa.

Sabato 20 e domenica 21 agosto, per la prima volta insieme in Italia, Christopher, Patler ed Edwards, artisti che hanno scritto i loro nomi nella gerenza della storia della musica al fianco di Stevie Wonder, Carlos Santana e Michael Jackson, hanno sfogliato, insieme con Antonio Modica e i Mohac Music Machine, le più belle pagine della “musica dell’anima”.

E tra i grandi classici in scaletta - da “Unchain my heart” di Joe Cocker a “My girl” firmata The Temptations, da “It’s a man’s world” di James Brown a “ I’ve been loving you too long” di Otis Redding, da “Diavolo in me” di Zucchero a “Superstition” di Stevie Wonder - ha trovato spazio anche “Fantasia” di Antonio Modica.

La band iblea ha dialogato egregiamente con i tre artisti americani che hanno incantato il pubblico con lo straripante talento e con la generosissima simpatia mostrata sia sulla scena che dietro le quinte.

Nonostante le quasi tre ore sul palco, infatti, le tre stelle americane  non si sottratte all’abbraccio affettuoso del pubblico dedicando a ogni fan un sorriso, una foto, una battuta.

E all’indomani del concerto fa piacere leggere sulle bacheche di Facebook di questi tre artisti internazionali l’entusiasmo per la bellezza di Modica, i ringraziamenti per il calore della gente incontrata e i tanti complimenti per l’organizzazione del Monoresort che, diretto da Innocenzo Pluchino, si conferma location connotata dall’eccellenza delle proposte.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl