cs i Quintoriigo a Bassano

08/set/2011 11.19.12 Operaestate Festival Veneto Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
    ASSOCIAZIONE STILE LIBERO - OPERAESTATE FESTIVAL VENETO

 

Comunicato stampa con preghiera di pubblicazione

 ARRIVANO A BASSANO I QUINTORIGO

IL FENOMENO DEL ROCK COLTO MADE IN ITALY

Sabato 10 Settembre Ore 21.30 Castello degli Ezzelini

 

Quarto appuntamento a Bassano con  la musica dal vivo di Stile Libero festival, che mixa la musica elettronica, il jazz, il rock colto in alchimie sonore e contaminazioni tra i generi.  Stile Libero si propone come il festival dell’estemporaneità e della contaminazione musicale e in cinque serate porterà a Bassano le migliori espressioni della musica sperimentale contemporanea, la programmazione è curata dall’omonima Associazione appena nata in città e animata da Carlo Casale, Luca Berton e Antonio Cardella.

 

Sabato 10 saranno i Quintorigo ad animare la serata Stile Libero al Castello degli Ezzelini di Bassano. Da anni considerata il fenomeno del “rock colto” italiano, la band romagnola torna alla formazione originaria, composta da tre strumenti ad arco, un sassofono ed una voce e porta a Bassano l’ultimo album intitolato “English Garden”. Due anni di lavoro, tra scrittura, registrazioni e ricerca sonora, sono serviti ai Quintorigo per "fotografare in musica" la realtà cruda e violenta di questi tempi. Con questo lavoro, il gruppo torna all'approccio istintivo e viscerale del rock degli esordi, arricchendolo però con la consapevolezza e l’esperienza maturate in anni di ricerca.

 

I Quintorigo muovono i primi passi verso la metà degli anni ’90, maturando le tecniche di arrangiamento applicate al rock d’autore ed esibendosi come inconsueta cover-band nei club dell’Emilia-Romagna. Le prime “illustri vittime” delle loro insolite rielaborazioni sono, per citarne alcune, Beatles, Hendrix, Deep Purple, Nirvana, ma anche Area, Battiato e poi Mozart e Rossini.

Lo studio dei Maestri del passato conferisce loro dimestichezza nell’arrangiamento, che diventa una sfida, un banco di prova, un’arte che i Quintorigo elaborano a modo loro sia che si tratti di operare filologicamente o con totale e dissacrante libertà.

 

Ben presto la band sente la necessità e l’urgenza di scrivere materiale inedito e comincia a  tentare concorsi e festival, prima locali, poi nazionali. Arrivano così le prime conferme come il primo posto ad Arezzo Wave ’98, il premio della critica e per il miglior arrangiamento a Sanremo ’99, il premio Tenco, lo stesso anno, come miglior opera prima, per citarne alcuni, fino ad arrivare ai riconoscimenti dell’ultimo lavoro, premiato come miglior formazione dell’anno 2008 da Top Jazz.

 

In più di dieci anni di carriera i Quintorigo hanno realizzato decine di tournée, migliaia di concerti, seguiti da un pubblico colto ed affezionato, collezionando alcune memorabili partecipazioni al Primo maggio a Roma, al Premio Tenco, al Premio Ciampi, ad Umbria Jazz, al Premio Recanati e al Mittelfest di Cividale del Friuli. Parallelamente all’intensa attività live, il gruppo ha sviluppato un lavoro discografico che attualmente conta sette CD, da “Rospo” del ’99, ai recentissimi “Quintorigo play Mingus” e “Le Origini”. Nell’arco di questi anni di lavoro artistico inoltre, la band ha sviluppato numerose e spesso prestigiose collaborazioni tra cui gli stessi Quintorigo amano ricordare Carmen Consoli, Ivano Fossati, Franco Battiato, Enrico Rava, Antonello Salis, Roberto Gatto, Gabriele Mirabassi, Maria Pia De Vito.

 

Nel 2009 i Quintorigo hanno raddoppiato la loro attività live proponendo due spettacoli distinti con due vocalist diversi: “Quintorigo play Mingus” con Maria Pia De Vito e “Quintorigo Le Origini” con Luca Sapio.  Parallelamente il gruppo ha sviluppato numerosi progetti tra cui la realizzazione di un nuovo album di inediti, “English Garden” appunto, registrato con il cantante Luca Sapio e che ha visto la luce nella prima metà del 2010.

In caso di maltempo i concerti si svolgeranno presso il Teatro Remondini. Informazioni Biglietti e prevendita presso la biglietteria di OperaEstate Festival Veneto, Via Vendramini, 35, tel  0424.524.214 e nei punti vendita Box office info anche info@stilelibero.org, tel 042472707 / 328 8654325

 

 

In caso di maltempo i concerti si svolgeranno presso il Teatro Remondini. Informazioni Biglietti e prevendita presso la biglietteria di OperaEstate Festival Veneto, Via Vendramini, 35, tel  0424.524.214 e nei punti vendita Box office info anche info@stilelibero.org, tel 042472707 / 328 8654325

 

Alessia Zanchetta
OperaEstate Festival Veneto
Comunicazione
tel. 0424 217804

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl