INFINITO FUTURO - liberamente ispirato a 1984 di Orwell - fino al 18 dicembre - Teatro dell' Orologio - Roma

24/nov/2011 11.16.47 Artinconnessione Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
INFINITO FUTURO propone uno scenario post-contemporaneo sul modello di “1984” di Orwell, in un’ambientazione evocativa e simbolica che lascia allo spettatore il compito di costruirsi le sue immagini. Lo spettacolo, per il suo impianto scenico, offre a ciascuno la possibilità di un punto di vista diverso. I sette attori, seduti in ordine sparso accanto agli spettatori, sono come i casuali officianti di un rito doloroso e grottesco, i rappresentanti del malessere inconsapevole dell’umanità.
Grazie mille per l'attenzione. Buon lavoro. 
AiC

con gentile richiesta di pubblicazione




con gentile richiesta di pubblicazione
 

TEATRO DELL’OROLOGIO

CUBATEA
presenta

IN FILA tagliata mail.jpg
INFINITO FUTURO  

scritto e diretto da Antonio Sanna
liberamente ispirato a “1984” di Orwell

    con:     Laura Amadei          Ezio Conenna            Gianfranco Miranda           Giulio Pierotti 
                              Antonio Sanna           Francesco Sechi             Stefano Thermes


Una società in cui la verità viene non imposta, ma nascosta sotto cumuli di opinioni, versioni, informazioni inutili; una società in cui anche l’informazione e la cultura sono sottoposte alla logica del consumo, come pure i rapporti fra le persone; una società che si considera libera, anzi la più libera, perché offre tavole con cibi infiniti per abbuffate coatte, perché la sua produzione di parole e di merci è in continua frenetica crescita in una proiezione di futuro infinito che sogna la prima civiltà immortale. Se banalmente e comodamente si pensa che la libertà sia proporzionale al numero di opzioni disponibili, meno comodo è pensare che essa sia uno stato interiore legato alla capacità di scelta, anche fra due sole possibilità.

INFINITO FUTURO propone uno scenario post-contemporaneo sul modello di “1984” di Orwell, in un’ambientazione evocativa e simbolica che lascia allo spettatore il compito di costruirsi le sue immagini.

Lo spettacolo, per il suo impianto scenico, offre a ciascuno la possibilità di un punto di vista diverso. I sette attori, seduti in ordine sparso accanto agli spettatori, sono come i casuali officianti di un rito doloroso e grottesco, i rappresentanti del malessere inconsapevole dell’umanità.


dal 22 novembre al 18 dicembre 2011
Teatro dell’ Orologio - Sala Grande - via dei Filippini 17/A, Roma, 00186 
da martedì a sabato ore 21,15 - domenica ore 17,30
biglietti:   intero € 14 - ridotto € 12
info e prenotazioni :  
066875550 - 0668308735
Ufficio Stampa: Artinconnessione _ 3382006735 _
artinconnessione@gmail.com

www.infinitofuturo.wordpress.com
video promo: http://vimeo.com/30793892




--


Comunicazione e Ufficio Stampa
Service audio luci strutture
Organizzazione di eventi

Chiara Crupi  +39.3382006735
Vera Suprani +39.3283019925
Raoul Terilli   +39.3391039949
via C.Mezzacapo 12 - 00158 Roma (RM) - Italia
C.F. 97523080584 P.Iva 10736561001

http://www.artinconnessione.com
facebook: Artinconnessione Servizi Spettacolo
blog: http://artinconnessione.wordpress.com





blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl