UNITED For Africa 2011 - Straordinarie esibizioni nella cornice della Sala Verdi del Conservatorio di Milano

22/dic/2011 11.15.45 Chiesa di Scientology di Milano Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Si è svolto la sera del 17 dicembre, con grande successo, il Concerto di Beneficenza a sostegno del progetto United For Africa, grazie al quale ci si prefigge di contribuire a garantire il Diritto alla Vita e all’Istruzione in favore del continente africano. Il concerto e le attività del progetto si sviluppano sotto l’egida di organizzazioni il cui scopo è proprio la diffusione della conoscenza e la garanzia dell’applicazione dei principi della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani: L’Associazione per i Diritti Umani e la Tolleranza Onlus e il Dipartimento Diritti Umani della Chiesa di Scientology e Gioventù per i Diritti Umani.

Per gli organizzatori, un progetto concreto è sicuramente il miglior modo per celebrare l’anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani promulgata il 10 dicembre 1948 dalle Nazioni Unite, un faro che, se seguito, assicurerebbe una rotta sicura verso la creazione di una civiltà basata sul rispetto di ogni singolo individuo, indipendentemente dalla sua razza, credo o etnia. La ricorrenza dicembrina è dunque un modo per celebrare ogni anno la nascita della Dichiarazione, diffondendone il contenuto e i principi: Diritti inalienabili di ogni singolo essere umano volti a ribadirne e tutelarne valore e dignità. La scelta del motto del progetto è un’emblematica citazione dell’umanitario L. Ron Hubbard: “I diritti umani devono essere resi una realtà, non un sogno idealistico”, del quale durante la serata, è stato ricordato il centenario della nascita con tutti i ringraziamenti per aver ispirato un movimento mondiale in favore della salvaguardia di tali diritti.

Il patrocinio all’evento è da ricondursi alla Regione Lombardia, alla Provincia di Milano e ad Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani), mentre il ricavato verrà devoluto alla costruzione di scuole Ghana per garantire il Diritto all’Istruzione. Dalle informazioni divulgate dall’Unesco in occasione della Giornata Mondiale dell'Alfabetizzazione, sono circa 793 milioni gli adulti incapaci di leggere e scrivere nel mondo, la maggior parte donne, inoltre, 67 milioni di bambini in età scolastica non frequentano alcun istituto e altri 72 milioni di adolescenti che dovrebbero frequentare una scuola secondaria non hanno la possibilità di esercitare tale diritto. Numeri che certamente dovrebbero far riflettere ed, ancor di più, agire.

L’eccezionale cast che ha deciso di sostenere il progetto e salire sul palco della prestigiosa Sala Verdi del Conservatorio di Milano, era composto da Adrienne West, Dado Moroni e Rosario Bonaccorso (in un tributo jazz a Nat King Cole, Duke Ellington e Count Basie), Tullio de Piscopo e Mattia Cigalini, Irene Fornaciari, Antonino, Vulcanica Percussionisti, Dum Dance Woman Company. Ultime, ma non per importanza, l’eccellente direzione artistica di Bob Benozzo (Altavox) e conduzione di Ada Touré Moroni.

Durante il concerto è stato annunciato l’avvio dei lavori per una nuova struttura scolastica in Ghana, che garantirà gli studi ad una stragrande moltitudine di bambini. Gli artisti ed organizzatori ringraziano di cuore tutti per la partecipazione.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl