cs Elena Giannotti al CSC Garage nardini di Bassano del Grappa

24/feb/2012 14.21.48 Operaestate Festival Veneto Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.


comunicato stampa
Luned 27 febbraio alle ore 21.00 presso Il CSC Garage Nardini di Bassano del Grappa
ELENA GIANNOTTI AL CSC GARAGE NARDINI
La coreografa italiana, basata in Irlanda, condivide con il pubblico la ricerca del suo primo studio coreografico “Lo sguardo del cane”

Dall’inizio del 2012, quella di Elena Giannotti gi la quarta residenza coreografica che anima il CSC, Centro per la Scena contemporanea, lo spazio stabile per attivit di formazione e ricerca per le arti performative contemporanee di Operaestate Festival che ha come base operativa il Garage Nardini di Bassano del Grappa.
Il progetto - che intende promuovere in accordo e in rete con altri soggetti nazionali e in dialogo con le maggiori realt internazionali, i linguaggi del contemporaneo nei diversi campi delle arti sceniche - promosso dal Comune di Basano del Grappa e dallo scorso anno entrato a far parte dell’EDN l’European Dancehouse Network, la prestigiosa rete europea delle Case della Danza.

E’ un gradito ritorno quello di Elena Giannotti a Bassano, (l’anno scorso ebbe una residenza alla termine della quale present FACSIMILE) dove luned sera presenta il risultato dei primi sette giorni di prove per un nuovo lavoro, un primissimo studio quindi, intitolato LO SGURDO DEL CANE. ”Il lavoro – racconta Elena - si orienta verso immagini di scomposizione: visive, emotive, e l'assolo sar poi parte di un lavoro per due danzatori: quindi il processo artistico si svilupper su temi di dualit, riflessione e sovrapposizione di strutture.”
Come al solito, dopo aver assistito alla performance, il pubblico ha la possibilit di fermarsi per dialogare con l’artista, restituendole un feedback di ci che ha visto, e in qualche modo contribuendo cos a “ribilanciare” la direzione del lavoro che la coreografa sta portando avanti.

Elena Giannotti attualmente vive e lavora in Irlanda come artista indipendente, ha lavorato come danzatrice e collaboratrice con L’Ensemble di Micha Van Hoecke, Virgilio Sieni, Yoshiko Chuma, , Daghdha Dance Company.
Dal 2002 collabora intensamente a numerose creazioni e films per la coreografa Britannica Rosemary Butcher, e ha danzato in spazi prestigiosi come Tate Modern, Queen Elisabeth Hall, Sadler’s Wells a Londra, La Villette a Parigi, Place des Arts di Montreal, TanzQuartier a Vienna per dirne alcuni. Elena ha insegnato danza in vari centri europei e negli ultimi 7 anni si e’ concentrata sulla ricerca sperimentale sul corpo e su strumenti per l’improvvisazione sia nell’insegnamento che nella pratica performativa.

Il momento della residenza coreografica particolarmente importante per il processo creativo degli artisti, ai quali viene messo a disposizione uno spazio attrezzato e un periodo di tempo, per portare avanti la loro ricerca. In cambio viene chiesto loro di tenere workshop (gratuiti) per i danzatori o coreografi del territorio, e di condividere con il pubblico il percorso svolto durante la residenza. Una modalit che si conferma vincente viste le numerose richieste, che arrivano oramai da tutta Europa, di giovani artisti che chiedono di essere accolti a Bassano, ma anche per il pubblico che in qualche modo viene anch’esso “formato”, imparando a dialogare con gli artisti, vedendo lavori in progress, portati avanti da artisti che provengono da paesi diversi.

Serata ad ingresso libero fino ad esaurimento dei posti. Informazioni ufficio Operaestate tel. 0424519804 519819
--
Alessia Zanchetta Comunicazione OperaEstate Festival tel. 0424 519804
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl