ALESSANDRO PREZIOSI A VERONA RICREA LA MAGIA DELL'AMORE CON IL SUO CYRANO DE BERGERAC

28/mar/2012 12.13.44 Morena Pompignoli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
La città di Verona. Una delle prime cose che viene in mente è l'arena oppure il balcone di Giulietta  simbolo di un grande Amore. Lo stesso che è stato portato in scena da Alessandro Preziosi con il suo Cyrano nella splendida cornice dello stabile di Verona. Un teatro che risplende nel suo "antico" ma che, per ospitare questo spettacolo, si è  allargato ad una frizzante visione moderna.

Osservando lo spettacolo si coglie il parallelismo tra il sogno d'amore di Giulietta e Romeo e quello di Cyrano e Rossana. Un parallelismo creato dalla simbologia nell'uso del colore rosso che richiama l'amore e la passione rappresentato dalle luci o da oggetti come il gomitolo di Rossana.

Ottimo il personaggio creato da Alessandro Preziosi che rivela un carattere umile ma forte così come risalta la bellezza e la personalità di Rossana. 

Fa da contorno a tuto ciò una musica perfetta che ti avvolge come una spirale di piccole luci brillanti che riesce a trasportare con semplicità da una scena all'altra fino a quella clou della luna che cala in teatro.  Questa linea rossa visibile invisibile percettibile è portata avanti in tutta la commedia di Cyrano in tutti i teatri che Alessandro e i suoi collaboratori interpretano e frequentano. 

Questa luce ha illuminato il pubblico , un filo rosso invisibile ha avvolto i cuori delle persone in sala circondandoli di magia: quella di Cyrano e del suo amore per Rossana come un tempo  ci fu quella di Romeo e Giulietta. 
Di Vincenzi Barbara.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl