sabato16 garage nardini 11.15 incontro con la stampa

Gli artisti e i partecipanti saranno al CSC Garage Nardini a disposizione della stampa dalle 11.15 alle 11.30 sabato 16 giugno per eventuali riprese, foto, interviste.

Persone Pieter C. Scholten, Dany Mitzman, Nicole Seiler, Lucy Cash, Tiziana Bolfe, Emio Greco
Luoghi Italia, Olanda, Polonia, Spagna, Bulgaria, Croazia, Zagabria, Amsterdam, Repubblica di Macedonia, Bassano del Grappa
Organizzazioni Art Station Foundation, Unione Europea, Centro Sperimentale di Cinematografia
Argomenti diritto, eventi televisivi, spettacolo, balletto-danza

15/giu/2012 12.27.25 Operaestate Festival Veneto Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Gli artisti e i partecipanti saranno al CSC Garage Nardini a disposizione della stampa 

dalle 11.15 alle 11.30 sabato 16 giugno

per eventuali riprese, foto, interviste.





VIDEOMAKER E COREOGRAFI MOSTRANO AL PUBBLICO COSA SUCCEDE QUANDO LA DANZA INCONTRA IL VIDEO
Sabato 16 giugno alle 11.30 presso il Garage Nardini, il pubblico potrà assistere ad uno speciale sharing
con i partecipanti del progetto Europeo SPAZIO


E’ partito nelle scorse settimane il progetto SPAZIO: A European network for dance creation uno dei progetti europei portati avanti dal CSC di Bassano del Grappa, che è l’unico soggetto italiano selezionato con tre progetti nell’anno in corso sostenuti dal programma Cultura 2007/2013 dell’Unione Europea.

SPAZIO è un progetto biennale (2012/2013) di alta formazione nelle arti performative in relazione con le nuove tecnologie promosso dal CSC di Bassano in partnership con ICK Amsterdam/Emio Greco  |PC (Olanda), Art Station Foundation di Poznam (Polonia), Croatian Institute for Movement and Dance di Zagabria (Croazia).
L’intero progetto è centrato sullo sviluppo artistico di sei giovani e talentuosi danz’autori che vengono selezionati ogni anno per prendere parte a un intensivo programma annuale strutturato in cinque residenze, ognuna presso una diversa sede europea parte del network dei partner di SPAZIO. Tema principale del progetto è il processo creativo nella danza contemporanea, esplorato in modo specifico attraverso gli approcci interdisciplinari che lo possono influenzare.
 
A Bassano dunque ha preso il via la prima residenza del 2012 in cui sono stati coinvolti  videomaker, danzatori, e coreografi di livello nazionale e internazionale per dare vita al progetto. Nello specifico: Tiziana Bolfe (Italy), Jesús de Vega (Spain), Aleksander Georgiev (Macedonia/Bulgaria), Iza Szostak (Poland), Imre Vass (Hungary), Petra Zanki (Croatia).  
Nasce da loro l’esigenza di esprimere il lavoro svolto in residenza e nello stesso tempo di ricercare un feedback negli spettatori, da qui lo sharing di Sabato 16 giugno alle ore 11.30

Nel progetto sono stati accoppiati un danzatore e un videomaker che, sotto la guida di un coreografo di livello internazionale, hanno intensamente lavorato per produrre delle nuove piece che saranno presentate, attraverso racconti, foto e video del percorso svolto, in anteprima al pubblico bassanese.

Il programma della  residenza, ha visto come tema da sviluppare la drammaturgia nella danza e nel cinema, ed è stato incentrato sullo sviluppo artistico combinato di danzatori e videomaker nel tentativo di fondere la formazione con la creazione di nuovi pezzi.
E’ stato chiesto ai partecipanti di aprire la propria prospettiva, considerando forme artistiche diverse ma mantenendo sempre la danza come punto di partenza, pensato con un format che permettesse di  comprendere l’importanza della drammaturgia nella creazione coreutica.

Il lavoro della durata di circa due settimane è stato suddiviso in due blocchi. Nel primo Lucy Cash ha presentato ai partecipanti la disciplina del film focalizzandosi in particolar modo sul punto di vista della danza e sulla coreografia nello schermo. Nel secondo Nicole Seiler ha approfondito l'uso del video nella produzione  di danza. C’è stato inoltre un workshop speciale guidato da Dany Mitzman sul "panorama sonoro" e la drammaturgia del suono.
La giornata degli artisti è sempre iniziata con una sessione dedicata al movimento e lo strumento principale da questo punto di vista è stato il workshop DoubleSkin/DoubleMind che ha introdotto alcuni principi base del linguaggio del corpo di Emio Greco e Pieter C. Scholten.

Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti

Ai sensi dell'art. 7 del D.lgs. 196 del 30 giugno 2003 in qualsiasi momento l'interessato puo' esercitare i suoi diritti in merito ad un eventuale trattamento non autorizzato, mandando una mail all'indirizzo comunicazionefestival@comune.bassano.vi.it con oggetto CANCELLAMI













blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl