1 luglio al via il Cinefestival di Operaestate

28/giu/2012 17.00.12 Operaestate Festival Veneto Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.



Torna il grande cinema di Operaestate. 62 film in due mesi

Dal 1 luglio al 31 agosto Cinefestival Bassano al Giardino Parolini

Inaugura venerd 1 luglio, l’edizione 2012 del Cinefestival Bassano, la sezione cinematografica di Operaestate promosso dalla Citt di Bassano del Grappa con la Regione del Veneto e in collaborazione con Unicredit, e le aziende aderenti al Club Amici del Festival.

Sessantadue serate di film all’aperto, nella verde cornice del Giardino Parolini, l’arena cittadina interamente dedicata alla programmazione cinematografica. Un viaggio attraverso le pi diverse poetiche della pellicola, che affianca i percorsi d'autore ai grandi successi della stagione.

Il miglior cinema d’autore, con titoli provenienti dai festival internazionali di Cannes, Berlino e Venezia: Faust Leone d’Oro alla 68esima Mostra del Cinema di Venezia, di Aleksei Fedorchenko Silent of Souls film rivelazione a Venezia 2011 e, da una collaborazione Italia-Francia, Terraferma che ha vinto il Premio Speciale della Giuria. Sister di Ursula Meier vincitore dell’Orso d’Argento e il Vincitore al Festival di Berlino Una separazione dell’iraniano Asghar Farhadi, voce sempre pi forte dell’Iran contemporaneo che racconta attraverso un realismo ricercato;17 ragazze vincitore della Settimana della Critica al Festival di Cannes.

Non mancano i grandi registi con le loro pi recenti pellicole: Paolo Sorrentino con il stravagante, esilarante e commovente This must to be the place, viaggio mozzafiato interpretato da un formidabile Sean Penn, il visionario del cinema contemporaneo Lars Von Trier con Melancholia, Clint Eastwood che ripercorre la storia del caparbio, manipolatore, solitario e duro J. Edgar Hoover interpretato dal sempre pi versatile Leonardo di Caprio, Steven Spielberg con War Horse e immancabilmente Woody Allen che ci conduce in un viaggio incredibilmente leggero tra i fantasmi del Novecento nell’incredibile sogno ad occhi aperti di Midnight in Paris.

Nutrita la schiera delle pellicole dedicate alle grandi interpretazioni di attori spesso premiati o candidati a Oscar e Golden Globe quali Octavia Spenser premiata in The Help, Michelle William nel ritratto intimo della celebre icona hollywoodiana Marylin, Johnny Depp diretto da Tim Burton per i vent’anni del loro inossidabile sodalizio in Dark Shadows e l’ennesima straordinaria prova d’attrice per Maryl Streep che si aggiudicata la statuetta come miglior interprete nelle vesti di Margaret Thatcher in The Iron Lady.
Notevole importanza viene data come sempre al cinema italiano, ottimamente rappresentato da pellicole che si sono segnalate nei festival, nazionali e no, espressione di un’annata fortunata per la cinematografia tricolore: in co-produzione con la Francia Io sono Li del padovano Andrea Segre e Il primo uomo di Gianni Amelio; Scialla! (Stai sereno) dell’esordiente, ma rivelatosi cineasta a tuttotondo, Francesco Bruni, Benvenuti al Nord di Luca Miniero, Posti in piedi in paradiso di Carlo Verdone, I giorni della vendemmia di Marco Righi, Il villaggio di cartone di Ermanno Olmi, Cesare deve morire di Paolo Taviani per concludere con la collaborazione tra Italia e Argentina nel Il mundial dimenticato, film intelligente e divertente sognando un calcio diverso.

Diverse le pellicole dedicate a cinematografie meno conosciute ma vitali nei contenuti e originali nei linguaggi. Miracolo a Le Havre del regista finlandese Kaurismki, Polisse film denuncia potente e coraggioso,Il sentiero della raffinata cineasta di Sarajevo Jasmila Zbanic che porta sullo schermo una storia del suo paese, crocevia di ragazze e soprattutto incontro e scontro di religioni e di tolleranza. Pina 3D tributo di Wim Wenders all’arte unica e visionaria della grande coreografa tedesca Pina Bausch e il piccolo capolavoro di cinema “da camera” tratto da una piece teatrale in quattro incredibili prove d’attore dirette da Roman Polanski, Carnage.

Dai paesi extraeuropei: E ora dove andiamo? (Libano), C’era una volta in Anatolia (Turchia), A simple life (Cina).

Il cinefest 2012 ha tenuto conto anche quest’anno del pubblico dei pi piccoli con la programmazione che rientra all’interno del Minifest con una serie di proiezioni adatte a far sognare il pubblico di ogni et come Hugo Cabret di Martin Scorsese con un racconto sulla nascita del cinema dai fratelli Lumire, Biancaneve e le animazioni di Lorax – Il giardiano della foresta, Il gatto con gli stivali e Il castello nel cielo di Miyazaki.

Invariati i prezzi dei biglietti: interi euro 5.00, ridotti euro 4.00 in vendita all’ingresso del cinema, da un’ora prima delle proiezioni. Confermata anche la richiestissima formula di abbonamento: per 10 film euro 35,00 acquistabile presso la Biglietteria di Operaestate Festival. Per informazioni e abbonamenti Tel. 0424 524214.
In caso di maltempo, come di consueto i film verranno proiettati alla Sala J. Da Ponte del Centro Giovanile (eccetto spettacoli del 25 luglio e del 24, 25, 26 agosto che verranno trasferiti in Sala Martinovich).
Il cinefestival 2011 si allarga poi a tutto il territorio delle “citt palcoscenico” con la programmazione cinematografica, tra luglio e agosto, anche nelle arene di Thiene (Parco di Villa Fabris), Montecchio Maggiore (Castello di Romeo), Schio (Palazzo Toaldi Capra), Castelfranco Veneto (Villa Revedin Bolasco), e Dueville (Busnelli Giardino Magico).

Tutti i film nelle varie arene avranno inizio alle ore 21.30 nel mese di luglio e alle ore 21.00 nel mese di agosto.



Alessia Zanchetta
Comunicazione Operaestate Festival Veneto
Tel 0424 519804 – Fax 0424 519820
comunicazionefestival@comune.bassano.vi.it
www.operaestate.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl