Gavin Christopher ed Elaine Gibbs brillano al Mono Beach Club

12/lug/2012 17.38.57 S Pilato Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

La magia del soul, musica dell’anima per eccellenza, il ritmo “sporco e sexy” del funk e la carica malinconica del blues.

Le voci potenti e la straordinaria presenza scenica di due stelle della musica internazionale.

Due band sicilianetra le più solide e le più longeve.

E ancora, due solisti e una voce made in Sicily  e tre grandi torte azzurre a forma di M B e C.

Azzurre come il mare di Maganuco (Marina di Modica) su cui si affaccia il Mono Beach Club che ha festeggiato il primo anno di vita ospitando Gavin Christopher ed Elaine Gibbs, accompagnati dai Mohac Music Machine e Antonio Modica (sabato 7 luglio) e dai Blue in Blues insieme con Nico Sapuppo al sax e Giorgio Cannizzaro alle tastiere (domenica 8).

 

Due serate di grande musica che hanno regalato al pubblico - il pubblico delle grandi occasioni - l’emozione di uno show fuori dal comune.

Se il concerto della prima serata ha messo in evidenza, grazie a una scaletta a tutto ritmo, le straordinarie capacità degli artisti ospiti di coinvolgere gli spettatori, il secondo live, con un’atmosfera più morbida e carezzevole, si è rivelato un felice momento di seduzione tra palco e platea.

 

Già ospite del Mono lo scorso anno, Gavin Christopher non ha deluso le aspettative e ha sfoderato classe, voce e grinta interpretando, tra gli altri brani, l’intramontabile “Sex machine” di James Brown, la romantica “This Masquerade” di Leon Russell, portata al successo da George Benson , e “You are the sunshine of my life”, “Superstition” e “All in love is fair”, hit che hanno consacrato Stevie Wonder tra i big assoluti della musica mondiale.

 

Presentandosi con un passepartout come “Summertime”, la ninna nanna di  George Gershwin inserita in “Porgy and Bess” e diventata uno standard per diverse generazioni di musicisti e interpreti, Elaine Gibbs ha dimostrato di appartenere a pieno titolo alle grandi signore della musica black ha regalato, tra gli altri brani, “At last” di Etta James, “If i ain’t got you” di Alicia Keys, “I will always love you” di Whitney Houston e il gospel “Ohhappy day”.

Le due serate sono state organizzate con il prezioso supporto di Cassibba, Nolita, Polara, Ragusanews.com e Toni&Guy Modica, il cui team ha curato l’immagine di Elaine Gibbs.

 
 
Ufficio Stampa
Stefania Pilato
334744576

 

 

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl