21 luglio Filmfestival sul Paesaggio nel Parco delle Madonie (PA)

16/lug/2012 10.48.12 LP Press Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
comunicato stampa

nel decennale della sua nascita la Fondazione G.A. Borgese presenta la III edizione del
Filmfestival sul Paesaggio
dal 21 al 29 luglio 2012 a Polizzi Generosa
e in altri luoghi del Distretto Culturale delle Madonie (PA)
www.fondazioneborgese.it - numero verde 800-198082

Un concorso cinematografico con opere provenienti anche da Nepal, Norvegia, Svizzera, Francia e Spagna, proiezioni fuori concorso, escursioni paesaggistiche in alta quota “Parole e Musica in Natura, celebrazioni per il decennale della costituzione della Fondazione G.A. Borgese, per il 130° anniversario della nascita e per il 60° della Morte di Giuseppe Antonio Borgese con eventi dedicati tra i quali la proiezione di un film in prima assoluta


Il Filmfestival sul Paesaggio è un evento unico nel suo genere nel panorama nazionale e viene organizzato dalla “Fondazione G.A. Borgese” con l’obiettivo di valorizzare il paesaggio come bene comune da preservare in quanto bene primario tutelato dalla Costituzione italiana (Articolo 9: “La Repubblica... tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione”) e dalla Convenzione europea del Paesaggio, di diffondere il valore della bellezza grazie a momenti di contemplazione personale e comunitari e di offrire opportunità di arricchimento interiore e sociale grazie ad un programma composto da un mix equilibrato di cinema, letteratura, musica e natura.
Il festival è oramai diventato una vetrina della Fondazione G.A. Borgese, un appuntamento annuale durante il quale si chiama il pubblico a partecipare ad un momento di intrattenimento culturale che cerca di far leva sull'intreccio dei rapporti esistenti tra letteratura, beni culturali e paesaggistici.
Questa sarà un’edizione speciale del festival che proporrà, accanto agli appuntamenti oramai più abituali, alcune iniziative specifiche pensate per celebrare tre ricorrenze legate alla figura del polizzano Giuseppe Antonio Borgese, noto critico, letterato e giornalista antifascista della prima metà del novecento: il 130° anniversario della nascita avvenuta il 12 novembre 1882, il 60° anniversario della morte avvenuta il 4 dicembre 1952 ed il decennale della costituzione della Fondazione “G.A. Borgese” avvenuta il 25 luglio 2002.

L’apertura del festival viene affidata il 21 luglio al primo dei due eventi in programma  di “Parole e Musica in Natura”, una affascinante escursione notturna a Piano Cervi, uno dei luoghi più suggestivi del Parco delle Madonie situato ad una altezza di 1600 metri sopra il livello del mare. I partecipanti, dopo aver attraversato la faggeta all’interno del parco naturalistico, potranno sostare nei pressi del pagliaio del Corpo Forestale di Piano Cervi dove verranno piacevolmente intrattenuti dalla performance teatrale-musicale intitolata “Storie di terra e di mare” con gli attori Salvo Dolce e Patrizia D’Antona ed il violoncellista Mauro Cottone. I due attori ed il musicista interpreteranno alcuni brani tratti da opere di scrittori siciliani, quali Giuseppe Antonio Borgese (Morte di una canzone, La città sconosciuta, Tempesta nel nulla, Idillio di San Vigilio), Vincenzo Consolo e Clelia Lombardo. Tra le storie anche ‘Lighea’, racconto d'amore e di mare liberamente ispirato al visionario mondo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa. Tutte storie di un mondo senza tempo dove l'uomo regna in perfetta armonia con la natura, per approdare alla misteriosa sponda dell'esistenza in cui reale e immaginario, visibile e magico, si fondono in un'unica percezione della realtà. Narrando queste storie vengono evocati quei luoghi della natura lontani dal caos, al riparo dalle guerre e dalla distruzione sistematica del pianeta.
Per partecipare è necessario iscriversi con almeno 24 ore di anticipo chiamando numero verde 800198082 o scrivendo a fondazioneborgese@libero.it

Tra gli appuntamenti più abituali, il festival prevede le proiezioni delle opere in concorso, proiezioni fuori concorso delle opere vincitrici del concorso nelle prime due edizioni e due escursioni paesaggistiche in alta quota “Parole e Musica in Natura” che daranno l’occasione di scoprire l’anima delle Madonie ascoltando affascinanti rappresentazioni teatrali e musicali.
Gli appuntamenti speciali legati alla figura di Giuseppe Antonio Borgese prevedono la proiezione in prima assoluta della copia di lavoro del film "La città sconosciuta" realizzato da Federico Savonitto, la presentazione degli atti del convegno di studi nazionale dal titolo “Rubé e la crisi dell’intellettuale del Novecento” svoltosi durante la passata edizione del festival, la presentazione del libro "La Fondazione G.A. Borgese. Storia di un progetto culturale" scritto dal Direttore della Fondazione dott. Gandolfo Librizzi e la performance di narrazione e musica con Pietro Polito e il Maestro Lorenzo Profita intitolata ‘Lettere a Mussolini. La parola, la dittatura e la dignità dagli scritti di G.A. Borgese’

Il 29 luglio si svolgerà il secondo appuntamento di “Parole e Musica in Natura” con una escursione che partirà alle ore 8.00 ed arriverà sino a Pizzo Carbonara (1979 s.l.m.) in cui si assisterà alla rappresentazione teatral-musicale intitolata “La conferenza degli uccelli”, sempre con gli attori Salvo Dolce e Patrizia D’Antona che questa volta saranno accompagnati musicalmente da Rita Collura al flauto. La pièce tra ispirazione dal poema ‘Il verbo degli uccelli’ del poeta sufi Farid Ad-Din Attar che narra di un viaggio lungo e misterioso che tutti gli uccelli della terra, inquieti per il caos imperante nel mondo, intraprendono per cercare il loro re, la guida che possa aiutarli a ritrovare l'armonia perduta in un mondo scosso dalla guerra e dalla brama di potere.
Per partecipare è necessario iscriversi con almeno 24 ore di anticipo chiamando numero verde 800198082 o scrivendo a fondazioneborgese@libero.it

Per il concorso cinematografico sono pervenute 55 opere per partecipare alle due sezioni:
1) “Il paesaggio bene comune da preservare”, aperta a filmati dedicati a luoghi e comunità che esprimano l’universale concetto di diritto alla bellezza che dovrebbe essere insito in ogni essere umano e che ogni paesaggio dovrebbe portare con sé e a filmati sulle diverse interpretazioni del paesaggio in relazione alla vita;
2) “Il volto umano come paesaggio racconta gli incontri”, riservata a filmati che raccontino incontri tra persone, volti umani del nostro paesaggio quotidiano portatori di storie, pensieri e sentimenti ai quali spesso non prestiamo attenzione, magari perché di un’altra etnia o religione, ma che possono essere il punto di partenza per la tracciatura di una nuova geografia umana aperta alla comprensione e alla condivisione.
Delle 55 opere ne sono state selezionate 6 per la sezione “Il paesaggio bene comune da preservare” e 11 per la sezione “Il volto umano come paesaggio racconta gli incontri” che verranno proiettate il 26 e 27 luglio dalle ore 21.30 alla scalinata Collegio e tra le quali verranno scelte le vincitrici.
Tra le opere straniere selezionate una proviene dal Nepal, una dalla Norvegia, una dalla Svizzera, una dalla Francia e una dalla Spagna.

Durante il festival, all’interno del Palazzo Comunale verrà allestita la mostra fotografica di Riccardo Ferlazzo Ciano intitolata L’ultra centenario ulivo saraceno di Polizzi Generosa.
Per mesi l’autore delle foto si è inerpicato tra distese di uliveti alla scoperta di particolari tronchi  centenari che avessero oltre ad una particolare bellezza somiglianze con : “…sembianze di orchi e dimore di elfi e gnomi evocate dall’infanzia.E ancora, vivide scultoree fattezze carnali e mitici personaggi omerici. Non solo Getsemani di sofferenza e tormento…ma vivide presenze diurne che a notte,al chiarore della luna, si mutano in stupefacenti candelabri d’argento”.
Diciassette foto rigorosamente in bianco e nero senza uso di photoshop, 35 x 50 dai titoli particolari: “Laocoonte”, “Il mostro”, “Il lato B”, “La casa dell’elfo”, “Possente”, “Passo prima io..” ecc…Una carrellata di stupefacenti immagini che l’occhio dell’artista è riuscito a cogliere nel già suggestivo paesaggio madonita.

-------------------------------------------

La “Fondazione Giuseppe Antonio Borgese” di Polizzi Generosa ha ideato questa manifestazione culturale poiché, oltre alle finalità connesse alla valorizzazione della figura e dell’opera di Giuseppe Antonio Borgese, da sempre si prefigge anche di “organizzare e gestire eventi culturali attraverso i quali valorizzare e promuovere la realtà locale, anche con interventi che mirano a recuperare, rendere fruibile e gestire patrimoni culturali ed ambientali...”.
Si può affermare che da tre anni il Filmfestival sul Paesaggio concorre a sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza della tutela del nostro paesaggio e ad esaltare la bellezza del Parco della Madonie come territorio fisico ma soprattutto come parco di cultura, valori, memoria e riflessione.


Il Filmfestival sul Paesaggio fa parte della ‘Rete del Caffè Sospeso - Rete di festival, rassegne e associazioni culturali in mutuo soccorso’ www.redelcaffesospeso.com composta dal Filmfestival sul Paesaggio, dal Valsusa Filmfest (Valle di Susa-TO), Riaceinfestival (Riace-RC), Lampedusainfestival (Lampedusa-AG), S/paesati (Trieste), Festival del Cinema dei Diritti Umani (Napoli) e Marina Cafè Noir (Cagliari).

Il Filmfestival sul Paesaggio è organizzato dalla Fondazione G.A. Borges ed è promossa dal Dipartimento e dall’Assessorato dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana della Regione Siciliana con il patrocinio di Federparchi, Federculture, Touring Club Italiano, Società Geografica Italiana, Legambiente e Castelli di Pace – Festival per la pace e la sostenibilità.



Addetto stampa
Gigi Piga – tel. 3480420650
Email. pressoffice@lp-press.com



PROGRAMMA


Sabato 21 luglio
Parole e Musica in natura
ore 18.00 - 24.00 | Portella Colla - Piano Cervi
Escursione notturna a Piano Cervi, quota s.l.m. 1600
con “Storie di terra e di mare”, performance narrativa di Salvo Dolce e Patrizia D'Antona, accompagnati al violoncello da Mauro Cottone

Domenica 22 luglio
ore 21.30 - 24.00| Scalinata Collegio

Proiezioni opere vincitrici edizioni precedenti (2010 e 2011)

Giovedì 26 luglio
ore 21.30 - 24.00| Scalinata Collegio

Proiezioni opere partecipanti al Film Festival sul Paesaggio

Venerdì 27 luglio
ore 21.30 - 24.00| Scalinata Collegio

Proiezioni opere partecipanti al Film Festival sul Paesaggio

Sabato 28 luglio
ore 18.00 - 20.00 | Piazza G.A. Borgese

Nel decennale della Fondazione:
“Ricordare Borgese nel 130° anniversario della nascita e nel 60° della morte”
Presentazione degli atti del convegno su Rubè

a seguire
‘Lettere a Mussolini. La parola, la dittatura e la dignità dagli scritti di G. A. Borgese’:
Performance di narrazione e musica con Pietro Polito e il Maestro Lorenzo Profita

ore 21.30 - 24.00 | Piazza Barone Carpinello
Proiezione in prima assoluta della copia di lavoro del film dedicato a G. A. Borgese
"La città sconosciuta" di Federico Savonitto

Domenica 29 luglio
ore 8.00 - 15.00 | Piano Battaglia

Parole e Musica in natura
Escursione a Pizzo Carbonara a 1979 s.l.m.
con “La conferenza degli uccelli”, performance narrativa di Salvo Dolce e Patrizia D'Antona, accompagnati al sax e flauto da Rita Collura
ore 18.00 - 19.30 | Piazza Gramsci
Nel decennale della Fondazione: “Ricordare Borgese
nel 130° anniversario della nascita e nel 60° della morte”

Presentazione del libro "La Fondazione "G.A. Borgese. Storia di un progetto culturale" di Gandolfo Librizzi


Addetto stampa
Gigi Piga – tel. 3480420650
Email. pressoffice@lp-press.com



blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl