FESTA DE L'UNITA' - Sabato sera Marta Sui Tubi (Putignano, BA)

22/set/2006 15.20.00 Debaser.Ent Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Con preghiera di pubblicazione in agenda



Sabato 23 settembre

MARTA SUI TUBI
Ingresso Gratuito

Piazza XX Settembre (Putignano, Bari)
Ore 21:00




I Marta Sui Tubi sono Giovanni Gulino (voce) e Carmelo Pipitone (voce e chitarra). Siciliani di Marsala, si conoscono nell'estate del 2002, scambiandosi i demo dei rispettivi progetti acustici. Nasce un’intesa che li convince ad intraprendere un nuovo ed ambizioso percorso musicale. Nell'ottobre del 2002 i due, trasferitisi a Bologna, danno vita al progetto Marta sui Tubi, costituendo un repertorio di circa trenta brani inediti ed alcune cover di Jeff Buckley, Violent Femmes e Nick Drake.
Per tutto l'inverno suonano nei pubs di Bologna, coinvolgendo un numero sempre crescente di ascoltatori. In contemporanea scrivono altre nuove canzoni che via via propongono nelle loro esibizioni live. In gennaio i Marta sui tubi hanno pronte 11 nuove canzoni. Le registrazioni dell'album d'esordio dei Marta sui Tubi vengono ultimate nel marzo 2003. Il cd Muscoli e Dei viene pubblicato alla fine del 2003, ricevendo unanimi consensi da stampa e pubblico. Il disco splende di originale creatività, i brani sono crudi ed intensi nelle parole e nei contenuti. L’album vede la presenza di canzoni folgoranti come “L’equilibrista”, “Stitichezza Cronica”, “Muscoli e Dei” ed intense ballate come “Vecchi Difetti”, “Post” e “Sole”.
Dopo parecchi concerti in giro per l'Italia, i Marta Sui Tubi (ai quali nel frattempo si è aggiunto il batterista Ivan Paolini) pubblicano ad Ottobre 2005 il nuovo cd C'è gente che deve dormire, album impreziosito da ospiti illustri quali Bobby Solo, Paolo Benvegnù e Moltheni. Il loro ultimo lavoro conferma ed incrementa le ottime impressioni suscitate precedentemente tra gli addetti ai lavori ed il pubblico. In quest’ultimo disco brillano splendide gemme come “Lilly”, interamente strumentale, ed i singoli estratti “Perché Non Pesi Niente” e “L’abbandono”. Risulta davvero complicato “etichettarli” seguendo i tradizionali canoni della musica italiana, poiché i Marta Sui Tubi hanna saputo sapientemente miscelare il pop-rock d’autore e un live set “nervoso”, passionale ed imprevedibile, con testi che scuotono l’ascoltatore dal torpore quotidiano, invitandolo a riflettere sui paradossi della società moderna.

Ufficio Stampa
Michele Casella
debaser.ent@libero.it
328/4548699

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl