mercoledì 26 Filippo Nigro a Bassano in Pretty, un motivo per essere carini

24/feb/2014 16:35:39 Operaestate Festival Veneto Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
comunicato stampa e immagine in allegato, con preghiera di diffusione


Mercoled 26 febbraio Teatro Remondini di Bassano del Grappa
PRETTY UN MOTIVO PER ESSERE CARINI
Filippo Nigro, diretto da Frabrizio Arcuri, porta in scena l’ossessione per la bellezza.

Mercoled 26 febbraio alle ore 21.00 il Teatro Remondini di Bassano del Grappa ospita “Pretty, un motivo per essere carino”, una feroce ed esilarante commedia firmata da uno dei pi rappresentati autori contemporanei americani come Neil Laute con la regia di Fabrizio Arcuri, e interpretato, oltre che da Filippo Nigro, Fabrizia Sacchi, GIULIO FORGES DAVANZATI e Dajana Concione. Lo spettacolo inserito nella stagione teatrale promossa dal Comune di Bassano del Grappa con Fondazione Atlantide - Teatro Stabile di Verona che ha per slogan quest'anno “Il teatro siamo noi”. Alle ore 18.30, la compagnia incontra il pubblico al Color Caff, per un aperitivo teatrale condotto da Color Teatri.

Il tema dello spettacolo l’ossessione per la bellezza, o per la sua mancanza, nei rapporti personali e amorosi. Con crudelt e risate, tra chiacchiere e incomprensioni, il testo esprime gli impulsi pi oscuri degli uomini. Due coppie di amici, un litigio. E il litigio – come spesso accade - scintilla e motore della vicenda, e innesca l’effetto domino che far precipitare tutti gli avvenimenti. Sul palco due coppie di amici: Greg e Steph, Kent e Carly. Lo spettacolo inizia con un furioso litigio tra la prima coppia, a causa della conversazione che Greg ha avuto con il suo amico e collega Kent, dove confessa che la sua fidanza “normale” ma che non la cambierebbe per nessun motivo al mondo. Ne conseguono gravi incomprensioni e malumori; e da qui iniziano una serie di tradimenti, litigi, segreti e intrighi.

LaBute, con la sua capacit di leggere e comprendere le sfaccettature dell’animo umano mette in scena il mondo di oggi. Attraverso dialoghi naturali e conversazioni leggere, rileva la natura individualista dei rapporti personali, l’egoismo dei personaggi e la superficialit delle relazioni umane. L’apparenza, fondamentale nel mondo d’oggi per il successo ed utilizzata come metro di giudizio, diventa anche importante e dominante nella vita di coppia.

”Reasons to be pretty”, l’ultima parte di una trilogia di Neil LaBute cominciata nel 2001 con “The Shape of Things” (La forma delle cose) proseguita nel 2004 con “Fat Pig” (Grasso come un maiale).
In un mondo in cui le apparenze diventano fondamentali come marchio di successo o come parametro di giudizio su chi o com’ un’altra persona, quanto conta la bellezza? E’ questo l’interrogativo da cui parte l’autore, e soprattutto, quanto importante, sempre secondo l’autore, nella relazione uomo-donna dal momento che, gli elementi predominanti di unione della coppia sono proprio la bellezza e l’attrazione fisica?
Nel 2009 lo spettacolo ha avuto tre nomination ai Tony Awards (miglior commedia, miglior interprete maschile, miglior interprete femminile), tre nomination ai Drama Desk Award ed ha vinto il Theatre World Award per la miglior interprete femminile.

Filippo Nigro, diplomato al Centro Sperimentale di Cinematografia sotto la guida di Lina Wertmuller, un attore di cinema e tv oltre di teatro. Tra gli altri, nel 2001 nel film “Le fate ignoranti”, di Ferzan Ozpetek, che due anni dopo lo scrittura per “La finestra di fronte”. In televisione dal 2005 al 2007 protagonista delle fortunata serie di Canale 5 “R.I.S. - Delitti imperfetti”. tra i protagonisti della commedia corale “Amore, bugie e calcetto” di Luca Lucini, che l'anno successivo lo chiama ad interpretare “Oggi sposi”. Nel 2009 con “Diverso da chi?”, commedia brillante dell'esordiente Umberto Carteni, ottiene la candidatura al David di Donatello, come migliore attore non protagonista. Nel 2012 recita a fianco di Pierfrancesco Favino e Marco Giallini nel film “ACAB - All Cops Are Bastards”, diretto da Stefano Sollima. Nello stesso anno tra gli interpreti di “E la chiamano estate”, per la regia di Paolo Franchi.

La compagnia di attori, incontrer alle 18.30 il pubblico al Colo Caff, per gli aperitivi teatrali, l’iniziativa condotta da Color Teatri, per indagare il panorama scenico. Biglietti in vendita presso l’Ufficio IAT in Largo Corona d'Italia, Info 0424 524351

--
--
Alessia Zanchetta
Comunicazione Operaestate Festival Veneto
Tel 0424 519804 – Fax 0424 519820
comunicazionefestival@comune.bassano.vi.it
www.operaestate.it
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl