domenica 23 marzo ultimo appuntamento con teatro per crescere

Allegati

21/mar/2014 18.22.52 Operaestate Festival Veneto Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 comunicato stampa con preghiera di diffusione




Ultimo appuntamento domenica 23 marzo Al teatro Remondini con Carillon, la giostra delle storie


(Bassano del Grappa) Domenica  23 marzo si conclude la rassegna  teatro per crescere,  la stagione teatrale dedicata all’infanzia, promossa dall’Assessorato allo Spettacolo di Bassano del Grappa, in collaborazione con l’Associazione Culturale Calatatela, che porta in scena uno spettacolo per bambini a partire dai 3 anni d’età, Carillon, la giostra delle storie.

Al centro della scena, su una grande giostra di legno, quattro cavalli compiono il loro infinito girotondo, evocando un divertimento semplice e antico. Come antico è il racconto delle fiabe di tradizione che, che passando di bocca in bocca, in un analogo moto circolare, dalla notte dei tempi sono giunte fino a noi. Quelle storie che ogni bambino conosce fin dai primi anni di vita, e ama farsi raccontare più e più volte nella stessa identica formula. Ma proprio perché rappresentano un tessuto narrativo popolare e condiviso, le storie di tradizione possono essere smontate e ricostruite come un giocattolo, in un esercizio divertente di creatività e ludico, come insegna Gianni Rodari nella sua “Grammatica della fantasia”.
Cosa succede allora se il racconto delle storie proposto nello spettacolo viene interrotto da un giro di giostra che spinge i personaggi in un altro scenario fiabesco? Quali esiti fantastici può produrre un motore narrativo che gioca con il pubblico a “cambiare le carte in tavola?”

In scena Franca Perini e Massimo Sappia, con regia di Franca Perini e armonizzazioni  musicali di Francesco Lo Giudice.
Lo spettacolo privilegia una comunicazione di natura poetica che si avvale di simboli e analogie, si affida a suoni e colori, attraverso situazioni emotivamente significative e atmosfere suggestive. La narrazione teatrale può così offrire il suo contributo alla conoscenza rinunciando a una funzione puramente didascalica delle parole: il tessuto narrativo dà senso alle esperienze dei personaggi che esprimono con voce propria emozioni e pensieri, domande e riflessioni, creando spazi di coinvolgimento e interpretazione che ogni spettatore potrà colmare a sua misura.
L'associazione Culturale CALALATELA e' un laboratorio di ricerca teatrale e di promozione della cultura che esprime la propria progettualità attraverso i linguaggi artistici, privilegiando le forme del teatro di figura. Intendendo l'esperienza teatrale come luogo di incontro, di gioco, di ricerca di se' e di esplorazione della dimensione emozionale, l'Associazione ha strutturato per i bambini molteplici progetti in forma di spettacoli, animazioni e laboratori teatrali. Riconoscendo al teatro un intrinseco valore educativo, CALALATELA ha inoltre elaborato percorsi ed occasioni di formazione per insegnanti ed educatori interessati a sperimentare i linguaggi teatrali con bambini e ragazzi nella pratica didattica.

Speciali anche i prezzi dei biglietti 2,50 euro per i bambini (fino a 14 anni) e 4,50 euro per gli adulti, in vendita direttamente in teatro


--
Alessia Zanchetta
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl