martedì 20 maggio al Garage Nardini Chiara Bersani

15/mag/2014 12:37:46 Operaestate Festival Veneto Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.


comunicato stampa ed immamgine con preghiera di diffusione

LA PERFORMER CHIARA BERSANI APRE AL PUBBLICO UNA PROVA APERTA
CSC GARAGE NARDINI MARTED 20 MAGGIO 2014 ORE 21.00

(Basano del Grappa) 65^ residenza al CSC Centro Scena Contemporanea di Bassano del Grappa, che in questi giorni sta ospitando la performer Chiara Bersani, con l’artista visivo Matteo Ramponi con il quale sta portando avanti la ricerca per il nuovo progetto performativo Tell Me More, con la consulenza artistica di Alessandro Sciarroni in collaborazione con CSC - Centro per la Scena Contemporanea, La Tristura (Madrid) e Teatro Pradillo (Madrid).

Lo scorso anno proprio a Bassano, la Bersani incontra l’ottetto del Coro Vecchio Ponte, e da qui nasce una collaborazione speciale, l’ottetto (Into N8) infatti diventa co-protagonista della performance con risultati inaspettati e interessanti.

Questo primo periodo di studio con l’ottetto Into N’8 servito soprattutto a conoscere ed esplorare le reciproche specificit artistiche. Attraverso una sorta di immersione, nella quale apprendere l’uno le competenze dell’altro, i due mondi, quello del canto corale e quello della performance contemporanea, sono arrivati a trovare i punti d’incontro, e a lavorare su quelli
A partire da alcune riflessioni sulla nascita del suono e sulla postura del corpo, la ricerca si focalizzata sull’esplorazione di cosa esista prima del canto, gettando cos le basi per un percorso creativo comune. Una sorta di “abc” di un linguaggio privato di sguardi e respiri.
Durante lo sharing, il pubblico potr quindi assistere al risultato di questi giorni di lavoro, con la possibilit poi di fermarsi e interagire con gli artisti.

“Tell me more, un grido di battaglia – scrive Chiara Bersani nelle note di regia - una scritta sui muri, un ritornello virale. Tutte le promesse fatte alla mia generazione sono state disattese. La societ, con il suo movimento incostante, ci ha travolti. A noi non resta che salire su una scala e guardare il mondo dall’alto, scoprirne il movimento e diventarne domatori. Necessitiamo di piedistalli per non soccombere, fiumi su cui navigare.”

Classe 1984, Chiara Bersani approda alla professione di attrice/performer nel 2003, grazie alla compagnia di teatro di ricerca Lenz Rifrazioni, con cui si forma e lavora fino al 2007. Successivamente inizia la collaborazione con il coreografo e performer Alessandro Sciarroni con cui fonda l’associazione culturale Corpoceleste. Da questa collaborazione nasce la performance Your Girl, finalista al premio Internazionale della Performance, tuttora in tour in Italia ed Europa. Nel 2009 dirige la sua prima performance come regista, Dearest, finalista al premio Scenario. Nel 2010 viene selezionata per partecipare al biennio d’alta formazione per performer diretto da Rodrigo Garcia e prodotto dalla Biennale di Venezia. Nel 2012, dopo tre anni di studi, debutta il suo primo importante lavoro di teatro-danza Family Tree. Il lavoro, realizzato in collaborazione con il coreografo e danzatore Riccardo Buscarini e con l’artista visivo Matteo Ramponi, vince il premio Prospettiva Danza 2011 e arriva finalista al contest My Dream. Nello stesso anno vince la borsa di studio per partecipare alla scuola di drammaturgia contemporanea Urgenze avendo cos la possibilit di formarsi con il drammaturgo Giuseppe Manfridi. Per questa scuola scrive il testo Il salotto attualmente pubblicato nell’antologia I Luoghi del possibile dalla casa editrice La Mongolfiera e distribuito con tiratura nazionale. Nel 2013 debutta come performer nello spettacolo El Sur de Europa, Dias de Amor Dificiles della compagnia spagnola La Tristura.

Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti.


--
Alessia Zanchetta
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl