Da Spoleto Arte al Lido Nettuno di Capri Vittorio Sgarbi parlerà in una sublime lectio magistalis sull’arte

16/lug/2014 18.39.26 UffStampaMilano Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Attesissima al famoso Lido Nettuno di Capri la conferenza del noto critico Vittorio Sgarbi, in stile lectio magistralis sull'arte, che si svolgerà in data Domenica 3 Agosto 2014 nella rinomata location. Sulla scia del grande successo delle mostre di "Spoleto Arte" da lui curate e organizzate dal manager Salvo Nugnes, il professore descriverà anche questa recente esperienza spoletina, nella quale ha raccolto in esposizione, dal 27 Giugno al 24 Luglio, una serie di artisti di forte spicco, affiancati da personalità illustri del calibro di Dario Fo, Eugenio Carmi, Pier Paolo Pasolini, José Dalì e Max Laudadio, con un allestimento in forma di prestigiosa collettiva, all'interno dello storico Palazzo Leti Sansi, nella centralissima Piazza del Mercato. 

 

Il Lido Nettuno, moderna e confortevole struttura vacanziera di lusso, dotata di servizi esclusivi per soddisfare ogni esigenza specifica della selezionata clientela, è il contesto ideale per trascorrere momenti di relax e interessante intrattenimento. Si trova nell'incantevole zona di Anacapri, proprio sopra la Grotta Azzurra, meraviglia della natura, conosciuta e ammirata in tutto il Mondo. Certamente è la cornice congeniale per accogliere l'importante evento e ascoltare il vivace dibattito intavolato da Sgarbi, godendo di un panorama davvero suggestivo. 

 

 

Nel commentare "Spoleto Arte" Sgarbi si sofferma su Eugenio Carmi, mentore dell'Astrattismo, che a 94 anni compiuti è ancora in piena attività artistica e dice "Nelle opere di Carmi si coglie la sua armonia con il Mondo, le geometrie colorate, l'indefesso omaggio ai maestri dell'Astrattismo, da Kandinskij a Mondrian a Klee. Chissà se questo percorso lo ha tenuto lontano da una realtà contaminata".Su Dario Fo dichiara "Qualcosa della nostra vita Dario Fo ha cambiato, con le sue inventive, con il suo esilarante Grammelot. Pochi come lui possono dire -ciò che non siamo, ciò che non vogliamo”.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl