mercoledì Sharon Fridman al Castello TIto Gobi a Bassano

11/ago/2014 12:19:08 Operaestate Festival Veneto Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.



Comunicato stampa

ABBANDONARSI ALLA DANZA  IN “CADUTA LIBERA” CON LA COMPANĺA SHARON FRIDMAN ALLA RICERCA DEL CONTATTO E DELLA SOPRAVVIVENZA

(Bassano del Grappa) Mercoledì 13 agosto, alle ore 21.00, presso il Teatro al Castello “Tito Gobbi” di Bassano del Grappa, la Compagnia Sharon Fridman ritorna ad incantare il pubblico con una nuova creazione coreografica che indaga un carattere essenziale della natura umana: la sopravvivenza.

Lo spettacolo è promosso dal Comune di Bassano del Grappa, ed è inserito nel ricco cartellone di Operaestate 2014, il festival realizzato dalla città di Bassano con la Regione del Veneto e le altre città palcoscenico, in collaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e le aziende del Club Amici del Festival.

Dopo aver stregato il pubblico di B.Motion 2013, Sharon Fridman torna per presentare una nuova creazione che prosegue la sua ricerca sui temi del contatto e della caduta, e che in questa coreografia si concentra sul tema della sopravvivenza. Istinto primordiale dell’essere umano, il coreografo la indaga attraverso la rete di rapporti che permettono all’individuo di rialzarsi.

Dalla solitudine del singolo, il focus passa alla modalità di creazione del gruppo, un gruppo che nasce per creare un supporto, una rete di salvataggio fisica ed emotiva. Così i danzatori, impegnati a fare squadra, a supportarsi, diventano perfetta metafora della migliore via di salvezza per la società: le occasioni di contatto fra i singoli.
La caduta e il seguente rialzarsi sono parte di un ciclo che ogni individuo sperimenta ogni giorno, ma il punto della ricerca di Fridman è: in caso di necessità di aiuto, gli altri membri del gruppo sono un aiuto per rialzarsi o un aiuto alla disfatta totale? Gli esseri umani sono pronti ad aiutarsi reciprocamente? O sono destinati a rimanere soli, vagando come granelli di polvere?
Attorno a queste domande Fridman e i suoi dinamici ballerini creano uno spettacolo coinvolgente e dalle linee asimmetriche sapientemente costruite e rese geometriche, in una danza possente e fisica, liberatoria anche per lo spettatore, trascinato nella loro “Caida Libre”, “Caduta Libera”.
Sharon Fridman nasce in Israele nel 1980, ma diventa artista itinerante già ai tempi della compagnia Mayumana, di cui era coordinatore artistico. Nel 2006 arriva in Spagna e si innamora delle strade, della gente, della cultura madrilena, decidendo di stabilirvicisi e creare una propria compagnia. Nasce così la Compagnia “Projects in movement”, base dell’odierna Companìa, che darà il via a una serie di progetti con importanti coreografi e artisti, tra cui Carlos Fernandez, Janet Novas, Pisando Ovos, Naxto Montero, Belèn Nunez, Nacho Azagra e Silvia Gribaudi. Dopo l’invito alla Royal Opera House di Londra e diversi riconoscimenti internazionali, oltre alle numerose tournées, la compagnia diventa stabile e prende il nome attuale.
Insieme ai 7 ballerini della Compagnia, a Bassano si esibiranno anche 15 performers della rete Nolomita-c-tions e del Progetto LIFT.
Uno spettacolo da non perdere, per una liberatoria e collettiva “Caduta Libera”.

Ingresso euro 15 (intero) euro 12 (ridotto). Informazioni: Biglietteria Operaestate Festival Veneto Via Vendramini 35 – Bassano Del Grappa tel. 0424 524214 – 0424 519811  www.operaestate.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl