Al via al stagione lirica di bassano opera festival

14/ott/2014 16.23.48 Operaestate Festival Veneto Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.


cartella stampa e immagini in allegato
BASSANO OPERA FESTIVAL RINNOVA L’APPUNTAMENTO CON LA GRANDE LIRICA
A novembre Il Barbiere di Siviglia di Rossini e a dicembre La Vedova allegra di Leah?r

(Bassano del Grappa) L’autunno porta a Bassano un nuovo appuntamento con la Stagione Lirica di Opera Festival, che anche quest’anno mette in calendario due nuove produzioni.
?
Si parte con Il barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini, che andr? in scena al PalaBassano venerd? 7 novembre alle ore 20.30 con replica domenica 09 novembre alle ore 15.30, in una nuova coproduzione con il comune di Padova in collaborazione con l’Orchestra di Padova e del Veneto e con il Coro Li.Ve..
Dirige il maestro Giampaolo Bisanti direttore dell’Orchestra del Teatro Olimpico di Vicenza e considerato, dalla critica tutta e dai tanti trionfi di pubblico, uno dei migliori direttori d’orchestra della sua generazione. Regia, scene, costumi e luci sono affidati al visionario Francesco Esposito, che ne crea una versione che “squarcia quella canonica dell'opera di Rossini e restituisce un continuo e nostalgico omaggio allo spettacolo tipico delle prime produzioni Rai e alla Roma felliniana. Al pubblico patavino non resta che applaudire“.

La celebre opera buffa porta con s? un fascino e una magia secolare, che attraverso l’atmosfera giocosa e le trovate esilaranti, sorprende il pubblico con una brillante comicit? che ha pi? di centocinquant’anni di vita.
Merito della ricchezza di idee musicali esplosive, con cui ha saputo attraversare i secoli, mantenendo intatta un’inconfondibile dimensione di vivace divertissement.? Esposito ne mette in scena una versione davvero originale, che riesce a coinvolgere e divertire diversi tipi di pubblico, il quale verr? letteralmente catapultato i in uno studio RAI degli anni ’70.
?
Protagonisti giovani e gi? affermati artisti come Laura Polverelli (nelle vesti di Rosina): uno dei mezzosoprani pi? acclamati della sua generazione, specialista del repertorio barocco, ha calcato i palcoscenici di alcuni fra i maggiori teatri del mondo interpretando i maggiori ruoli rossiniani e mozartiani; Marco Bussi (nei panni di Figaro), uno dei pi? promettenti giovani talenti nel panorama lirico internazionale, brillante interprete delle opere di Rossini, Donizetti e Mozart; Matteo Macchioni (Il conte d’Almaviva) giovane tenore emergente che ha spiccato il volo dalla trasmissione Amici di Maria De Filippi,?

Seguir? poi in dicembre (venerd? 19 e domenica 21) la “regina” delle operette: La vedova allegra di Franz Lehar nel fortunatissimo allestimento di Hugo De Ana, che ne rinnova il fascino e la magia con il ritmo incalzante delle scene, le sfavillanti feste, l’elegante divertimento, dove co-protagonisti diventano scene, costumi e colori di grande effetto.

La direzione musicale ? ancora affidata al Maestro Giampaolo Bisanti, mentre regia scene e costumi sono firmati dall’argentino Hugo de Ana, tra i registi pi? amati e attivi sulla scena internazionale.

Informazioni e prenotazioni presso la Biglietteria del Festival a Bassano del Grappa tel. 0424/524214 www.operaestate.it
--
Alessia Zanchetta
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl