Venerdì 7 e domenica 9 nov Il Barbiere di Siviglia a Bassano

05/nov/2014 12.49.04 Operaestate Festival Veneto Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 


BASSANO DEL GRAPPA – PalaBassano
UN MODERNO BARBIERE DI SIVIGLIA APRE LA STAGIONE LIRICA D’AUTUNNO DI BASSANO OPERA FESTIVAL
Venerdì 7 novembre, ore 20,30 e Domenica 9 novembre, ore 15,30

Il Barbiere di Siviglia, una fra le opere più divertenti e rappresentate del teatro lirico, apre  l’edizione 2014 di Bassano Operafestival, con due repliche al Palabassano il 7 (ore 20.30) e 9 NOVEMBRE (ore 15.30 in una nuova coproduzione con il comune di Padova in collaborazione con l’Orchestra di Padova e del Veneto e con il Coro Li.Ve..

La celebre opera buffa di Gioachino Rossini, porta con sé un fascino e una magia secolare, che attraverso l’atmosfera giocosa e le trovate esilaranti, sorprende il pubblico con una brillante comicità che ha più di centocinquant’anni di vita.
Merito della ricchezza di idee musicali esplosive, con cui ha saputo attraversare i secoli, mantenendo intatta un’inconfondibile dimensione di vivace divertissement. Nella nuova produzione bassanese, realizzata in coproduzione la direzione musicale è affidata al maestro Giampaolo Bisanti considerato, dalla critica tutta e dai tanti trionfi di pubblico, uno dei migliori direttori d’orchestra della sua generazione e con il quale il festival bassanese ha già collaborato con successo in molte delle sue recenti produzioni. Il maestro Bisanti dirigerà l’Orchestra di Padova e del Veneto con il Coro Lirico Li.Ve..  preparato dal maestro Dino Zambello.

Regia, scene, costumi e luci sono affidati a Francesco Esposito, che ne crea una versione che “squarcia quella canonica dell'opera di Rossini e restituisce un continuo e nostalgico omaggio allo spettacolo tipico delle prime produzioni Rai…”.  Esposito infatti, ne mette in scena una versione davvero originale, capace di coinvolgere e divertire diversi tipi di pubblico, soprattutto quello più giovane, che verrà letteralmente catapultato in uno studio RAI degli anni ’70, con telecamere sul palco e sullo sfondo immagini di «Carosello», oltre a ritagli di giornali dell’epoca e alle foto dei protagonisti della tv di quegli anni.
Ne viene fuori un divertentissimo Barbiere in stile musical, frizzante e divertente, che coinvolgerà il pubblico e farà scoprire il tenore Matteo Macchioni, vincitore dell’edizione 2009/2010 di «Amici» nei panni del Conte Almaviva, Laura Polverelli (nelle vesti di Rosina) uno dei mezzosoprano più acclamati della sua generazione, specialista del repertorio barocco, che ha calcato i palcoscenici di alcuni fra i maggiori teatri del mondo interpretando i maggiori ruoli rossiniani e mozartiani; Bruno Taddia (nei panni di Figaro), baritono molto versatile, in grado di affrontare ruoli diversi grazie alla sua capacità recitativa.
Oltre a Christian Starinieri in “Don Bartolo”, Enrico Rinaldo in “Don Basilio”, Giovanna Donadini come “Berta” e Donato Di Gioia in “Fiorello”.
Il tutto animato dal corpo di ballo di Padova Danza, che si avvale delle coreografie in tema di Gabriella Furlan Malvezzi.

Il Barbiere di Siviglia, con le sue melodie eleganti, i suoi ritmi trascinanti e il suo superbo stile di composizione, viene considerata la più grande opera buffa italiana, eternamente fresca nella sua vena comica e nella sua inventiva.
Per informazioni e prenotazioni biglietti Biglietteria del festival 0424 524214

--
Alessia Zanchetta
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl