Daniela Ariano presenta il libro "L'ultima notte di nozze"

Daniela Ariano presenta il libro "L'ultima notte di nozze" Domenica 18 marzo alle ore 21.00 presso il Museo Nazionale degli Strumenti Musicali a Roma, Daniela Ariano presenta il suo nuovo libro "L'ultima notte di nozze", curato da Edizioni Terre Sommerse.

13/mar/2007 23.30.00 M Fiorentini - Ufficio Stampa Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Domenica 18 marzo alle ore 21.00 presso il Museo Nazionale degli Strumenti Musicali a Roma, Daniela Ariano presenta il suo nuovo libro “L’ultima notte di nozze”, curato da Edizioni Terre Sommerse.
 
Oltre all’autrice interverranno la D.ssa Noemi Novelli, criminologa e Presidente dell’Osservatorio Nazionale Crimini contro Donne e Minori, e l’Avvocato Alexia Ariano.
 
Gli attori Giulia Carla De Carlo e Gianluca Jacquier leggeranno alcuni brani dell’opera accompagnati alla chitarra dal M° Marcello Appignani.
 
“L’ultima notte di nozze”, testo ispirato a una storia vera, è stato già proposto l’anno scorso con successo al Teatro dei Contrari di Roma con il patrocinio di Amnesty International e della Regione Lazio, Assessorato alla Cultura, Spettacolo e Sport.
 
 
L’ultima notte di nozze

… Un silenzio lungo secoli e il grido di una donna che vive da anni una relazione con un uomo – il suo uomo – che la distrugge, la annienta giorno dopo giorno, ora dopo ora, che la scompone pezzo per pezzo lasciando di lei solo la bambina che era, una bambina spaventata che lotta da sempre coi fantasmi della notte. Ed è proprio nel corso di un’unica notte – una notte lunga quanto una vita intera, una notte in cui i fantasmi del dolore, dell’incomprensione e della nostalgia escono tutti dalle loro tombe per ballare l’ultima danza intorno ai corpi esausti di Anna e di Lorenzo - che si svolge l’azione scenica di questo intenso dramma familiare. E sono due storie che si intrecciano come in tutti gli amori del mondo, giusti o sbagliati che siano. Storie che partono dal passato, poiché ognuno di noi – volente o nolente - è soprattutto i propri traumi e, in un perverso gioco biblico, i traumi di coloro che sono stati prima di noi, dei nostri genitori e dei genitori dei nostri genitori, a ritroso fino all’inizio dei tempi. Da un lato quindi c’è la storia di Anna che è anche la storia di tante donne, maltrattate, picchiate, a volte uccise, che scontano sulla propria anima e sulla propria pelle gli effetti di un amore malato destinato a fare di loro delle marionette senza più una volontà, un futuro, un’identità; dall’altro c’è la storia di Lorenzo, l’altra faccia di questa medaglia sporca di sangue, di questo gioco al massacro duro come un pugno nello stomaco.
 
 
Ingresso libero

18 Marzo Ore 21.00
Museo Nazionale degli Strumenti Musicali
Piazza Santa Croce in Gerusalemme, Roma
 
Informazioni  340.7217522
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl