sabato 20 gli spagnolidi camaralucida restituiscono al pubblico il risultato della loro resdienza bassanese

18/feb/2016 14.55.51 Operaestate Festival Veneto Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 comunicato stampa e immagine in allegato



GLI SPAGNOLI DI CAMARLUCIDA RESTITUISCONO AL PUBBLICO L’ESITO DELLA LORO RESIDENZA BASSANESE

Sabato 20 febbraio ore 21 garage nardini – bassano del grappa

Il giovane coreografo Lautaro Reyes, di origine cilena ma basato a Barcellona in Spagna, alla guida del colletivo artistico Camaralucida, è al Garage Nardini  di Bassano da circa due settimane, per una residenza artistica che vede il sostegno dell’Accion Cultural de Spagna.
Il progetto si inserisce nella programmazione delle attività del CSC Centro per la Scena Contemporanea/Casa della danza della città di Bassano, che prevede durante tutto l’anno di accogliere artisti italiani e stranieri in diversi spazi della città per sviluppare progetti di ricerca e creazione di nuovi spettacoli. Gli artisti ospiti vengono anche coinvolti in attività di formazione verso danzatori del territorio, con una ricaduta importante sulla crescita professionale della scena regionale.
Così durante la loro permanenze bassanese hanno partecipato attivamente alle classi di danza contemporanea del progetto Dance Well dedicato alle persone col parkinson, hanno tenuto un workshop gratuito per i giovani danzatori locali e sabato 20 alle ore 21 apriranno al pubblico le porte del Grage Nardini per condividere il percorso fatto fin qui.
La loro ricerca si è focalizzata sul come la società contemporanea si riflette nella percezione quotidiana della realtà. Tema, questo della riflessione particolarmente caro al gruppo spagnolo, che già nel loro stesso nome contengono parte delle loro mission. Il nome Cameralucida infatti deriva dagli artefatti inventati per permettere di sovrapporre otticamente l'immagine da ritrarre sulla superficie sulla quale si sta disegnando. L'artista può dunque vedere contemporaneamente sia la scena che la superficie del disegno come in una doppia esposizione fotografica. Questo permette di trasferire i punti chiave dalla scena alla superficie di disegno, cosa di grande aiuto per un'accurata resa prospettica.
La loro prima pieces Sin Terra, è  un lavoro fortemente caratterizzato dalla coreografia e il puro movimento. La drammaturgia si basa sullo stato emotivo degli interpreti, che passavano attraverso fasi di crescita, raccontando ciò che è diventata la nostra società. Il secondo lavoro, Sistema, è invece una pieces che indaga i codici che si instaurano nelle relazioni della vita quotidiana. Hanno coreografato questo lavoro in diversi contesti coreografici, vincendo alcuni premi, la residenza bassanese è uno di questi.
Lautaro Reyes hoa iniziato a danzare in Cile, nella scuola della piccola cittadina dove viveva. Un anno dopo ha vinto una borsa di studio a Cuba, dove per 8 mesi ha studiato danza contemporanea e classica. Quando è  tornato in Cile ha deciso di provare alcune audizioni in Europa, nello specifico in Spagna a Barcellona, dove ha vissuto negli ultimi anni. Si è quindi unito alla giovane compagnia di danza sotto la direzione di Catherine Allard e all’Umma Umma Dance diretta dal giovane coreografo Guido Sarli. Al momento è direttore artistico del collettivo Camalalucida con i performer: Xavi Auquer, Alba Barral, Javier G. Arozena, Andrea Vallescar, tutti presenti a Bassano.
Dopo lo sharing ci sarà un dialogo con il pubblico, condotto da Roberto Casarotto, responsabile dei progetti danza del CSC e di Operaestate Festival Veneto, nonchè direttore artistico del Balletto di Roma
Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti.


--
Alessia Zanchetta


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl