Kondoria, la rivista telematica nihilista e cattivista, ha un anno di vita ed è un successo underground!

Kondoria, la rivista telematica nihilista e cattivista, ha un anno di vita ed è un successo underground!

01/giu/2007 09.49.00 KONDORIA Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Kondoria, la rivista telematica nihilista e cattivista, ha un anno di vita ed è un successo underground!

Kondoria è un magazine telematico di ispirazione nihilista e cattivista presente in rete all’indirizzo www.kondoria.it. Hugo Fast, il suo fondatore, la creò nel lontanissimo 1995 con autentico spirito visionario. I tempi allora erano profondamente immaturi se si pensa che gli utenti di Internet in Italia erano meno di un milione e quasi tutti utilizzavano lente connessioni dial-up. Dopo 18 mesi di attività Kondoria cessò le pubblicazioni nel marzo 1997: troppo grande lo sforzo, troppo pochi i lettori. Hugo Fast non abbandonò mai tuttavia l’idea e lo spirito di Kondoria, e nel maggio 2006 decise che era ora di tornare in linea.

La nuova edizione del magazine mantiene il linguaggio caustico e irriverente di sempre, la voglia di andare oltre l’oltre, l’atteggiamento sprezzante e trasgressivo di chi non accetta le ipocrisie e le contraddizioni che imbevono la nostra società: ma Kondoria non vuole essere pesante e “antagonista”, bensì shakerare in un unico elegante contenitore tendenze, divertimento, musica electro, nightclubbing, pubblicità, fashion, smart-drinking, advertising, politica, cartoons.

Nei primi cinque mesi del 2007 Kondoria ha totalizzato oltre 300.000 accessi, un numero di tutto rispetto per un sito indipendente rivolto a un pubblico “discerning”. All’interno della rubrica “Machissei???” Hugo Fast ha espresso giudizi taglientissimi sui lavori, tra gli altri, di Fabri Fibra, Carolina Cutolo, Melissa P., Vittorio Sgarbi, Selvaggia Lucarelli, mentre nello spazio dedicato alla controanalisi della pubblicità e provocatoriamente denominato “Compra, merda!” ha fatto a pezzi numerosi spot. La reporter d’assalto Minnie Calzolari è stata apprezzatissima per l’irriverenza dei suoi articoli sul mondo degli scambisti e della vita notturna, mentre il noto feticista Elia Levi e il pensatore Pierre La-Croix hanno discettato di sesso e nihilismo: visto l’argomento, ovviamente successi amplissimi... Nicodemo ha estasiato molti lettori con le sue ricette di cocktail visionari, anticostituzionali e coloratissimi, ma è indubbio che la parte del leone l’hanno fatta in questi !
mesi i reportage e gli articoli di Hugo Fast e Kosmø Ohm dal mondo della notte e della musica: Kondoria ha documentato in prima persona gli show di John Foxx, Pet Shop Boys, Depeche Mode, Fatboy Slim, Laibach, Fantastic Plastic Machine, Milano Kills Bohème, DJ Ralf, Sascha Funke, Tiefschwarz, Electrosacher, ecc…

C’è tutto questo e molto altro da scoprire in Kondoria, una webzine che dice di odiare i blog ma che esce su Internet usando i loro stessi mezzi. “Il nihilista dev’essere sprezzante, ironico, cinico e perverso”, scriveva ancora nel 1987 Hugo Fast: lo spirito di allora è rimasto intatto, anche in questi anni bui e falsamente buonisti, popolati da opinionisti senza opinioni…

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl