PICONE, CREMLINO e FRACCI AL PRIAMAR

PICONE, CREMLINO e FRACCI AL PRIAMAR PRIAMÀR ESTATE 2007 DANZA ALLA FORTEZZA DEL PRIAMÀR LA GRANDE DANZA INTERNAZIONALE AL PRIAMÀR: GIUSEPPE PICONE e I SOLISTI DELL'OPERA DI VIENNA BALLETTO DEL CREMLINO CARLA FRACCI Torna sul Priamàr la Rassegna Internazionale "Danza alla Fortezza del Priamàr", alla sua seconda edizione dopo il successo dello scorso anno.

10/lug/2007 17.20.00 Teatro Opera Giocosa Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

PRIAMÀR ESTATE 2007

DANZA ALLA FORTEZZA DEL PRIAMÀR

 

LA GRANDE DANZA INTERNAZIONALE AL PRIAMÀR:

GIUSEPPE PICONE e I SOLISTI DELL’OPERA DI VIENNA

BALLETTO DEL CREMLINO

CARLA FRACCI

 

Torna sul Priamàr la Rassegna Internazionale “Danza alla Fortezza del Priamàr”, alla sua seconda edizione dopo il successo dello scorso anno. La rassegna, all’interno di Priamàr Estate 2007, è ideata e coordinata da Alessandro Acquarone, con l’organizzazione del Comune di Savona in collaborazione con l’Associazione Arte e Danza Grecale TdT e con la prestigiosa direzione artistica di Loredana Furno, grande nome italiano della danza. La rassegna quest’anno vede tre spettacoli di altissimo livello, possibili grazie al Comune di Savona, alla Provincia, alla Fondazione De Mari, alla Tirreno Power e alla Parfiri. La Rassegna ha il patrocinio della Regione Liguria. Gli spettacoli saranno ogni martedì sera alle 21:30, nell’ordine: il 17 luglio il primo appuntamento con Giuseppe Picone e i solisti dell’Opera di Vienna; il 24 il Balletto del Cremlino; il 31 gran finale con Carla Fracci, che torna a Savona a grande richiesta. L’intenzione di Acquarone e Furno, è quella di portare a Savona, nella cornice del Priamàr, particolarmente adatta alla danza, le migliori compagnie internazionali, per promuovere a Savona e in Liguria la cultura della danza e per dare maggiore forza ad un turismo culturale che altrove si è mostrato molto attento a questo tipo di offerta. Nella vicina Finale Ligure si terranno altre manifestazioni atte alla promozione della danza, con particolare riferimento ai giovani: il 28 luglio lo spettacolo “Off Again” del Balletto Teatro di Torino; il 15 agosto “Nero, una poetica vendetta” della compagnia Ersilia Danza, entrambi nel Complesso Monumentale-S.Caterina Chiostri; mentre da 17 al 30 agosto Finale ospiterà uno stage internazionale di danza.

 

Tornando al Priamàr, martedì 17 quindi il primo appuntamento: un Gala di Danza con Giuseppe Picone e i Solisti dell’Opera di Vienna. Da quando al “Concerto di Capodanno” in mondovisione da Vienna c’è anche la danza, sono proprio Picone e i suoi solisti ad interpretarla. Sarà una serata all’insegna delle migliori coreografie dal grande repertorio accademico, come Giselle (coreografia di Marius Petipa), Lago dei Cigni (Rudolf Nureyev), Anna Karenina (Boris Eifman), Coppellia (Harangozo Senior), La Bella Addormentata (Petipa), e molte altre ancora. La compagnia vede la direzione artistica del suo primo ballerino, Giuseppe Picone, grande etoile internazionale nato a Napoli dove, entrato a nove anni Scuola di Ballo del Teatro San Carlo, viene scelto, dodicenne, da Carla Fracci per interpretare il ruolo del giovane Nijinsky nell’omonimo balletto di Beppe Menegatti. Impressionante la sua carriera, impossibile da riassumere. Dopo aver vinto i Concorsi di Rieti e Positano, a sedici anni è invitato come solista da Pierre Lacotte al Ballet National de Nancy debuttando nel ruolo di Petruska, cui seguono La Sonnambula di Balanchine, Paquita di Pepita e L’Ombre dello stesso Lacotte. Nel 1993 entra a far parte dell’English National Ballet di Londra, con cui rimane fino al 1997, subito dopo raggiunge l’American Ballet Theatre di New York, debuttando in Cenerentola di Ben Stevenson. Ospite di numerose compagnie tra cui il Royal Ballet Staatsoper di Vienna, Los Angeles Dance Theatre, Boston Ballet, Bucarest National Opera, Ballet National de Cuba, Teatro dell’Opera di Roma, Teatro San Carlo di Napoli, Arena di Verona, ecc. ecc., il 1 gennaio 2005 è stato il primo italiano a partecipare al concerto di Capodanno dell’Opera di Vienna. Ha quindi partecipato in diretta televisiva alla Festa della Repubblica danzando un assolo da lui creato su musica di Ennio Morricone. Ha ricevuto quindi innumerevoli premi, nonché il Premio “Danza e Danza” 2002 come Miglior Ballerino Italiano sui palcoscenici del mondo. Ha partecipato ai più importanti gala di stelle.

 

È la prima volta, come fu lo scorso anno per la Fracci, che Picone e i Solisti dell’Opera di Vienna danzano a Savona, per un evento impedibile, con un programma all’insegna dell’universalità del linguaggio coreografico e capace di abbattere ogni confine, ogni barriera e di farsi godere anche da un pubblico che non ha mai conosciuto la danza. Non poteva poi mancare “La marcia di Radetsky” che chiuderà, come è d'obbligo essendo la compagnia universalmente conosciuta per il seguitissimo Concerto di Capodanno,  la serata.

 

Biglietteria e prenotazioni presso il Teatro Chiabrera, dal lunedì al sabato, orari 10-12 e 16-19, tel. 019/8485974 e 019/820409. Nelle sere di spettacolo la biglietteria sarà attiva al Priamàr dalle ore 20:30. Ingresso: € 18,00, ridotto € 15,00 (Fracci 20,00 e 18,00) per associazioni musicali, scuole di danza, giovani fino a 25 anni, gruppi organizzati di oltre 15 persone. Informazioni: 335/5930470, e www.comune.savona.it. Biglietti on-line clickando su http://www.happyticket.it e cercando, nell’apposita finestra a sinistra, “Picone” opp. “Cremlino” oppure “Fracci”.

 

 

 

 
Alessandro Acquarone
+39 335/5930470
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl