CS "Io, Daniel Blake" il 22 marzo per "Io sto con il Valsusa Filmfest"

21/mar/2017 09:46:20 LP Press Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 6 mesi fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Buongiorno, invio informazioni sul terzo appuntamento della rassegna "Io sto con il Valsusa Filmfest".
Buona giornata. Gigi Piga 3480420650


COMUNICATO STAMPA
“IO STO CON IL VALSUSA FILMFEST”
Rassegna cinematografica a sostegno della XXI edizione del VALSUSA FILMFEST


IO, DANIEL BLAKE
Film di Ken Loach del 2016

22 marzo 2017 a Condove (TO) – ore 21:00
Cinema Comunale, P.zza Martiri della Libertà 13
Ingresso unico euro € 5,00  -  www.valsusafilmfest.it


Terzo appuntamento della rassegna IO STO CON IL VALSUSA FILMFEST che si pone l’obiettivo di raccogliere fondi per la nuova edizione del festival.
Il 22 marzo viene proiettato “IO, DANIEL BLAKE” di Ken Loach, film che racconta le estenuanti, assurde e commoventi vicende di un pensionato che si scontra con una rigida ed inumana burocrazia e che non si astiene dall’aiutare una giovane ragazza madre conosciuta per caso, al di là delle sue concrete possibilità.



La rassegna “IO STO CON IL VALSUSA FILMFEST” si pone l’obiettivo di raccogliere fondi per la nuova edizione del festival attraverso la proiezione di recenti film di successo al cinema di Condove, in collaborazione con SR Cinema. La rassegna è iniziata l’8 marzo con “7 Minuti” di Michele Placido ed è proseguita il 15 marzo con  “Jimmy Hall’s – Una storia di amore e libertà” di Ken Loach, propone il 22 marzo “Io, Daniel Blake”, sempre di Ken Loach, e termina il 29 marzo con “Il sogno di Francesco” dei registi francesi Renaud Fely e Arnaud Louvet.

Il terzo appuntamento del 22 marzo è ancora con il grande Ken Loach, ma questa volta con il recente film “Io, Daniel Blake” che racconta le estenuanti ed assurde vicende di un pensionato di Newcaste che si scontra con una rigida ed inumana burocrazia.
In seguito a una grave crisi cardiaca, per la prima volta nella sua vita, Daniel Blake, un falegname di Newcastle di 59 anni, è costretto a chiedere un sussidio statale. Il suo medico gli ha proibito di lavorare, ma a causa di incredibili incongruenze burocratiche si trova nell'assurda condizione di dover comunque cercare lavoro – pena una severa sanzione – mentre aspetta che venga approvata la sua richiesta di indennità per malattia. Durante una delle sue visite regolari al centro per l'impiego, Daniel incontra Katie, giovane madre single di due figli piccoli che non riesce a trovare lavoro. Entrambi stretti nella morsa delle aberrazioni amministrative della Gran Bretagna di oggi, Daniel e Katie stringono un legame di amicizia speciale, cercando di darsi sostegno e aiutarsi come possono in questa situazione molto complicata.

Il 29 marzo, sempre alle ore 21, termina la mini-rassegna cinematografica con “Il sogno di Francesco”, film del 2016 diretto dai registi francesi Renaud Fely e Arnaud Louvet sotto una produzione franco-italo-belga. Il film riporta le vicende biografiche di San Francesco d'Assisi, interpretato da Elio Germano, alle prese con la formulazione della sua regola e quindi la sua lotta per vedere affermato il suo sogno. Il film è stato girato tra la Francia e l'Umbria con un cast quasi prevalentemente italiano. Il tema principale è il confronto tra la divina ispirazione di Francesco e la praticità politica dell'amico fraterno Elia da Cortona riguardo la travagliata stesura della regola francescana, focalizzandosi in particolar modo sul rapporto che frate Elia ha con il fondatore dell'ordine, ossia di fraterna e sincera amicizia, ma che entra in contrasto con la visione ideologica.

Tutti gli eventi di “Io sto con il Valsusa Filmfest” sono anche occasione per dare anticipazioni sulla XXI edizione del VALSUSA FILMFEST ed informazioni sulla XIX edizione della rassegna CINEMA IN VERTICALE.


 

IL VALSUSA FILMFEST E LA XXI EDIZIONE
Il Valsusa Filmfest dal 1997 anima la Valle di Susa e la caratterizza come un luogo aperto all'incontro e al confronto culturale attraverso concorsi cinematografici, proiezioni fuori concorso e numerosi eventi a cavallo tra letteratura, cinema, musica, teatro, arte e impegno civile.
Un festival itinerante che si svolge in numerosi comuni della Valle di Susa e che coinvolge scuole, associazioni, cooperative e tante singole persone grazie al suo profondo radicamento nel territorio. In 21 anni di storia il festival è diventato un importante presidio culturale con una macchina organizzativa sempre più complessa e basata quasi esclusivamente sul volontariato.
L’obiettivo principale del Filmfest è sempre stato quello di promuovere cultura dando ampio spazio alle nuove generazioni e ad eventi che aiutino a riflettere e a cogliere i cambiamenti sociali, culturali e politici della contemporaneità.
Il tema della 21° edizione del Valsua Filnfest è “Nuove Memorie…” dedicato alle trasformazioni che la società è chiamata a mettere in atto attraverso la velocità delle informazioni e in una società sempre più multietnica.
Il festival si aprirà il 31 marzo a Torino, in collaborazione con l’associazione Via Baltea 3, con  la proiezione di “Le ultime cose” di Irene Dionisio, neo direttrice del Festival del Cinema Gay di Torino.
Il festival ha una sua struttura ormai consolidata che prevede, oltre alla proiezione delle opere cinematografiche in concorso, anche numerosi eventi collaterali.
È già stato lanciato il concorso fotografico “Siamo quello che viviamo” ideato dall’associazione AleMey in collaborazione con Arte e Arti, ci sarà un incontro con Moni Ovadia, la presentazione del prestigioso libro “La costruzione delle Alpi (1917-2017)” di Andrea De Rossi, il  concerto “Electric Lemon - Non sono solo canzonette” a cura dell’associazione culturale T.A.K, il Premio Bruno Carli verrà consegnato ad Anna Maria Scarfò, una testimone di giustizia che da dieci anni vive sotto scorta, in un evento con lo spettacolo teatrale “Malanova” in cui il bravissimo Ture Magro ne racconta la storia.
E poi ancora altri spettacoli teatrali, ospiti, eventi per le scuole e proseguimento del progetto Corti Dentro in cui verranno proiettati i Cortometraggi e i Videoclip Musicali del Concorso in alcune carceri italiane.
 



LA RASSEGNA CINEMA IN VERTICALE

Cinema in Verticale è una rassegna sul cinema e la cultura di montagna la cui XIX edizione si sta svolgendo tra il 16 febbraio e il 7 aprile 2017 con 12 appuntamenti, tutti ad ingresso gratuito, nei Comuni di Caprie, Condove, San Giorio di Susa, Venaus e Villar Dora in Valle di Susa e nei Comuni di Giaveno e Orbassano nella limitrofa Val Sangone. La rassegna da 19 anni viene organizzata dall’associazione Gruppo 33 di Condove come anteprima del Valsusa Filmfest.
Cinema in Verticale  affronta varie tematiche legate alla montagna come l’alpinismo e altri sport legati alla verticalità, l’esplorazione, la salvaguardia dell’ambiente e delle specie animali, la cultura, la vita e le abitudini di piccole e grandi comunità montane. In ogni appuntamento, oltre alla proiezione di filmati, sono presenti ospiti quali autori e protagonisti delle immagini, alpinisti, guide alpine, scrittori, giornalisti, esperti ed appassionati per dibattere ed attualizzare i temi.  Il programma completo è online in www.valsusafilmfest.it 


Addetto Stampa
Gigi Piga
cell. 3480420650
Email.  luigipiga@lp-press.com

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl