Conunicato stampa

Conunicato stampa comunicato stampa passaggio a Livello Una commedia di Pino Ecuba (scritta in tempi non sospetti…………!) atto unico- dal 21 al 24 febbraio al Centro Teatro Spazio San Giorgio a Cremano Personaggi e interpreti: Dottoressa Eliana Alessandra Borgia Lavinia (figlia di Eliana) Sara Saccone Irina Serena Monti Alfonso Fusco Paolo Tarallo Andrea Fusco Roberto Ingenito.

14/feb/2008 18.30.00 Adiluca Comunicazione Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.




comunicato stampa

 

passaggio a Livello

Una commedia di Pino Ecuba

(scritta in tempi non sospetti…………!)

atto unico-  dal 21 al 24 febbraio al Centro Teatro Spazio San Giorgio a Cremano

Personaggi e interpreti:

Dottoressa Eliana                                          Alessandra Borgia

Lavinia (figlia di Eliana)                                 Sara Saccone

Irina                                                               Serena Monti

 

Alfonso Fusco                                                 Paolo Tarallo

Andrea Fusco                                                 Roberto Ingenito.

 

Il casello di un passaggio a livello, cinque personaggi, un rapimento, mazzette, pizzini e lo schianto di un treno in corsa contro una macchina vuota. Gli elementi del dramma ci sono tutti, eppure Passaggio a Livello, in scena da giovedì 21 febbraio alle 21.00 al Centro Teatro Spazio di San Giorgio a Cremano, è una piacevole commedia.

Scritta e diretta da Pino Ecuba, è prodotta da Accademia Sonora con la direzione artistica di Salvatore Gramaglia e le musiche di Carlo Morelli.

La maniera in cui gli elementi drammatici vengono affrontati, vissuti, raccontati e metabolizzati genera la visione grottesca, paradossale e alquanto comica della vita quotidiana. I ritmi sono veloci, quasi televisivi, e puntano a sradicare il tradizionale linguaggio teatrale.

 Il passaggio a livello è palesemente una metafora. Le possibilità che la vita offre intese come strade percorribili, possibili ma sbarrate, dove il casellante è spesso la capacità di cogliere l’occasione e adattarsi alla situazione. La commedia è corale ed è la fotografia di una realtà sociale dove ognuno è vittima e carnefice, anche di se stesso.

Passaggio a Livello fu scritto nel 1998 e appare di scottante e preoccupante attualità.

 

La trama

Andrea Fusco (Roberto Ingenito) giovane trentaduenne laureato in ingegneria e considerato un genio viene sempre escluso dai concorsi per mancanza di raccomandazione. Stanco, depresso e seccato dalla situazione divenuta una radicata consuetudine si trova, per ironia della sorte, una sera al passaggio a livello dove il fratello Alfonso (Paolo Tarallo) presta servizio come guardiano e, nella solitudine di questo avamposto provinciale, al di fuori del mondo, riconosce la dottoressa Eliana Manna (Alessandra Borgia) ferma alla sbarra.. La dottoressa Manna, psicologa, è l’artefice della sua esclusione da un ultimo concorso le cui prove, Andrea, aveva brillantemente svolto. Preso da un‘idea improvvisa Andrea rapisce la dottoressa e sua figlia Lavinia che l’accompagnava. Le porta all’interno della casa di guardiano del fratello con l’obiettivo, simpaticamente assurdo, di vendicarsi. In realtà Andrea non cerca vendetta ma verità. Desidera ad ogni costo che la dottoressa dica chiaramente che le prove d’esame da lui svolte fossero esatte ma la sua eliminazione già prevista, per cui non potendo procedere alla esclusione appellandosi all’inesattezza sia dello scritto che dell’orale, chi di dovere e con le mani in pasta sia ricorso al colloquio con lo psicologo, e cioè con lei, la dottoressa Manna.

Osservazioni dell’autore

“Sono convinto  che sia l’occasione a fare la differenza tra una vita fallita e una vita di successo, anche l’occasione di adattarsi alle situazioni e chi non si piega viene spezzato da un sistema tristemente naturale. Personalmente non credo nei santi uomini né in una società giusta, continuo a constatare che la vita è intrisa di una stessa filosofia “ quella del dare solo per ricevere”, il tutto superbamente mimetizzato da una coltre ipocrita, e “umanamente cementato” sotto uno spesso muro di fard, indossato da uomini e donne.

Scrissi la commedia nel 1998, più per diletto che per mandarla in scena, è rimasta nel cassetto per 10 anni. L’ho ripresa in mano, per caso lo scorso settembre e ho notato che non aveva data di scadenza, i fatti di cronaca, anche ultimi, le intercettazioni continuavano ad iterare lo stesso “format”, perché allora non rappresentarla? L’ho lievemente ritoccata e, per questione di tempi teatrali, trasformata in atto unico”.

Pino Ecuba

Pino Ecuba è nato a Napoli il 6 gennaio 1960. Autore teatrale e collaboratore di Zelig,  regista televisivo, ha scritto sceneggiature cinematografiche e realizzato cortometraggi. Tra i suoi lavori il film tv Atto d’amore, i cortometraggi A la Guerre a la Guerre, (Festival del Cinema di Venezia), Oui je sui Marxiste (Festival di Giffoni), Conflitto d’interesse (Premio Troisi). Al momento sta lavorando ad una sceneggiatura cinematografica e ad una nuova serie tv per Sky.


Walla! Mail - get your free 5G mail today
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl