DUNE CLUB: 13-14-15 marzo

13/mar/2008 06.20.00 Elisabetta Castiglioni Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.


DUNE CLUB & RESTAURANT
Piazza S.S. Apostoli 52 - 00187 Roma
Tel 06 69925442 - Fax 06 6791032
e-mail dune.restaurant@fastwebnet.it

Menu prenotabile su www.dunerestaurant.it
Visita il blog su www.dunerestaurant.blogspot.com

Giovedì 13 marzo
JAZZ
ENRICO BRACCO QUINTET
TJOLOLO
Presentazione del nuovo Cd per YVPMUSIC

Daniele Tittarelli – sax
Enrico Bracco – chitarra
Pietro Lussu – pianoforte
Stefano Nunzi – contrabbasso
Andrea Nunzi – batteria

“…due anni di jazz, fresco, "suonato", riassunto in un cd: ecco Tjololo (YVP Music). …messi in bacheca riconoscimenti importanti come l’Eddie Lang e il Barga jazz, Enrico Bracco prova a lasciare il segno anche come compositore con questo lavoro che trae ispirazione da varie correnti stilistiche che vanno dal clima jazzistico della New York giovane alla grande tradizione, con particolari riferimenti alle atmosfere “cool” di Tristano e alla complessità armonica di John Coltrane ” F. Maccheroni (Leggo – Roma)

“…musica senza sbavature, precisa e moderna, che si fa apprezzare per la sua freschezza e non fa mai generare il sospetto che si stia ascoltando qualcosa di stantio o di riconducibile ad atmosfere già esplorate da altri ” P. Quarta (Prove Aperte)

“…e piace quel clima di nervosa mai rilassata creatività che s’instaura” G.Maletto (Musica jazz)

“…il chitarrista romano, si dimostra compositore e arrangiatore mai banale, che si muove agilmente fra temi di stampo contemporaneo e altri più marcatamente bop” Val. C. (Jazzit)

“…alla posizione quattro del suo secondo cd il chitarrista romano Enrico Bracco parla di "scarabocchi". Ascoltando la traccia, densa di un arpeggio raffinato e di ottima tenuta tecnica, si ha la sensazione della profondità che solo gli scarabocchi sanno dare: piccoli tocchi di linee e colori, indefiniti per statuto, frutto di impazienza, attesa, noia o semplicemente dell'essere liberamente artisti, come un bambino che ha foglio e pennarello davanti a sè. Non si hanno la rigidezza del disegno, certo non si ha neppure un'opera d'arte in molti casi, ma si può cogliere la freschezza della prospettiva di osservazione. Enrico Bracco compone nove delle dieci tracce di Tjololo proprio con questa spontaneità espressiva. Non mancano naturalmente passaggi articolati, citazioni ricche di studio e tradizione, sonorità di forte reminescenza "cool" ma tutto il disco è permeato di giovinezza jazzistica” A. Armando (Jazzitalia)

“…il leader si dimostra peraltro raffinato arrangiatore, attento ad una costruzione di rigoroso equilibrio e freschezza comunicativa. La produzione tedesca del CD costituisce, poi, un’ulteriore testimonianza del largo credito di cui gode il nostro jazz in Europa” M. Zerbo (All About Jazz)

“…si tratta di un disco preparato con cura, con un solo standard e per il resto tutte composizioni originali del leader che sono un’ esplosione di inventiva ed un omaggio a quello che è il jazz moderno” V. LoConte (Musicboom)

www.enricobracco.com
www.myspace.enricobracco.com

Venerdì 14 marzo
CANZONE D'AUTORE
PAOLO PALLANTE

Paolo Pallante - chitarra e voce
Eric Daniel - sax
Emiliano Martinello - percussioni

Da piccolo giocavo a bocce” è il titolo del disco nonché del sorprendente spettacolo offerto da Paolo Pallante, giovane cantautore tutto da scoprire. Ottimo chitarrista, autore di tutti i suoi brani, con uno stile originale, colto, raffinato, complesso senza essere difficile. Qualcosa nel suo modo di cantare ricorda immediatamente la sensibilità dei grandi autori, eppure, ascoltando Paolo Pallante siamo di fronte non soltanto ad un’artista eclettico, ma a un autentico genio della canzone d’autore, che fa quello che vuole e soprattutto sa quello che vuole, perfettamente a suo agio con qualsiasi genere musicale, con gusto raffinato e un intrigante appeal ritmico-melodico, con la capacità e la passione per un discorso narrativo di classe che trasfonde nell’improvvisazione jazzistica e nelle accentuazioni dello swing l’ironica teatralità del canto. “Da piccolo giocavo a bocce” è un signor album in cui Paolo scambia note e vita con alcuni grandi “nomi” come Antonello Salis, Toni Armetta, Eric Daniel, Antonio Marangolo, Carlos Sarmiento, Mike Applebaum…

Sabato 15 marzo
BLUES
CALDONIANS BLUES BAND


Simone Nobile - armonica & voce
Fabio Ramacci - chitarra
Davide Lipari - chitarra
Gaetano Moccia - basso blues
Piero Fortezza - batteria

Il sound compatto, carico di feeling ed entusiasmo del blues più classico...Queste le ispirazioni che hanno dato vita alla The Caldonians Blues Band, gruppo romano con la missione di mantenere integro e di diffondere il verbo dei padri del Blues, primi fra tutti Muddy Waters e Little Walter.

www.thecaldoniansbluesband.com

UFFICIO STAMPA E PUBBLICHE RELAZIONI:
ELISABETTA CASTIGLIONI
Tel/Fax 06 3225044 - Cell 328 4112014
e-mail elisabetta@elisabettacastiglioni.com
www.elisabettacastiglioni.com

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl