15 maggio :: Apertura lavori PIT5 Valle d'Itria

"Un'opportunità importante ed un'esperienza che riesce ad esprimere il significato del termine "sinergia" - ha affermato l'avvocato Gianvincenzo Angelini De Miccolis, Sindaco di Putignano - sinergia fra pubblico e privato che sta diventando concreta esperienza di vita e di internazionalizzazione.

15/mag/2008 14.50.00 Debaser.Ent Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

COMUNICATO STAMPA
CON PREGHIERA DI MASSIMA DIFFUSIONE E PUBBLICAZIONE



Si è tenuta oggi nella sala consiliare del Comune di Martina Franca la prima giornata di lavori per il PIT5 Valle D’Itria, un’occasione in cui far confluire arte e business internazionale legandoli a due importanti eventi culturali.
“Un’opportunità importante ed un’esperienza che riesce ad esprimere il significato del termine “sinergia” – ha affermato l’avvocato Gianvincenzo Angelini De Miccolis, Sindaco di Putignano – sinergia fra pubblico e privato che sta diventando concreta esperienza di vita e di internazionalizzazione. La conoscenza del mercato estero e delle esigenze di altri Paesi può portare benefici non solo al singolo imprenditore, ma anche a tutta la popolazione che rappresenta l’anima e la ricchezza del territorio”.
La riapertura del Palazzo Romanazzi Carducci a Putignano nella veste di casa museale sarà infatti il momento principale di un percorso a metà strada fra moda, installazioni artistiche, bellezze architettoniche e marketing territoriale. Un’inaugurazione che vedrà la bellissima struttura del XV secolo aprirsi al pubblico dal 17 al 23 maggio e che riserverà alla serata del 16 la prima riproposizione della tavola ideata da Vincenzo Corrado. La scenografica installazione pasticcera è stata fortemente voluta dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Putignano ed è stata curata dalla dott.ssa Emanuela Angiuli che si è così espressa: “L’installazione culinaria che abbiamo realizzato nel bellissimo museo Romanazzi Carducci è un regalo in cui abbiamo inserito tutta la scenografia, la cultura e l’arte della gastronomia di Vincenzo Corrado, un grande cuoco pugliese del settecento. Quel che è importante non è solo valorizzare i prodotti tipici, ma anche riscoprire la cultura della gastronomia, perchè mangiare è un’arte, è un’emozione, è un piacere; mangiare è come ascoltare un concerto e noi pugliesi abbiamo avuto dei grandissimi mastri nell’arte della gastronomia. La mostra, dunque, sarà dedicata al piacere di mangiare dolci come si faceva nelle corti europee della fine del settecento”.
All’inaugurazione della mostra parteciperà una nutrita rappresentanza di buyer russi ed esponenti del PIT5, assieme ad amministratori della Regione Puglia, delle Provincia di Bari, di Taranto e dei Comuni di Marina Franca, Castellana Grotte, Alberobello, Locorotondo, Noci e Monopoli.


Ufficio Stampa
Michele Casella <debaser.ent@libero.it> 3284548699

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl