decantAzioni - teatro musica poesia in cantina

09/set/2008 20.59.25 Gruppo Panta Rei Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
con preghiera di diffusione
decantAzioni
teatro musica poesia... in cantina

La cantina � lo spazio che ospita da sempre la lenta maturazione naturale del mosto, ma anche la sapiente e ancestrale attivit� delluomo che, sin dallantichit�, si � misurato con un lavoro impegnativo e difficoltoso, per poi giungere al prodotto pi� decantato nella storia della letteratura e della musica mondiale. Oggi, grazie a uninteressante intuizione dellassociazione Gruppo Panta Rei, oltre che alla sensibilit� culturale delle cantine aderenti e degli enti sostenitori, quattro tra le pi� prestigiose cantine della marca trevigiana aprono i loro storici spazi per altrettante serate allinsegna dellarte, della poesia, del teatro e della musica.

Culturalmente e tradizionalmente, fin dai tempi remoti, il vino � stato un elemento dove arte e mestiere si fondono alla perfezione. In questo senso il luogo � stato ed � teatro di avvenimenti, pensieri ed emozioni pi� o meno nascosti che hanno accompagnato il quotidiano ed il ciclo produttivo, a cui la serata di incontro d� spazio, forma e valore comunicativo. Proprio questa valutazione, che consideriamo fondamentale per lapproccio alla rassegna, ci fa capire a fondo come, se sapientemente gestito e valorizzato, anche un luogo della vita quotidiana pu� diventare un luogo magico, una fabbrica delle emozioni per un reciproco scambio di esperienze, entrando nellevento artistico non solo come contenitore materiale, ma come vero e proprio elemento simbolico. Dando per buona questa ipotesi, crediamo quindi che grazie allimportante lavoro che sta svolgendo lAmministrazione Provinciale di Treviso, ogni spazio, ogni edificio o luogo storico della zona possa estendere in tal senso le sue funzioni, creando una sorta di circuito creativo che si sviluppa come un grande distretto culturale diffuso nel territorio e che proprio dalle potenzialit� di questo territorio trae spunto e ispirazione per eventi culturali di qualit�. In ci� sta la grande forza del progetto: valorizzare la forza creativa e comunicativa di un contesto usuale per coinvolgere, conquistare ed incuriosire il pubblico.

Dal 19 settembre, per quattro settimane consecutive, le prestigiose cantine Bortolotti, Astoria, Carpen� Malvolti e Bortolomiol ospiteranno quattro spettacoli di teatro, musica e poesia con testi e azioni che parlano, assaggiano e ci fanno assaporare il piacere, antico e impareggiabile, di ascoltare una storia seduti in cantina con un buon bicchiere di vino mano; spettacoli tutti legati al tema del vino e spesso accompagnati da musica dal vivo. Unoccasione impedibile per scoprire le meraviglie del territorio che spesso rimangono prerogativa di pochi fortunati e per vivere unesperienza piacevole ed edificante legata allarte, alla cultura e al buon bere, ovviamente responsabilmente.


Venerd� 19 settembre ore 21.00

Cantina Bortolotti

Valdobbiadene

IN VINO VERITAS

Gruppo Panta Rei

Regia Rita Lelio

Con Daniela Zamparla, Rita Lelio

Musiche dal vivo eseguite da Massimo Milani

Un percorso iniziatico nel quale ogni spettatore sar� accompagnato attraverso gli immortali pezzi della letteratura e della musica che parlano di vino. Pubblico e attori si confondono in uno spazio scenico totale e indefinito, per il quale verr� studiata una soluzione di volta in volta appositamente legata al luogo di rappresentazione. I brani recitati e le musiche vengono direttamente scelti dal pubblico da uno speciale men�, per rivivere intensamente il piacere di condividere una serata in cantina ad ascoltare storie, poesie e buona musica sorseggiando un ottimo vino in compagnia.


Venerd� 26 settembre ore 21.00

Cantina Carpen� Malvolti

Conegliano

Profumo (di)vino

Teatro null

Le pi� belle poesie alcoliche di tutti i tempi tra storia e aneddoti sul vino

ideazione e regia di Gianni Abbate

Mi siano i tuoi seni come i grappoli della vite.....il tuo palato come ottimo vino che scenda dritto alla mia bocca....Questi i versi non di DAnnunzio e neanche di Neruda, ma versi tratti dal Cantico dei Cantici di Salomone (7, 9), ovvero dalla Bibbia. Ed � con questi versi che parte il nostro omaggio al vino, la bevanda per eccellenza che ha accompagnato luomo nei secoli. Si parler� naturalmente anche di Dioniso o Bacco, che insegn� agli uomini larte di inebriarsi col mosto fermentato. In tutto il bacino del mar Mediterraneo, da Oriente a Occidente, comprendendo l'Asia fino all'India, il Nord-Africa, la penisola greca, compresa la Macedonia, la penisola italica ed oltre, i seguaci di Dioniso furono assai numerosi.

Cos� partendo dallantica Grecia troviamo versi dAlceo e Archiloco, per passare poi a Catullo e ancora salendo nei secoli a Cecco Angiolieri, Gioacchino Belli, Charles Baudelaire, Carducci, Borges, naturalmente Neruda, fino ad arrivare alla Merini ed anche ad un inedito Eduardo.


Venerd� 03 ottobre ore 21.00

Tenuta Val de Brun - Astoria

Refrontolo

Balcanikaos

Teatro Guascone

Spettacolo teatral-musicale, dedicato alla musica dei Balcani ed in generale dell'est europeo. Autori musicali come Bregovic, Kusturica, Kocani orchestra e molti altri vengono accostati a scrittori amatissimi ad EST. Hasek, Hrabal, Kafka, Rilke unitamente ai mostri classici come Bulkakov etc. Le atmosfere letterarie si fondono con quelle pi� popolari degli aneddoti, delle leggende fino a toccare strane ed oniriche storielle nate nella notte dei tempi. Amore per le sonorit�, le tradizioni, gli odori, le feste dell'est, i colori zingari, i loro strumenti, i loro viaggi, le scorribande nel mondo Yiddish con il suo umorismo tragico e premonitore. Circo, storie di vodka, atmosfere dei Konoba slavi, canzoni e tanta leggerezza su un EST molto sognato, soprattutto come un non-ovest. Una finestra un po' Felliniana sui nostri scatenatissimi vicini di casa.


Domenica 12 ottobre ore 21.00

Cantina Bortolomiol

Valdobbiadene

Vino dentro

Antonio Caldonazzi

di Fabio Marcotto

adattamento teatrale Antonio Caldonazzi, Massimo Cattaruzza

regia e con Antonio Caldonazzi

Protagonista del monologo tratto dallomonimo romanzo del bolzanino Fabio Marcotto � Mariano Cuttin, un grigio impiegato di banca che rimane improvvisamente folgorato da un bicchiere di Sauvignon al punto tale da iniziare un viaggio allinterno del mondo del vino che lo porter� a trasformarsi in uno dei pi� quotati degustatori a livello internazionale. In parallelo al cambiamento del mestiere, si modifica il registro interiore del personaggio, che via via sviluppa attraverso lossessiva ricerca, sensibilit� prima sconosciute e oscure percezioni dei propri sensi. Con una sorpresa: una trasformazione di kafkiana memoria subita dal protagonista che segna linizio, o forse la fine, di questo viaggio surreale allinterno del mondo del vino. Quello di Mariano Cuttin � un viaggio metaforico, la storia di unossessione prima casuale poi fortemente voluta; � la rovina (o forse lunica via di salvezza) di chi � stato accecato anche solo per un istante da una grande passione che al tempo lo stesso lo danna e lo santifica, lo schernisce e lo esalta, lo distrugge e lo rigenera. Insomma una ragione per esistere per dare un senso alla vita& a tutti i costi. Il suo � un mondo fatto di odori, sentori, aromi e sapori impalpabili per la maggior parte degli umani. Cuttin studia accanitamente, frequenta corsi e spende una fortuna in viaggi per degustare in tutta Europa i vini pi� rari e prelibati. Tutto ci� lo porter� a licenziarsi dalla banca e a diventare wine writer di fama internazionale, capo redattore della famosa rivista Gusto e molto di pi�. Ma anche a perdere laffetto e il desiderio di sua moglie, a un trapianto di fegato e molto altro.

Antonio Caldonazzi, attore e da anni assistente di Marco Bernardi allo Stabile di Bolzano, � il protagonista del monologo tratto dal romanzo Vino Dentro di Marcotto e regala al pubblico una intensa interpretazione, cimentandosi con destrezza in una lunga serie di virtuosismi lessicali e linguistici, e coniando al contempo una scrittura e un linguaggio a dimensione di bottiglia. Uno spettacolo ideale per gli appassionati enofili e da raccomandare agli astemi.


decantAzioni� � un progetto Gruppo Panta Rei

con il contributo di:


Provincia di Treviso, Regione Veneto

in collaborazione con:

Strada del Prosecco Conegliano Valdobbiadene, Altamarca, Comuni di Valdobbiadene, Refrontolo e Conegliano, Comunit� Montana delle Prealpi Trevigiane

Organizzazione generale

Federico Corona

Direzione Artistica

Gruppo Panta Rei

Comunicazione e relazioni esterne

Alessia Zanchetta


Info e Prenotazioni

Biglietto unico � 8,00 con degustazione

GPR idee in divenire

Tel e fax 0423 930225 mob 328 3857664 info@gruppopantarei.it

www.gruppopantarei.it

Vendita online* (prevendita � 1,32)

www.ticketone.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl