La povertà nell'arte - Gala beneficenza

Questi gli elementi che hanno contraddistinto il gala di beneficenza "La povertà nell'arte" tenutosi venerdì scorso nei sontuosi saloni di Palazzo Biscari.

09/giu/2009 10.56.00 ufficio stampa Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.


 

Gala di beneficenza “La povertà nell’arte”

 

 

 

Eleganza, stile e solidarietà. Questi gli elementi che hanno contraddistinto il gala di beneficenza “La povertà nell’arte” tenutosi venerdì scorso nei sontuosi saloni di Palazzo Biscari. Ad orchestrare impeccabilmente la serata l’avv. Corrado Labisi, amministratore delegato dell’Istituto psicopedagogico Lucia Mangano, iscritto all’Albo d’Oro dei benefattori della Fondazione Turriziani Colonna, promotrice dell’evento.

 

Costituita dal Reverendo Don Fabrizio Turriziani Colonna, la fondazione persegue finalità assistenziali e sociali, mediante interventi finanziari, sotto forma di contributi alle spese, istituzione di borse di studio e promozione di volontariato in Italia.

 

Circa trecento i partecipanti al simposio – il cui ricavato sarà destinato ad una mensa per poveri catanese – abilmente condotto dalla professionalità di Nino Graziano Luca, e arricchito dell’estrazione di preziosi omaggi messi a disposizione dall’azienda Chopard.

 

Grande attesa per il critico d’arte Vittorio Sgarbi, che avrebbe dovuto relazionare su opere inerenti il tema della povertà, invece assente a causa delle pesanti minacce subite la mattina stessa quando, davanti gli uffici della polizia municipale di Salemi, una la testa di un maiale chiusa in un sacco di plastica gli è stata recapitata.

 

 

Ufficio stampa

Simona Pulvirenti



Scarica Messenger gratis: comunica, divertiti e condividi rapidamente!
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl