25 giugno :: THE TOASTER + FUNKERS (dj's TUPPI B & SOUL71) @ Villa Renoir (Bari)

Allegati

12/giu/2009 17.03.29 Debaser.Ent Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

COMUNICATO STAMPA
CON PREGHIERA MASSIMA DIFFUSIONE E PUBBLICAZIONE



Party conclusivo per Planet Of Sound 09, con ospiti d'onore i clamorosi TOASTER
Arriva a Bari lo storico gruppo Ska di Rob "Bucket" Hingley, la band che per prima portò dall'inghilterra il 2-Tone sound degli Specials nella grande mela (era il 1981), dando vita a quella che verrà definita  la terza ondata Ska, ossia lo ska-punk. Con loro sul palco due vere bombe sonore della scena italiana, Drops e Rekkiabilly!!
A seguire Funkers, l'ormai storico appuntamento con la musica black firmato Tuppi B (dj della Big Band di Paolo Belli) e Soul 71
Inoltre l'evento sarà trasmesso sulle frequenze di Radio Bari Città Futura.

www.wabisabisound.it

POSt PARTY
VILLA RENOIR - BARI
25 GIUGNO 2009
ore 22:00
ticket: 8 euro


THE TOASTERS (USA)
www.myspace.com/toasters
www.toasters.org

I Toasters sono una delle più importanti ska band americane, che hanno contribuito a popolarizzare il genere nella scena underground mondiale negli anni '80. Rob "Bucket" Hingley, emigrato dall'Inghilterra, forma i Toasters a New York nel 1982 dopo aver scoperto che il 2-Tone ska che lui ama non è ancora esploso nella scena musicale americana. In breve tempo dà vita al primo scheletro della band e nel 1983 viene rilasciato il loro primo singolo, "Beat Up". Hingley, inoltre, fonda una propria etichetta, la Moon Ska Records, per neutralizzare lo scetticismo delle maggiori etichette convinte che lo ska non sarebbe mai diventato popolare negli Stati Uniti. La Moon Ska è cresciuta fino a diventare l' etichetta ska indipendente più grande del paese. Nel 1985 esce un demo EP, "Recriminations", prodotto da Joe Jackson, la prima di numerose collaborazioni. Due anni dopo, nel 1987, i TOASTERS lanciano il loro primo album americano, "Skaboom", per la Celluloid. "Thrill Me Up (1988) e "This Gun For Hire" (1990) aiutano a consolidare il seguito della band, mentre la scena ska newyorkese e gli artisti della Moon Ska sono in crescita esponenziale. La lineup dei Toasters continua a cambiare durante gli anni '90, con il vocalist e chitarrista Hingley come unico membro originale. Oltre alle attività di Hingley con la Moon Ska, i Toasters continuano a rilasciare album durante il decennio: New York Fever (1992), Dub 56 (1994), Hard Band for Dead (1996) e D.L.T.B.G.Y.D. (1997). I Toasters si impongono nel nuovo millennio con l'album "Enemy Of The State" del 2002 e una nuova compilation, "In Retrospect the Best of the Toasters", rilasciato nel 2003. Quando non sono in studio, Hingley e la lineup sempre in evoluzione dei Toasters sono in tour negli USA, in Europa e in tutti gli angoli affamati di ska del globo.


DROPS (IT)
www.myspace.com/drops1234

Una delle band più interessanti e particolari della scena rock steady italiana. Straordinari! Un aggettivo davvero appropriato per questa storica formazione barese innamorata dello ska, che nelle proprie esibizioni dal vivo riesce a coinvolgere ed entusiasmare il pubblico presente. Un concerto dei Drops è una vera e propria festa, dove esserci, significa far parte di un nuovo e grande gruppo di amici. Il loro repertorio spazia da rivisitazioni in chiave rock steady di alcuni classici della musica italiana, come “ Ma la notte no” di Arbore, e internazionali come “Don’t let me be misanderstood” a brani inediti che la crew barese esegue con stile ed originalità La band, pur essendo giovanissima, già vanta significative apparizioni in importanti clubs come Mata Hari (Cutrofiano-LE), Due Lune (Vernazzano s.t-PG), Rock Garden (Narni-TR), Ayer’s Rock One (Lamezia.T-CZ),BocaBarranca (Marina Romea-RV),centri sociali quali Officina 99 (NA) ed in numerosi manifestazioni, tra le quali ci piace ricordare la partecipazione all’ Alter Festa a Cisternino (BA) come spalla di Tonino Carotone & Gli Arpioni, al Festival International de la Musique Universitaire a Belfort in Francia e Danzariano 2002 con Après la Classe , SkaRockFestival 2003 (Torre Regina Giovanna-BR) con Meganoidi, Orsara Folk Festival (Orsara-FG) con Folkabbestia sempre nello stesso anno. Nella primavera del 2002 il gruppo autoproduce il CD Innanzi tutto voi chi siete, accolto da molti come uno dei migliori album d’esordio dell’anno.



REKKIABILLY (IT)
www.rekkiabilly.com
www.myspace.com/rekkiabilly

Nell’estate del 2005, quattro musicisti baresi cominciano a rockeggiare sui marciapiedi del Salento… Un avventura che li trascina a tal punto da attraversare, con gli stumenti in spalla, tutta l’ Italia, e la Francia fino a raggiungere i Paesi Baschi! E’ da questa esperienza che nasce il sound e la filosofia della band, che unisce alla dimensione del suono quella del viaggio, della ricerca delle contaminazioni, dell’improvvisazione e del divertimento. Ingredienti che i Rekkiabilly hanno trasferito dalla strada al palcoscenico per dare vita ad un spettacolo travolgente, in cui chitarra, sax, batteria, e contrabbasso danno voce ad un sound particolarmente legato alle sonorità del rock’n roll e del rockabilly, ma sempre aperto a influenze diverse (swing, surf, punk, ska, country, blues,jazz), e reso originale dai testi, scritti anche in italiano. I Rekkiabilly si sono esibiti nell’arco di un paio d’anni dalla data d’esordio, in numerosi locali in Puglia, Lazio, Basilicata e hanno partecipato ad alcune delle più importanti manifestazioni della provincia di Bari, dividendo il palco con artisti del calibro di Jon spencer e Matt Verta Ray, The Hormonauts, Marta sui tubi, Max Gazzè, Banda Bardò, Folkabbestia etc.

A SEGUIRE

FUNKERS DJ SET
TUPPI B & SOUL71
www.myspace.com/funkerstheoriginal
www.myspace.com/tuppib
www.myspace.com/illatoadituppib

La serata Funkers nasce circa 4 anni fa dalla mente dei dj baresi Tuppi B e Soul’71. Uniti dall’ amore per le sonorità tipicamente Funk e mossi dalla necessità di creare a Bari un contenitore in cui amanti dell’inestimabile patrimonio del suono afro-americano potessero incontrarsi, il 25 ottobre del 2002 il sogno si realizza e la prima one night è un grosso successo. Con un menù a base di 60’s 70’s Disco, Hip Hop, Soul, Funk e Modern Black Grooves in tutte le sue espressioni, le serate Funkers si susseguono raccogliendo un numero sempre maggiore di supporters, creando così un vero e proprio “movimento”. L’11 luglio del 2003 ospite della consolle del Funkers è Mr. Eddie Piller, vero e proprio guru della scena soul-funk mondiale, fondatore nel 1987 insieme a Gilles Peterson dell’etichetta Acid Jazz , nonché talent scout di personaggi del calibro di Jamiroquai e Brand New Heavis, solo per citarne alcuni. Protagonista di un fuori programma è stato dj Suv, noto dj drum & bass che, finita la performance all’ interno del festival Time Zone, è arrivato con alcuni sui fan al Funkers ed elettrizzato dall’atmosfera circostante, ha omaggiato tutti i presenti con un suo dj set. Vero e proprio marchio di fabbrica del Funkers, sono i flyers, ormai oggetto di collezionismo. Le immagini sono tratte da copertine di vecchi lp e la particolarità sta nel numero degli elementi che compongono l’immagine, i quali aumentano a seconda del numero di serate fatte.
Dj da oltre un decennio, Tuppi b ha collezionato un importante numero di collaborazioni con diversi artisti, hip hop (Zona 45, Casa del fico, Pooglia tribe) e jazz (dj resident del “Fez” di Nicola Conte, Paolo Achenza trio, Hi-fidelity). Da circa 4 anni è impegnato con la big band di Paolo Belli, in tour in questi giorni, col quale ha partecipato a svariate trasmissioni televisive, tra cui le ultime 2 edizioni di “Torno sabato” di Giorgio Panariello. E’ stato uno dei protagonisti del programma satirico, in onda su rai 3, B.R.A. (braccia rubate all’agricoltura) di Serena Dandini con la quale insieme con Neri Marcorè ha partecipato allo spettacolo teatrale “Amo”, attualmente disponibile in dvd. Attualmente è anche dj resident il venerdì sera al Micca club di Roma.La sua abilità di turntablist è piegata al gusto per la costruzione melodica e ritmica: un re-mixer in tempo reale. Nel 2008 si è anche cimentato nel nuovo progetto solista "Tuppi, il lato A di Tuppi B" con il pezzo "Ponte Milvio" presentato da Fiorello su Radio 2.

 
(LA SERATA SI TERRA' ANCHE IN CASO DI PIOGGIA)

 
in collaborazione con




blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl