Teatro: parte da Gallicano “la partita” di Beckett contro l’infelicità

E' uno spettacolo di grande impatto suggestivo, uno straordinario adattamento che colpisce per la sua originalità, quello che il regista e attore Lucio Rosato vuole proporre al pubblico: la partita a scacchi tra attori-giocatori che muovono le pedine e pedine-personaggi che muovono una delle storie più significative ed enigmatiche della drammaturgia del Novecento, viene affrontata dal regista in chiave tragicomica, concretizzando, in una scena metallica e postatomistica, un testo in cui, come ha affermato lo stesso autore, " tutto ciò che c'è da dire è già detto".

04/feb/2010 18.55.47 Roberta Spinelli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Gallicano nel Lazio – Teatro “Gianni Santuccio”
venerdì 12 febbraio 2010 – domenica 14 febbraio 2010
Orario: venerdì e sabato: 21.00; domenica: 18.30
Spettacolo Itinerante (Palestrina- Zagarolo- S.Vito Romano)
 
Venerdì 12 febbraio 2010 alle ore 21.00, il Teatro Laboratorio “Gianni Santuccio” e l’Associazione Culturale “Hypokrites” presentano, al Teatro “Gianni Santuccio” di Gallicano nel Lazio, l’atto unico “Finale di partita” di Samuel Beckett per la regia di Lucio Rosato con Daniele Bonamore, Alfredo Colagrossi, Marco Tomassi, Cristina Borraggine, Pino De Gregori. Costumi di Gabriele Mayer, musiche di Massimo Di Nunzio.
E’ uno spettacolo di grande impatto suggestivo, uno straordinario adattamento che colpisce per la sua originalità, quello che il regista e attore Lucio Rosato vuole proporre al pubblico: la partita a scacchi tra attori-giocatori che muovono le pedine e pedine-personaggi che muovono una delle storie più significative ed enigmatiche della drammaturgia del Novecento, viene affrontata dal regista in chiave tragicomica, concretizzando, in una scena metallica e postatomistica, un testo in cui, come ha affermato lo stesso autore, “ tutto ciò che c’è da dire è già detto”.
I protagonisti sonoHamm un vecchio cieco costretto a stare su una sedia a rotelle ed il suo servoClov incapace di sedersi, un dualismo non solo fisico ma anche e soprattutto caratteriale. Una netta rivalità che presuppone però una ineluttabile simbiosi tra padrone e servo. Sono presenti altri due personaggi Nagg e Nell, gli anziani genitori di Hamm, che vivono come larve senza le gambe, in un bidone della spazzatura.
I personaggi dell’opera vivono una situazione statica ed immutabile: ogni giorno è uguale a sé stesso, fino a che ciascun gesto e ciascun avvenimento assume un aspetto quasi rituale. Tra le righe del testo traspare chiaramente che i personaggi, nonostante la situazione assurda e fuori dal tempo in cui si trovano, hanno avuto una storia .Tuttavia nessuna indicazione fa pensare che essi abbiano un futuro. Persino la morte di Nell, che avviene nella parte finale dell’opera, viene accolta come assolutamente normale e non provoca alcuna sorpresa.
“Finale di partita” parla, come si evince già dal titolo, di una partita, definita dallo stesso autore come “persa fin dall'inizio”. In essa assistiamo al tentativo di introdurre il nulla come nuovo ordine dell'universo, e contemporaneamente alla tenace resistenza che un mondo di cose oppone a questa invasione. Il "senso" non è un già-dato, ma una nostra decisione radicale. La più famosa battuta del testo, che Beckett mette in bocca a Nell ("niente è più comico dell’infelicità”) ci riporta a questa condizione. La recitazione degli attori, le scenografie ed i costumi regaleranno una rappresentazione di forte impatto, per un finale che altro non potrebbe essere se non assurdo.
Hamm è il re in questa partita a scacchi.
Nel finale fa delle mosse senza senso che soltanto un cattivo giocatore farebbe.
Un bravo giocatore avrebbe già rinunciato da tempo.
Sta soltanto cercando di rinviare la fine inevitabile.”

(S. Beckett)
Per informazioni: tel. 338.69.88.692
Ingresso:GRATUITO       
Ufficio Stampa: Roberta Spinelli 
tel. 334. 9470121  e-mail : robertaspinelli.r@libero.it
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl