PRIMA REGOLA NON ESSERE SALVATA Burning Antigone - AKRteatro a TeatroForte

PRIMA REGOLA NON ESSERE SALVATA Burning Antigone - AKRteatro a TeatroForte VEN 16 e SAB 17 Aprile ore 22SENSIBILI AI CONFINI.10 DALLE FOGLIE AL RIZOMA all'interno del NODE FEST - International of Electronic and Digital Arts AKRteatro PRIMA REGOLA NON ESSERE SALVATA Burning Antigone con Maria Laura De Bardi e Aurora Kellermann Drammaturgia e Regia: AKRteatro Proiezioni live e disegno luci: Domenico Catano Musiche: Akoros Riccardo Cocozza e Domenico Catano Hanno collaborato Fabio Massi e Valentina VersinoProduzione AKR 2010 in collaborazione con TeatroForte Un'indagine frammentaria, un'ipotesi sognata.

13/apr/2010 12.03.54 TeatroForte c/o Forte Prenestino Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
 
 
VEN 16 e SAB 17 Aprile ore 22
SENSIBILI AI CONFINI.10 DALLE FOGLIE AL RIZOMA
all'interno del NODE FEST - International of Electronic and Digital Arts
 
  AKRteatro
  PRIMA REGOLA NON ESSERE SALVATA 
  Burning Antigone

con Maria Laura De Bardi e Aurora Kellermann
Drammaturgia e Regia: AKRteatro
Proiezioni live e disegno luci: Domenico Catano
Musiche: Akoros Riccardo Cocozza e Domenico Catano
Hanno collaborato Fabio Massi e Valentina Versino
Produzione AKR 2010 in collaborazione con TeatroForte

Un’indagine frammentaria, un’ipotesi sognata. Una “drammaturgia del segreto” attraverso “la casuale rivelazione di ciò che è nascosto e la sua  comunicazione” come direbbe Kierkegaard. Si parte così da una certa vaghezza: di questa Antigone ci si potrà fare l’immagine che vogliamo, anche se si tratta di una celeberrima figura che deriva dalla vecchia tragedia. La storia di una fragile eroina, volubile e coraggiosa, riscritta e inserita negli schemi sintetici e parziali di un canovaccio, di un abbozzo drammatico, con il quale s’intende delineare una dimensione tragica possibile nella contemporaneità. Un quadro che, persa l’antitetica dimensione della legge, risulta sostanzialmente intimo, affettivo e assolutamente interiorizzato. Una composizione accennata, fragile e inorganica, incapsulata nell’indicibile segreto di Antigone.
 

Sul nostro lavoro
Noi preferiamo un teatro multimediale. I mezzi di comunicazione differenti, che compongono l' evento teatrale,non sono ordinati nel nostro lavoro in maniera gerarchica, bensì lavorano insieme a formareil nostro teatro. La nostra necessità, smontare la predominanza del testo - almeno il testo narrativo - crea una composizione di suoni, silenzi e immagini in movimento. Suggestioni, dove il piano delle associazioni è più forte della comprensione razionale.  Il processo creativo è collettivo, componiamo i nostri pezzi insieme attraverso discussioni e improvvisazioni, nelle quali musicisti, attori, tecnici, video maker e scrittori hanno lo stesso peso. Per PRIMA REGOLA NON ESSERE SALVATA. Burning Antigone  abbiamo utilizzato come materiale di lavoro testi  di Sofocle, di Anhouill, di Brecht e della Yourcernar, ma anche testi originali di AKR e canzoni dei BON.NOT.
Una cosa è la carne, una cosa è la legge, una cosa è il sangue, un'altra è la morale.
 
 
TeatroForte c/o csoa Forte Prenestino
via Federico Delpino, 100celle, Roma
tram 5 e 19 bus 542
info 06.21807855 dal lun, merc, ven 18/21
 


 
 
 
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl