Spettacolo "mPalermu" regia di Emma Dante

Vi sono momenti in cui la verità si rivela interamente ai

Allegati

28/feb/2005 16.23.52 Teatro Vascello Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
 
 

 

 

4 -13 Marzo

Compagnia Sud Costa Occidentale

“mPALERMU”

 

Prezzi 12 euro intero - 8,00 euro ridotto under 26, over 65

Orari dal martedì al sabato ore 21.00 - domenica ore 17.00

Info 06 5881021

bus stopo 75 davanti al

TEATRO VASCELLO

Via Giacinto Carini, 78 - 00152 Roma

www.teatrovascello.it

scrittura scenica collettiva

CON : GAETANO BRUNO, SABINO CIVILLERI, TANIA GARRIBBA, MANUELA LO

          SICCO, SIMONA MALATO

DIREZIONE TECNICA CRISTIAN ZUCARO

REGIA EMMA DANTE

                                                                                                                           

Vi sono momenti in cui la verità si rivela interamente ai nostri occhi, senza che abbiamo fatto un gesto, un passo, spostato un ciglio. Vidi quel mare illuminato adesso da un sole d’inverno, mare azzurro e remoto fra rare e immobili imbarcazioni; vidi, come se non in quella carrozza io mi fossi trovata, ma in un altro posto, nell’aria- vidi quello che era nei loro occhi; ora che la nave posava vuota nel porto, e lontana, quasi disperante, appariva l’ora di un nuovo viaggio- il rammarico sordo di aver già consumato quasi tutta l’esistenza, svolto il gomitolo fino all’ultimo pezzo di filo.         

A.M. ORTESE

                                                                                                                                                                      

Palermo. Se avesse un corpo lo userebbe per schivare. Che cosa? Tutto.

Per non essere colpita, identificata. Il paradosso di un luogo che ha profumi, sapori, colori inconfondibili, ma sfugge a qualsiasi definizione. Ha voci lontane che provengono da strade dentro vicoli neri, canti, rumori, storie gridate da facce perdute, vacanti, facce sorprendenti di chi sorprendere non vorrebbe mai, ma il suo emblema, lo stemma sullo scudo è il silenzio.

Di questo silenzio parliamo, di questa immobilità, da una distanza ravvicinata, familiare, aspettiamo che il silenzio omertoso si trasformi in una qualità, in un elemento distintivo del carattere di ognuno. Di interni e di esterni divisi da una soglia che è impossibile varcare. Di gesti che si formano perfettamente dentro la testa, ma non riescono a passare nei muscoli, nel sangue, come figli eternamente nutriti da madri sempre gravide e mai partoriti.

A Palermo non si compiono azioni, si mettono in scena cerimonie, non si fanno discorsi, si opera retoricamente citando ammiccando alludendo… è la città dello spreco e del superfluo, della decorazione magnifica messa come corona allo sfacelo.

Questo teatro dell’impossibile, che fa di Palermo una sorta di rappresentazione simbolica dell’anima del mondo, incessantemente indaffarata e incessantemente morente, è la nostra commedia.

Cinque attori sul palcoscenico. Cinque parenti congiunti, ubbidienti a questa legge loro impressa. Una famiglia. Un compito: agire. Varcare la soglia, mettere un piede dopo l’altro e andare. Fuori. Per strada. Andare. Per farsi guardare interi. Per dimenticare l’urto, la rottura di ombre irregolari appiccicate alle pareti. Imbottire la propria anima perché non voli via non appena la porta si spalanca. Inventare bugie per fottere il sentimento di insensatezza che ci coglie di fronte a ogni gesto.

Cinque attori che sono una famiglia e noi che li guardiamo.

Emma Dante

 

PREMIO SCENARIO 2001

PREMIO UBU  2002 - migliore novità italiana

 

 

Lo spettacolo riguarda la storia di una famiglia palermitana e nonostante sia totalmente in dialetto palermitano sta girando in tutta Europa con grande successo. E’ un genere di recitazione molto fisica, è un teatro primitivo dove attraverso il proprio corpo l’attore comunica emozioni, forza e colori. Lo spettacolo è adatto per le scuole superiori.

 

I prezzi per gli studenti sono di 8,00 euro il ridotto anziché 12,00 euro Sono previste mattinée da concordare con il professore interessato.

orari spettacoli: dal martedì al sabato ingresso ore 21,00 - domenica ore 17,00

 

 

Come raggiungerci:
Il teatro Vascello si trova in Via G. Carini 78 a Monteverde Vecchio (Roma) sopra a Trastevere.
Con mezzi privati: Parcheggio per automobili: lungo Via delle Mura Gianicolensi, a circa 100 metri dal Teatro.
Con mezzi pubblici: autobus 75 si ferma proprio davanti al teatro Vascello e si può prendere da stazione Termini o Piramide, oppure il 44, il 710 e l'871, 870.
Vi aspettiamo

Per contattarci >>> Cristina Ufficio Promozione 06 5898031 06 5881021

fax 06 5816623 -
Per i vostri suggerimenti >>>
promozione@teatrovascello.it

Per approfondimenti >>> www.teatrovascello.it

 

 

Ai sensi della legge sulla privacy (L. 675/96) tutti i nominativi della
nostra mailing list sono in copia nascosta  e non vengono diffusi o resi
noti in alcuna forma, neppure agli altri membri.
Se non hai interesse per i servizi e le notizie del Teatro Vascello e
desideri la cancellazione dalla mailing list è sufficiente inviare una
risposta al presente messaggio con la parola "cancella".
Se hai amici che possono essere interessati alle notizie e ai servizi del
Teatro Vascello inoltra loro questa mail.
Nuovi membri: per ricevere le news su spettacoli e labs e avere informazioni
su convenzioni per la nuova stagione del Teatro Vascello inviare una mail
con nome e cognome a
promozione@teatrovascello.it

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl