circo gulliver in viaggio con il teatro renzo boldrini

circo gulliver in viaggio con il teatro renzo boldrini SABATO 8 MAGGIO 2010 dalle ore 10,30 Teatro Comunale Verdi di Santa Croce sull'Arno (Pi) direzione artistica RENZO BOLDRINI presenta CIRCO GULLIVER in viaggio con il teatro un progetto a cura di Giallo Mare Minimal Teatro Teatro Popolare d'Arte Rete Teatrale Aretina Officina Teatri / Rete dei piccoli teatri dell'Empolese Valdelsa Resdenze della Provincia di Pisa con il sostegno di Regione Toscana Provincia di Pisa Provincia di Arezzo Circondario Empolese Valdelsa Fondazione Monte dei Paschi di Siena Il direttore artistico Renzo Boldrini, in collaborazione con il Comune di Santa Croce sull'Arno (Pi), presenta sabato 8 maggio 2010 a partire dalle ore 10,30, l'evento in prima nazionale CIRCO GULLIVER in viaggio con il teatro. al Teatro Comunale Verdi di Santa Croce sull'Arno.

04/mag/2010 16.21.56 giallo mare minimal teatro Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
SABATO 8 MAGGIO 2010 dalle ore 10,30 Teatro Comunale Verdi di Santa Croce sull’Arno (Pi) direzione artistica RENZO BOLDRINI presenta CIRCO GULLIVER in viaggio con il teatro un progetto a cura di Giallo Mare Minimal Teatro Teatro Popolare d'Arte Rete Teatrale Aretina Officina Teatri / Rete dei piccoli teatri dell'Empolese Valdelsa Resdenze della Provincia di Pisa con il sostegno di Regione Toscana Provincia di Pisa Provincia di Arezzo Circondario Empolese Valdelsa Fondazione Monte dei Paschi di Siena Il direttore artistico Renzo Boldrini, in collaborazione con il Comune di Santa Croce sull'Arno (Pi), presenta sabato 8 maggio 2010 a partire dalle ore 10,30, l'evento in prima nazionale CIRCO GULLIVER in viaggio con il teatro. al Teatro Comunale Verdi di Santa Croce sull'Arno. IL TEATRO E LA DIREZIONE ARTISTICA Renzo Bodrini, uno dei fondatori della Compagnia Tatrale Giallo Mare Minimal Teatro, è direttore artistico del Teatro Comunale Verdi di Santa Croce sull'Arno dal 1988. Durante questa lunga attività il Teatro ha visto una fiorente e diversificata progettualità grazie alla quale è stato possibile coinvolgere un numero sempre crescente di pubblico intergenerazionale. Il Teatro Comunale Verdi, che ha una capienza di 287 posti, è prima di tutto un luogo di spettacolo e di creazione artistica: dal 2006 al 2009 la stagione di prosa tradizionale, realizzata con la collaborazione della Fondazione Toscana Spettacolo, ha dato la possibilità a circa 2500 spettatori l’anno di assistere ad oltre 10 recite in cartellone. Il PROGETTO PICCOLI TEATRI, nel creare una proficua rete di relazione tra il Teatro Comunale Verdi, il Teatro Comunale di S. Maria a Monte e la Scuola di Teatro ACHAB, ha coinvolto una media di circa 1600 spettatori per oltre 16 recite l’anno. Uno sguardo alle nuove generazione è dato nella programmazione del Teatro Verdi con la rassegna BAULE DEI SOGNI. Con questo progetto pluriennale di stagioni teatrali rivolte al pubblico dei bambini, la direzione artistica di Renzo Boldrini ha avvicinato al teatro circa 8000 bambini che hanno assistito a una media di oltre 45 recite per anno specificamente rivolte a loro. Nel suo lavoro in questi anni il Direttore ha promosso il teatro non solo con la messa in scena di spettacoli per adulti e giovani ma anche con un intenso programma di formazione teatrale. Dal 2006 sono stati realizzati circa 30 laboratori annui a cui hanno partecipato una media di circa 700 utenti. Il Teatro Comunale Verdi, negli ultimi anni, è un luogo di riflessione sul mondo teatrale a livello nazionale e regionale, ha realizzato due importanti convegni: “Quale ruolo dei Piccoli Teatri nel sistema provinciale e regionale” (novembre 2009) e “Residenze quale ruolo nel sistema teatrale regionale e nazionale" (marzo 2009), a cura di Renzo Boldrini. L'EVENTO TEATRALE CIRCO GULLIVER è uno spettacolo teatrale, ma è al contempo il fulcro di un articolato progetto formativo e promozionale, che mette in relazione artisti provenienti da differenti esperienze sceniche e incentiva l’idea di costruire concrete relazioni fra “spettatori attivi” di diverse generazioni e residenti in tre Province della nostra Regione. E' frutto di un progetto elaborato dalle Compagnie Giallo Mare Minimal Teatro e dal Teatro Popolare d’Arte insieme alla Rete Teatrale Aretina, Officina Teatri/Rete dei piccoli teatri dell’Empolese Valdelsa, Progetto delle Residenze della Provincia di Pisa, che nel panorama toscano praticano in modo significativo in un’ampia zona del territorio regionale, l’esperienza della Residenza Teatrale, come modello innovativo di produzione ed organizzazione artistica. Un’azione che utilizza l’abitazione quotidiana di teatri o spazi teatrali per sperimentare differenti ipotesi di rapporto fra azione teatrale e relazione con i vari pubblici, emersi o potenziali, presenti nella comunità in cui si opera. CIRCO GULLIVER è liberamente ispirato a I Viaggi di Gulliver di Jonathan Swift, considerato un testo per ragazzi, ma il realtà un complesso romanzo di formazione e di critica feroce, per quanto grottesca, della società del tempo. Noi non proponiamo una rivisitazione storico-filologica, ma una rilettura sulla nostra contemporaneità: chi è oggi Gulliver, chi sono gli stranieri, quali sono i mondi sconosciuti, esistono mondi sconosciuti? Insomma un Gulliver da Swift e non di Swift, una rilettura dei mitici viaggi di Gulliver in odierni paesi dei giganti e dei lillipuziani. Una favola moderna dove la figura Gulliver diventa perno intorno al quale ruota una singolare trasmissione dal titolo CIRCO GULLIVER, nella quale un anonimo concorrente viene inviato verso isole sconosciute da una crudele presentatrice. Come il grande avventuriero, creato dalla fantasia di Swift, il nostro concorrente entra casualmente nei meccanismi del viaggio anche se al posto del mare la porta d’accesso è il ben più misero canale televisivo su cui è in onda la trasmissione. Questa esperienza produrrà sul nostro personaggio un grande cambiamento. In particolare lo cambierà la conoscenza del giovane immigrato – che in trasmissione è l’aiutante della presentatrice – che gli mostra, ad un certo punto, la durezza della sua esperienza di emigrazione. Lo cambierà anche il venire a conoscenza dell’esistenza di una vera grande isola di rifiuti, un continente nuovo creato dalle plastiche gettate in mare dalle nostre società consumistiche: un “mare” di plastica enorme, realmente collocato fra le Hawaii e l’Oceania, che sta contribuendo a uccidere il nostro pianeta. Questa favola è anche una riflessione amara, ma vitale, reattiva sui limiti e le contraddizioni della nostra epoca, così ricca di inedite possibilità e di sconosciuti disastri. Una produzione che pensa ad una platea intergenerazionale capace di poter dialogare anche con spettatori molto giovani. IL PROGETTO. TERRITORI COME SCENE, FRA RADICAMENTO E MOBILITÀ Il progetto che ruota intorno allo spettacolo, intende valorizzare il concetto di Residenzialità come capacità di immaginare i territori in cui si opera come complessive scene d’incontro fra artisti e spettatori, creando esperienze dove i teatri diventano il punto di partenza di un concreto e più articolato viaggio all’interno dello straordinario patrimonio regionale di beni culturali e materiali. Il percorso produttivo, iniziato nel settembre 2009, è stato strutturato tramite varie tappe di studio, tenutesi nelle tre Province ed aperte a giovani artisti ed attori toscani. Un preliminare work in progress che ha contribuito a formare sia il cast definitivo che la definizione della drammaturgia, parallelamente sono stati avviati percorsi laboratoriali in alcune classi della scuola primaria di secondo grado dei Comuni di Empoli, Santa Croce sull’Arno, Montevarchi incentrati sulla figura di Gulliver e su alcune parole chiave quali; VIAGGIO, STRANIERO, INCONTRO, TEATRO, TELEVISIONE, MACCHINA, MERCE, UMANO, DISUMANO, GUERRA, FUTURO. Percorsi autonomi, ma comunicanti tra loro tramite vari canali, dal web alla posta tradizionale, laboratori condotti, in collaborazione con le insegnanti, da professionisti del teatro per le nuove generazioni ed in contatto diretto, tramite vari incontri, con gli artisti coinvolti nella produzione dello spettacolo. Tutti i gruppi di lavoro coinvolti (classi, operatori, artisti, genitori) saranno i protagonisti di un vero e proprio viaggio che l’ 8 Maggio 2010 li riunirà tutti per la visione dello spettacolo presso il Teatro Comunale Verdi di Santa Croce sull’Arno. La visione dello spettacolo sarà solo una parte di un programma che prevede, un “comune viaggio” per l’intera giornata di conoscenza non più solo virtuale, fra tutti gli attori e gli spettatori coinvolti, e con momenti di scambio sugli specifici risultati laboratoriali, ma anche della scoperta della cucina territoriale o di uno dei suoi tesori culturali, tramite una visita collettiva ad animata del Museo Leonardiano di Vinci, geniale costruttore, tra l’altro di macchine teatrali e strumenti e mezzi di viaggio e di esplorazione. La direzione artistica Renzo Boldrini è dal 1988 al 2010 direttore artistico del Teatro Comunale Verdi di Santa Croce sull'Arno (Pi). E' uno dei fondatori di Giallo Mare Minimal Teatro, compagnia per la quale dirige tre spettacoli che hanno avuto il Premio ETI Stregagatto: Boccascena nel 1992, Storie Zip nel 1999, La storia di Giulietta e Romeo nel 2001. Dal 1983 ha firmato come autore e/o regista oltre cinquanta creazioni sceniche presentate in Portogallo, Spagna, Polonia, Belgio, Germania, Russia e Svizzera. Le sue ultime pubblicazioni sono: Buff'Opera: Cenerentola. musica da vedere , teatro da ascoltare con Claudio Proietti, ed. Titivillus, Corazzano 2005; Il libro va teatro con Giovanna Palmieri e Mafra Gagliardi, Edizioni Erickson, Trento 2006. Territori come scena – Progetti di residenze per il teatro: idee, visioni, tracce da Toscana, Piemonte, Puglia, Lombardia, ed. Titivillus, Corazzano 2009. ingresso libero, è gradita la prenotazione INFO Giallo Mare Minimal Teatro info@giallomare.it tel. 0571/81629 info comunicazione: Nicoletta Rivkah Scrivo cell.335/1021584 – n_scrivo@libero.it
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl