Comunicato stampa Is Mascareddas: dal 31 luglio al 7 agosto a Teulada (Ca) la quinta edizione di "Animar - Festival Internazionale del Teatro d'Animazione sul Mediterraneo"

07/gen/2010 10.41.06 Is Mascareddas Teatro e Laboratorio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Is Mascareddas

Teatro e Laboratorio

 

COMUNICATO STAMPA

 

DAL 31 LUGLIO AL 7 AGOSTO A TEULADA (CAGLIARI)

 

LA QUINTA EDIZIONE DI ANIMAR

Festival del Teatro d’Animazione sul Mediterraneo

 

In scena alla Casa Baronale

nel piccolo centro della costa sud occidentale sarda

14 compagnie da Italia, Spagna, Argentina e Grecia

 

*

 

Una non stop di spettacoli interamente dedicata al teatro d’animazione, nella cornice della seicentesca Casa Baronale a Teulada, in Provincia di Cagliari.

Dal 31 luglio al 7 agosto il piccolo centro del Basso Sulcis, nel cui territorio sono site bellezze naturali uniche in Sardegna, come le spiagge di Tuerredda e delle Dune Bianche e la costa selvaggia di Capo Malfatano,  torna ad ospitare Animar . 

 

Il Festival del Teatro d’Animazione sul Mediterraneo organizzato dalla Compagnia Is Mascareddas taglia, quest'anno, il traguardo della quinta edizione.

Nato come idea-progetto per arricchire l’offerta culturale del comune sulcitano durante la stagione turistica estiva, dal 2006 al 2009 Animar ha portato alla Casa Baronale di Teulada 109 spettacoli e 58 compagnie, da Italia, Spagna, Ungheria, Francia, Belgio, Repubblica Ceca, Brasile, Cile e Germania ed è stato seguito da punte di 300 spettatori a serata.

 

I numeri dell’edizione 2010 non smentiscono la varietà e la ricchezza di proposte che contrassegna il festival: 27 eventi in calendario, tra spettacoli e incontri con gli artisti, per 14 compagnie provenienti da diverse regioni italiane e da 3 paesi stranieri: Argentina, Spagna  e Grecia, due laboratori per i più piccoli e una mostra fotografica - retrospettiva sul festival.  La location della manifestazione è sempre la stessa: tre palchi montati tra la Casa Baronale, i suoi giardini e il vicino cortile del Municipio.

 

La formula di Animar 2010 continua a tener conto di ogni genere di spettatore, dalle famiglie, ai profani del teatro d’animazione, fino al pubblico di cultori di un genere teatrale che coniuga la forza del teatro popolare con una duttilità al servizio della ricerca e dell’innovazione. Il cartellone è suddiviso in quattro sezioni: all’inizio di ogni serata, alle ore 21, è previsto una Prefazione Teatrale (con un aperitivo offerto da Meloni Vini, pane carasau Su Mangianu di Fonni e Acqua San Giorgio), un momento d’incontro tra il pubblico e uno degli ospiti del festival sul tema “la mia arte, la mia tecnica d’animazione, la storia del teatro di figura nel mio paese di provenienza”. In prima serata, alle 21.30, sono in programma gli spettacoli scelti per il pubblico dai 3 anni in sù, senza limiti d’età.

Alle 22.30 il festival prosegue con un appuntamento  di teatro d’animazione per adulti e ragazzi.

 

La quinta edizione del Festival Internazionale del Teatro d’animazione sul Mediterraneo

è aperta, in prima serata, da Gigio Brunello, sabato 31 luglio, alle ore 21.30.

Brunello, annoverato dalla critica tra più virtuosi ricercatori del teatro d’animazione italiano, inaugura il palcoscenico all’aperto della Casa Baronale con “The big five - A savana big animals show”, dove prendono forma storie dell’Africa e dei suoi abitanti, quadrupedi e bipedi, attraverso la voce dell’attore e l’animazione di sculture di animali di legno, con meccanismi e suonerie. 

 

Sempre nella fascia delle 21.30, si avvicendano due nomi di spicco dell’arte delle marionette a filo, i greci  Antamapantahou con “The string of the music”, un concerto di wold music eseguito da undici marionette, ideato e interpretato dai mimi ed  animatori Nikos Tompros ed Eleni Panagiotou (il 1° agosto) e Rocamora Teatre di Carlos Cañellas, con “Solista”, un compendiodella produzione per marionette a filo dell’animatore catalano, dal 1978 ad oggi (il 3 agosto). Antamapantahou presenta anche “Acrobatics”, una performance breve di ambientazione circense, in programma, come prologo all’inaugurazione del festival, sabato 31 luglio alle ore 21.

Tra gli appuntamenti dedicati a tutto il pubblico si segnala, inoltre, la presenza di tre animatori e maestri burattinai italiani. La compagnia Arrivano dal mare! presenta  “Ehi tu! La volta che il Fulesta incontrò Pulcinella in Persia”, uno spettacolo che attinge dalla tradizione della guarattelle partenopee e in contemporanea alla tradizione orale delle “fole” romagnole, interpretato dall’attore Sergio Diotti e dal burattinaio Luca Ronga (il 5 agosto).   La compagnia di Varese Allegra Brigata-Sinetema è di scena con lo spettacolo di burattini a guanto in baracca“Fanfurla”  (il 2 agosto), mentre il torinese Marco Grilli  di S.T. Alfa Teatro  fa rivivere una tradizionale maschera piemontese ne

“ Il medico di matrimoni. Ovvero: le 99 astuzie di Gianduia” (il 4 agosto).

In rappresentanza del teatro d’ombre la compagnia sarda Rivverun Teatro presenta una rivisitazione dell’omonima novella di Luis Sepùlveda diretta da Roberta Locci, con Fausto Siddi, Monica Serra, Roberto Boassa e Alessandro Pani, che danno vita a delle immagini con i karagöz , le figure del teatro d’ombre turco (il 6 agosto).

 

Il gruppo franco - argentino Bululu Théâtre di Horacio Peralta chiude (seguito da un concerto di fisarmonica del Maestro Andrea Casciu) la otto giorni di spettacoli, sabato 7 agosto, alle ore 21.30. L’animatore Argentino porta in scena “Il burattinaio”, uno spettacolo con pupazzi e burattini, che riassume il meglio dei numeri di animazione creati dall’artista in trentadue di carriera, un percorso iniziato con esibizioni nei vagoni della metro  parigina e presto proseguito nei più prestigiosi teatri di marionette del mondo.

 

Nella fascia delle 22.30 sono in programma spettacoli che esplorano tutte le potenzialità del teatro d’animazione, tecniche e drammaturgiche.

Elis Ferracini de L’Allegra Brigata-Sinetema presenta “Confine” (il 1° agosto), una riflessione sul mestiere di burattinaio, che sta proprio “al confine” tra una realtà fatta di materia calda, come il legno, e della stessa carne dell’animatore e il mondo attuale, “che si plastifica, tradendo il legno di cui i burattini son fatti”.

I padroni di casa Is Mascareddas portano in scena lo spettacolo di animazione a vista di pupazzi “A regime di brezza” (il 3 agosto), la vita di coppia di Norma ed Emilio, che vivono ai margini della società, guardandola dall’alto, da un ponteggio (la loro casa).

Sempre nella sezione degli spettacoli dedicati agli adulti e ragazzi l’animatore Paolo Sette, collaboratore stabile dal 2008 della Compagnia marionettistica Carlo Colla e Figli di Milano, è nel programma di Animar 2010 con “L’anatra e la morte”, piéce per burattini a guanto ispirata alla novella di Wolf Erlbruch “L’Anatra, la Morte e il Tulipano” (il 31 luglio e il 2 agosto), fresca vincitrice del premio Premio Sipario d’Orba (una sezione giovani del Premio Silvano d’Orba ai bravi burattinai d’Italia).   

Per la quinta edizione di Animar ritorna in scena Pep Gómez. L’attore - animatore di Barcellona si presenta insieme all’italiano Andrea Lorenzetti, con lo spettacolo di teatro d’attore, burattini e figure “I ciechi” (il 4 agosto). Il duo ricostruisce storie epiche tratte dai Poemi Omerici, racconta Barcellona e di un “orroroso crimine” accaduto in calle Escudellers, rappresenta racconti del poeta e drammaturgo galiziano Ramón del Valle-Inclán (1866-1936) e dello scrittore madrileno Juan Eugenio Hartzenbusch (1806-1880).

Gli ultimi due appuntamenti della seconda serata sono  “Histoires de M.me La mort” (il 5 agosto), di El Canto del Capro, con Andrea Lorenzetti, un tenero dialogo d’amore tra la Morte e del Diavolo, che in una notte oscura e tenebrosa, accoccolati a letto, si raccontano l’un l’altro storie di paura e “Aspetta mò - Storie di donne intraprendenti”, di Vladimiro Strinati, uno spettacolo  l’arte del racconto si sposa con quella della burattineria, scritto a quattro mani con Danilo Conti e diretto da quest’ultimo (il 2 agosto).

 

In contemporanea con gli eventi in seconda serata, alle 22.30, dal 3 al 5 agosto, è in programma un ciclo di letture curate dall’attore, regista e musicista Ferruccio Filipazzi, mentre il 6 agosto arriva il momento de “La notte dei racconti”, favole, miti e storie di tradizione popolare e dei grandi classici della letteratura di tutti i tempi scelte e narrate da Filipazzi insieme all’attore di Arrivano dal mare! Sergio Diotti.

 

Immancabili, come dalla prima edizione, i laboratori di Animar rivolti ai bambini, in programma quest’anno dal 2 al 6 agosto: il corso di costruzione e animazione di burattini Bucanieri, Pirati e Filibustieri, curato da Donatella Pau, della Compagnia Is Mascareddas e “Danzacrobazia”, laboratorio a cura della coreografa Enrica Spada e del docente di acrobatica Esteban Quifer.

Due gli eventi espositivi di quest’anno: all’interno della Casa Baronale Facce da mare, una mostra bibliografica curata dal Centro Servizi Bibliotecari Biblioteca Ragazzi della Provincia di Cagliari e per le strade del paese Animarcord · quattro anni di Animar, una serie di foto scattate da Enrico Cambedda, che ripercorrono la storia del festival e imprimono su carta la varietà e le poetiche visuali dei suoi protagonisti.   

 

Info.: www.animarfestival.it

ismascareddas@tiscali.it - www.ismascareddas.it - 070 5839742 - cell. 340 1802240 - 388 8463520. Ingresso agli spettacoli - 1,5 euro

 

Animar è un progetto sostenuto da

Ministero per i Beni e le Attività Culturali - Direzione Generale per lo Spettacolo da vivo,  Regione Autonoma della Sardegna - Assessorato al Turismo, Artigianato e Commercio e Assessorato della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport,  Provincia di Cagliari - Presidenza e Assessorato alla Cultura e Identità, Spettacolo e Sport, Fondazione Banco di Sardegna.

 

con preghiera di pubblicazione e\o di diffusione radio televisiva

 

 Is Mascareddas

Teatro e Laboratorio

via 31 Marzo 1943 n.20

09042 - Monserrato (CA)

Telefono: 0039 (0)70 5839742

0039 (0)70 5779143

Fax: 0039 (0)70 5830137

Posta elettronica: ismascareddas@tiscali.it

Web: www.ismascareddas.it

Ufficio Stampa: Maria Carrozza

340 5656891 mari.carrozza@gmail.com

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl