Il raglio dell'Asino dall'idiota di Dostoevskij

Allegati

18/apr/2005 18.17.06 Teatro Vascello Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

Teatro Stabile d'Innovazione

Direzione Artistica: Giancarlo Nanni e Manuela Kustermann

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

            TEATRO VASCELLO - Via G. Carini, 78  -  Roma

Orari : ore 21.00 - domenica ore 17.00

Prezzi: martedì € 5.00 - € 12.00, intero ridotto studenti € 8.00, Informazioni e prenotazioni:

Teatro Vascello tel 06 5881021, www.teatrovascello.it  - promozione@teatrovascello.it

 

dal 19 al 24 aprile 2005 COMPAGNIA LABORATORIO DI PONTEDERA

Il raglio dell’asino Dedicato a L’idiota di F. Dostoevskij

seconda versione

con Alessandro Bertollini, Elena Ciardella, Marco De Liso, Andrea Fiorentini,

Luisa Pasello, Silvia Pasello, Silvia Rubes, Tazio Torrini

drammaturgia Roberto Bacci e Stefano Geraci - scene Monica Sereni - maschere Daniela Giurlani - luci Maurizio Viani  - assistente alla regia Luisa Pasello

regia Roberto Bacci

Su una piazza, una mattina, un giovane straniero e solo, in cura presso un medico svizzero, ascolta il raglio di un asino. Quel suono sgraziato e straziante dà inizio al cammino del protagonista verso il ritorno in Russia. L’uomo “assolutamente buono”, secondo la celebre definizione di Dostoevskij, porterà scandalo e scompiglio nelle intricate, dolorose e miserabili trame di due famiglie agitate dalla presenza di Nastasia Filippovna, mantenuta di lusso e ribelle. Nel piccolo mondo in cui è precipitato si dice che l’epilettico principe, senza quasi un passato, abbia annunciato che la bellezza salverà il mondo. E in quest’annuncio i protagonisti dello spettacolo restano impigliati come di fronte a un ridicolo oroscopo, mentre la storia, precipita verso il suo inarrestabile esito…

Ispirato all’opera di Fedor Dostoevskij e principalmente a L’idiota, la prima versione de “Il raglio dell’asino” ha visto la luce a Pontedera dopo una lunga gestazione (ben 9 mesi di lavoro) nell’ottobre del 2003. E’ il terzo capitolo di un’ideale trilogia che il regista pisano ha dedicato al confronto tra teatro e grandi romanzi, inaugurata nel 1999 con “Oblomov”, ispirato all’omonimo capolavoro del russo Ivan Goncarov, e proseguita con “Ciò che resta” nel 2001, basato su “La montagna incantata” di Thomas Mann. Nel corso delle repliche previste da una tournée internazionale che nel 2004 ha toccato la Polonia, il Montenegro e il Brasile, gradualmente “Il raglio dell’asino” è cambiato, grazie anche all’impulso dato dall’ingresso di un nuovo personaggio interpretato da Luisa Pasello e di un nuovo attore, Alessandro Bertollini al posto di Renzo Lovisolo nel ruolo di Lebedev.

Ma non si tratta solo di questo, come spiega lo stesso Roberto Bacci: “Il fatto di seguire, come regista, tutte le repliche dello spettacolo mi provoca prima o poi il bisogno di rimetterci le mani. Un po’ per mantenere viva l’attenzione di tutti sul lavoro, ma anche per correggere o per ricercare nello spettacolo altri sensi o significati. Così è nata la seconda versione de “Il raglio dell’asino”. Anche se la struttura dello spettacolo può sembrare simile alla prima edizione, tuttavia sono state apportate variazioni significative: l’inserimento di un ulteriore personaggio e il cambiamento di alcuni testi hanno fatto sì che l’accento drammaturgico si spostasse su temi che nella prima versione, pur essendo presenti, non risultavano in primo piano. In questo modo l’equilibrio generale dei rapporti interni tra i personaggi è mutato, dando al lavoro una diversa vitalità. È un po’ come se un deus ex machina, entrato improvvisamente nella nostra vita, pur lasciandola simile nella sua apparenza, la mutasse obbligandola ad attraversare esperienze che prima erano solo latenti, nascoste dietro la quotidianità”.

 
 

Cristina D'Aquanno

 

Come raggiungerci

Il teatro Vascello si trova in Via G. Carini 78 a Monteverde Vecchio (Roma), sopra Trastevere

Con mezzi privati: parcheggio per automobili lungo Via delle Mura Gianicolensi, a c.a. 100 metri dal Teatro

Con mezzi pubblici: l'autobus 75 ferma proprio avanti il teatro e si può prendere da Stazione Termini, Colosseo, Circo Massimo e Piramide, oppure il 44, il 710, l'870 e l'871.

Vi aspettiamo

La Fabbrica dell'Attore - Teatro Vascello - via G. Carini 78 - 00152 Roma 065881021 - fax 065816623 - promozione@teatrovascello.it  www.teatrovascello.it

Ai sensi della legge sulla privacy (L. 675/96) tutti i nominativi della nostra mailing list sono in copia nascosta  e non vengono diffusi o resi noti in alcuna forma, neppure agli altri membri. Se non hai interesse per i servizi e le notizie del Teatro Vascello e desideri la cancellazione dalla mailing list è sufficiente inviare una risposta al presente messaggio con la parola "cancella". Se hai amici che possono essere interessati alle notizie e ai servizi del Teatro Vascello inoltra loro questa mail. Nuovi membri: per ricevere le news su spettacoli e labs e avere informazioni su convenzioni per la nuova stagione del Teatro Vascello inviare una mail con nome e cognome a promozione@teatrovascello.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl