Al Teatro delle Saline debutta Angeli Morti

Su tali creature esistono molteplici racconti, uno dei più noti afferma che essi continuano a muoversi nelle viscere della Terra, senza vedere mai la luce del sole, fino al giorno del Giudizio Universale.

10/nov/2010 17.52.31 ARPress Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Ritorna con un grande anteprima la Stagione del Teatro Contemporaneo 2010-2011 di Akròama.

 

Il calendario dei nuovi appuntamenti prende il via giovedì 11 novembre alle ore 21 al Teatro delle Saline in viale la Palma a Cagliari con il debutto della pièce “Angeli morti”.  

Scritta e diretta da Lelio Lecis la nuova opera di Akròama (in scena dall’11 al 14 novembre)affonda le radici nei temi biblici degli angeli caduti e nei leggendari miti dei giganti.

 

Su tali creature esistono molteplici racconti, uno dei più noti afferma che essi continuano a muoversi nelle viscere della Terra, senza vedere mai la luce del sole, fino al giorno del Giudizio Universale. L’unione tra gli angeli caduti e le donne terrestri diedero origine alla stirpe dei giganti. I Giganti sono presenti in diverse culture e religioni, ed anche in quella greca i giganti (titani, ciclopi) nascono da un’unione tra divinità e mortali.

Lelio Lecis parte da queste storie, leggende e altre simili per indagare maggiormente sugli angeli, figure importanti nel pensiero popolare occidentale, ma anche sull’astrofisica contemporanea e sulle regole matematiche dell’universo. Molti racconti mitologici derivano dalla storia degli angeli caduti e dalla loro condanna a vivere nelle tenebre, senza poter vedere mai la luce del giorno, fino alla fine dei tempi. Tra queste la più nota in occidente è sicuramente quella di Nosferatu.

 

Lo spettacolo interpretato sul palcoscenico da Tiziano Polese (Semyaza), Luisanna Ciuti (figlia di Semyaza), Elisabetta Podda Antinia), Diana Guindina (Marie) e Lea Karen Gramsdorff (Lady Lindbergh), ripercorre alcuni frammenti della vita del capo degli angeli caduti, appunto Semyaza. Inizialmente questo fugge in Sardegna con la sua donna e qui dà origine alla stirpe dei giganti sardi. In seguito si sposterà in altri luoghi dando vita e generando nuovi figli tra cui: Antoine De Saint Exupery e Charles Lindbergh.

 

La rappresentazione di “Angeli morti”con i costumi di Marco Nateri è accompagnata dalle musiche eseguite dal vivo da Rosalba Piras armonium), Chiara Moccia (viola), Ottavia Guarnaccia (violino) e Giada Vettori (violoncello), gli arrangiamenti musicali sono a cura di Riccardo Leone.

 

Il prezzo del biglietto è 13 euro

 

 

Info:

Akròama

Teatro delle Saline

Viale La Palma - Cagliari

tel. 070 341322

Fax 070 340868

e mail: akroama@tin.it

web: www.teatrodellesaline.it

 

Ufficio stampa:

Antonio Rombi

cell: +39 392 46 50 631

cell: +39 377 43 53 413

e mail: ant.rombi@gmail.com

e mail: antorombi@tiscali.it

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl