Teatro: Azzurra Antonacci in scena a Roma con “Il Giardino dei Ciliegi”di Čhecov

Teatro: Azzurra Antonacci in scena a Roma con "Il Giardino dei Ciliegi"di Checov Teatro: Azzurra Antonacci in scena con "Il Giardino dei Ciliegi"di Checov Azzurra Antonacci, dopo esperienze passate tra tournée teatrali (L'intervista regia di V. Binasco), cinema (Il cielo cade, Aria) e televisione (Il bello delle donne, Distretto di polizia), torna a Roma in scena, nella suggestiva cornice del Salauno Teatro di Roma, dal 9 novembre al 5 dicembre 2010, con Il Giardino dei Ciliegi, opera liberamente tratta da Anton Cechov, per la regia di Reza Keradman.

Allegati

11/nov/2010 17.49.41 Ilaria Berlingeri Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Teatro: Azzurra Antonacci in scena con

“Il Giardino dei Ciliegidi Čhecov

 

IMG_4107

 

Azzurra Antonacci, dopo esperienze passate tra tournée teatrali (L’intervista regia di V. Binasco), cinema (Il cielo cade, Aria) e televisione (Il bello delle donne, Distretto di polizia), torna a Roma in scena, nella suggestiva cornice del Salauno Teatro di Roma, dal 9 novembre  al 5 dicembre 2010, con Il Giardino dei Ciliegi, opera liberamente tratta da Anton Čechov, per la regia di Reza Keradman.

 

<<L’intento registico è quello di mettere in scena  una commedia leggera nello stile della tradizione théâtre du Vaudeville �“ afferma Azzurra Antonacci �“ rispettando così la volontà di Čechov che non intendeva mettere in scena la sua opera come un tragico dramma sociale, come invece avvenne alla prima rappresentazione che fece Stanislavskij e della quale il grande drammaturgo rimase molto deluso>>. << Una bella vita in apparenza, era il titolo che Čechov diede inizialmente all’opera �“ continua Azzurra �“ e proprio intorno alla bella vita che se ne va con la fine di un’epoca sfila un campionario umano di personaggi prigionieri della propria condizione e delle proprie certezze>>.

 

Il Giardino dei Ciliegi ironizza in modo leggero ma diretto e pungente sull’allora decadente società monarchica ormai costretta ad una fine ironica e spietata.

 

 

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl