"Will Walt" - dal 17 al 21 novembre 2010 - Teatro Studio Keiros, Roma

11/dic/2010 12.35.20 Associazione Culturale "Giandeibrughi" Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Teatro Studio Keiros |Roma

“WILL  WALT”

Composizione per

William Blake  |  Walt Whitman

Daniele Valmaggi progetto artistico e panorama sonoro

Drammaturgia e traduzione Giuseppe Bevilacqua

Elementi scenici e disegno luci Mara Udina

con

Giuseppe Bevilacqua

Daniele Valmaggi

Regia

Giuseppe Bevilacqua

 

17-18-19 novembre ore 21.00     20-21 novembre ore 18.00-21.00

Nel tradurre i testi di Blake, ho avvertito qualcosa che non so definire altro che il fascino di un artista ‘puro’...uno sconfinare l’uno nell’altra di visione-parola, disegno e colore...vita e arte. Un’esistenza, quella di Blake, declinata ogni attimo, fin dall’infanzia, nel ‘fuorimisura’ di un ‘oltre’ sempre presente, oscillante tra l’ombra dell’esistenza, la sua dura realtà, e la luce di un orizzonte di pienezza che riscatta, e prefigura, integra, una nuova umanità, un mondo nuovo, nuova casa per un’anima in lotta contro le ipocrisie alienanti e il mare di invidiosa ingiustizia di una società moribonda e insensata. Innocenza ed Esperienza cadenzano questa composizione in un percorso che va dal cielo alla terra, attraverso i temi della natura, dell’amore, della città. Utopia non ‘sognata’, ma praticata oltre la follia nella parola-visione, la pagina bianca che prefigura un ‘tutto’...E alla fine ho sentito, irresistibile, il richiamo di Walt Whitman, che, al centro marginale della pura testimonialità, si dà egli stesso come poesia: la sua pagina bianca diviene direttamente il mondo ed ogni distinzione preconcetta tra parola e azione, dentro e fuori, s’inabissa nell’unico gesto di camminare senza requie dappertutto nei paesaggi della vita... del ‘dovunque è vita’. Assunti gli opposti del buio e della luce, dell’ovvio e dell’inconsueto, l’utopia si fa concreta desiderabilità di un viaggio, interminabile, nella notte e nel giorno, che gli fa sussurrare:

Oggi prima dell’alba sono salito su un colle e ho guardato il cielo

affollato.

E ho detto al mo spirito, Quando avremo abbracciato quelle orbite e

Il piacere e la conoscenza di ogni cosa in esse, saremo pieni e soddisfatti, allora?

E il mio spirito ha detto, No, noi spianeremo quel limite per passare e

 proseguire oltre

Giuseppe Bevilacqua

 

 

Francesca Giorgini

+39 347 1708737 begin_of_the_skype_highlighting              +39 347 1708737      end_of_the_skype_highlighting

www.giandeibrughi.com

 

 

INGRESSO: 12 € + tessera associativa di 3€ 

Riduzioni 7 € + tessera associativa di 3€

INFO E PRENOTAZIONI:

Teatro Studio Keiros ,Via Padova 38 a �“ M Pzza Bologna - 06-44238026 begin_of_the_skype_highlighting              06-44238026      end_of_the_skype_highlighting  www.teatrokeiros.it

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl