domani mercoledì 1 dicembre al Teatro V. Brancati debutta il matrimonio-avvenimento assolutamente impossibile in due atti di Nino Mangano con Mariella Lo Giudice e Miko Magistro

domani mercoledì 1 dicembre al Teatro V. Brancati debutta il matrimonio-avvenimento assolutamente impossibile in due atti di Nino Mangano con Mariella Lo Giudice e Miko Magistro Domani Mercoledì 1 dicembre alle ore 21 al Teatro Vitaliano Brancati di Catania, debutta "Il Matrimonio- Avvenimento assolutamente impossibile in due atti", una rielaborazione dell'omonima commedia di Nicolaj Gogol a cura di Nino Mangano, che ne firma inoltre la regia.

30/nov/2010 12.50.11 claudia catalano Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

Domani Mercoledì 1 dicembre alle ore 21 al Teatro Vitaliano Brancati di Catania, debutta Il Matrimonio- Avvenimento assolutamente impossibile in due atti”, una rielaborazione dell'omonima commedia di Nicolaj Gogol a cura di Nino Mangano, che ne firma inoltre la regia.

Protagonisti, Mariella Lo Giudice e Miko Magistro, insieme ad un nutrito cast di attori: Debora Bernardi , Federica Bisegna , Giovanni Carta, Saro Minardi, Vittorio Bonaccorso, Carlo Ferreri, Raffaella Bella , Giovanni Santangelo e Alessandro Sparacino.

Al momento della stesura definitiva de “Il Matrimonio”, nel 1841, scandalo e clamori, per una carica satirica corriva, accolsero il testo di Gogol, facendo scendere sul piede di guerra ambienti reazionari,burocrazia,censura, di una Russia zarista per niente disposta a vedersi mettere alla gogna attraverso personaggi che erano (e sono) incarnazioni di una deformazione sociale resa evidente in modo diretto e con uno stile che è perfetta fusione di serietà e comicità.

Insulsi arrampicatori sociali, mezze calze spocchiose,arruffoni di poca credibilità e valenza , vengono combinati in un grottesco di stampo surrealista, in uno smagliante paradosso di situazioni esistenziali in cui si mescolano fidanzati riluttanti,una Sicilia con le gondole,l’attesa di amori sconvolgenti, i gesti estremi, in una trama dall’andamento assai simile a certe odierne telenovelas diluite in un interminabile numero di puntate. “Un testo che- dichiara l'autore della rielaborazione -è una manna per chi ha avuto la fortuna di portarlo in palcoscenico, in forza di una scrittura in cui ci si muove in assoluta libertà , potendo far ricorso a stilemi diversi di recitazione per cui gli attori hanno la possibilità di attingere a piene mani al loro bagaglio professionale per esprimere la situazione per niente usuale anzi “assolutamente impossibile”, in cui i loro personaggi vengono a trovarsi”.Uno spettacolo che vuole rendere omaggio al grande scrittore e drammaturgo Gogol.

Le scene ed i costumi sono di Dora Argento, le musiche di Massimiliano Pace ed i movimenti coreografici di Silvana Lo Giudice. Foto di scena di Giuseppe Messina. Si replica tutti i giorni sino a domenica 5 dicembre.


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl