Il Gioco del teatro 2011

Il Gioco del teatro 2011. il gioco del teatro 4 stage diretti e condotti da Caterina Casini e Patrizia Picano Quattro week end sul lavoro dell'attore condotti da Caterina Casini e Patrizia Picano rivolti ad allievi attori e attori professionisti per approfondire e sviluppare la consapevolezza interpretativa di azione, parola e movimento.

23/feb/2011 13.56.09 Laboratori Permanenti Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

il gioco del teatro

4 stage diretti e condotti da

Caterina Casini e Patrizia Picano 

        Quattro week end sul lavoro dell’attore condotti da Caterina Casini e Patrizia Picano rivolti ad allievi attori e attori professionisti per approfondire e sviluppare la consapevolezza interpretativa di azione, parola e movimento. Attraverso il lavoro sul singolo ed esercizi di gruppo, i partecipanti sperimenteranno le regole dello stare in scena, quell’equilibrio musicale fatto di contrasti, necessario per “esistere” nel teatro.

          I partecipanti affronteranno a ogni appuntamento un lavoro specifico da sviluppare con le insegnanti e i compagni di lavoro: il gioco, l’uso dell’oggetto, l’improvvisazione, la composizione.

I quattro appuntamenti, pensati come moduli indipendenti per permettere agli allievi di partecipare anche ad uno solo dei weekend, porteranno a una rappresentazione finale aperta al pubblico (in tal caso questa ultima fase sarà riservata a chi seguirà tutti gli incontri). 

“Il gioco”                            

Durata: 5 / 6 marzo 2011                                 

Orario: 6 ore giornaliere

Costo : € 120,00

Giocare, jouer, to play. In francese, in inglese, la parola recitare si traduce con la parola “giocare”. Cosa si fa quando si gioca? Si entra in fortissima relazione con gli altri partecipanti, concentrati sugli elementi del gioco, per condurlo nel miglior modo possibile, e senza che nient’altro interferisca in esso.  Il gioco ha delle regole da rispettare, altrimenti “decade”. Ma la naturalezza del gioco scenico rispetta le regole senza mostrarle. Lo stage servirà a far conoscere queste regole, ad individuarle e applicarle, perché l’attore, come l’atleta, non mostra la fatica degli allenamenti ma la meraviglia del risultato.

  “l’uso dell’oggetto”

Durata: 19/20 marzo 2011

Orario: 6 ore giornaliere

Costo:  € 120,00

Un oggetto in scena può diventare veicolo di emozioni, parole, movimenti, racconti e la sua presenza permette di far nascere un personaggio, una storia. La relazione che intercorre tra un attore e l’oggetto è uno dei momenti più interessanti nello studio della recitazione. Per trasmettere al pubblico le emozioni i mezzi che abbiamo a disposizione oltre alla parola e al corpo sono le relazioni che attiviamo.

L’uso concreto dell’oggetto mette in moto la capacità d’immedesimazione dell’attore, generando emozioni e comportamenti.

L’uso astratto dell’oggetto, d’altro canto, fa affiorare nell’attore il nucleo essenziale del personaggio.

 “l’improvvisazione”

Durata:  2/ 3 aprile 2011

Orario:  6 ore giornaliere

Costo:  € 120,00

L’improvvisazione è un’arte, ed è attuabile solo se si conoscono a fondo le regole dello stare in scena. Per realizzare  un’improvvisazione teatrale bisogna saper costruire un paesaggio preciso, una storia, dentro la quale collocare la propria invenzione, cioè il modo di esistere del nostro personaggio. È necessario quindi, dopo aver studiato le regole del gioco scenico e aver sperimentato il rapporto con l’oggetto, imparare a conoscere le regole dell’ascolto di sé e dell’altro nella relazione .

 “la composizione”

Durata : 8/9/10 aprile 2011

Orario : 6 ore giornaliere

PER CHI HA FREQUENTATO L’INTERO CICLO  DI  STAGE

Costo dell’intero ciclo di stage ( 4 week end):  € 420,00

Nell’ultima fase del lavoro, la voce e il corpo sono protagonisti inseparabili.

Si lavorerà alla costruzione di un percorso fluido, fatto di azioni parole e movimenti, momenti individuali e corali, creato componendo e armonizzando il materiale già trovato dai partecipanti negli appuntamenti precedenti, per arrivare alla partitura finale, che verrà realizzata per il pubblico in una rappresentazione aperta.

 

I DOCENTI:

 

ü  CATERINA CASINI ,Attrice e Regista, Direttore Artistico della Associazione Laboratori Permanenti, docente alla Scuola di Teatro del Comune di Sansepolcro ha una lunga esperienza di spettacolo e didattica

ü  PATRIZIA PICANO, attrice-danzatrice, autrice per danza, scrittura ed arti visive, insegnante, ricercatrice. Dal 1991 conduce corsi e laboratori di teatrodanza e di Movimento Consapevole

  

 

Contatti:

Laboratori Permanenti  06 7020461, Lia Sodaro 3381337989

info@laboratoripermanenti.it

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl